Archivio leggere e vedere

07/10/2013
cop.aspx

“La violenza invisibile” – di Slavoj Zizek, Rizzoli 2008

Contro il martellante vuoto di pensiero che sta accompagnando la “fine” di Berlusconi e l’insediamento dell’ “alternativa” ad aeternum del macabro duetto Letta Alfano (peraltro già impegnati in amorose baruffe… tra democristiani), sembra giunto il momento (per chi non lo ha già fatto) di adottare come “breviario” da cuscino gli agili e scintillanti libretti del filosofo e psicanalista sloveno (ma insegna – tra l’altro – anche negli Stati Uniti, al solito più “aperti”, almeno intellettualmente, di noi) Slavoj Zizek.

“La violenza invisibile”, “Violence” in Italia da Rizzoli, 2008 è il testo che si raccomanda per un’ introduzione ed una contro-lettura per la quale molti – stufi delle ottuse veline dei grandi media – sono più che pronti .  Certo è una lettura radicale (“il capitalismo globale in cui viviamo non mette le bombe, ma è più violento di guerra e terrorismo…” e così via, ma senza mai scivolare nell’invettiva e/o nel pressapochismo: talmente godibile che ne è stato ricavato anche un film ovviamente semi-clandestino.

Zizek è anche un contro-Toni Negri: leggibile, amichevole, mai supponente, capace di mettere a raffronto l’annuale vertice “capitalista” di Davos ed i Social Forum tipo Porto Alegre: di entrambi mette in luce tic e ritualità, come pure la contrapposta impotenza.   Per non parlare della pungente satira rivolta ai “comunisti liberali”, una specie di mutazione della “malattia”: che (fortunatamente?) è giunta in Italia in forma così attenuata da essere a malapena percepibile.  Anzi dalla chiarezza, franchezza ed onestà intellettuale di Zizek  apprendiamo come difenderci dai finti “buonismi”, ma anche dalla totale inconsistenza delle “alternative”  istituzionali (e non?) nostrane.

Rileggere i fatti di Lampedusa non sulle cronache degli occhialoni della Ministra “nera” o sulla bestialità (perché di questo si tratta) dei dirigenti leghisti (che Papa Francesco potrebbe scomunicare sic et simpliciter…), ma con in mano il breviario – laico – di Zizek.   Poi parlare.

Ultimi post in leggere e vedere

“Magic in the moonlight”, Woody Allen

09/12/2014

“MAGIC IN THE MOONLIGHT” scritto e diretto da Woody Allen. Grazie, grazie ed ancora grazie all’antipatico – e un po’ ambiguo – Woody.   Un tocco magico che esiste ancora nonostante un’età ormai “veneranda” (ed una pluridecennale carriera che ...

“Il Giovane Favoloso”, scritto e diretto da Mario Martone.

28/10/2014

Eccoci: finalmente Martone ci ha dato un film che ci risparmia il rimpianto per il suo antico “L’amore molesto”. Passato a malapena indenne dalla prova dei “Traditori”/”Noi credevamo” ricavato dall’intelligente (ma assai “verbale” testo ...

“The Wolf of Wall Street”

29/01/2014

“The Wolf of Wall Street” diretto da Martin Scorsese con Leonardo Di Caprio, Jonah Hill, Matthew McConnaughey.     Tratto da un soggetto autobiografico di Jordan Belfort, un broker  di New York che terminò la sua ruggente corsa negli anni ...