Flash

19/03/2016

RENZI SU MARTE

GettyImages-499062626

 

L’Italia meridionale è allagata, con vittime umane e danni enormi (agricoli ed infrastrutturali), la primavera italica torna sempre uguale a sé stessa.     E così fa Matteo Renzi che era partito per l’ennesimo fiasco brussellese (ovvero”capolavoro” diplomatico nel senso che non c’è stata rottura e dunque tutti hanno vinto), con un proclama “marziano” assolutamente  degno di lui: “L’Europa va su Marte”… ( qui allude alle esplorazioni spaziali, ndr) e non risolve il problema degli immigrati.      Quelli già qui…. e  quelli che premono – per lo più disperati – sui precari “muri di cinta” della Fortezza Europa.   Come prevedibile, questo “ammonimento’ ha lasciato del tutto indifferenti sia i partner europei che gli esosi “secondini” turchi incaricati di sigillare frontiere dalle quali essi stessi sono tenuti (con buone e cattive ragioni…) fuori.

 

Poco male, tanto i proclami del Nostro sono solo – ed esclusivamente – a fine interno.   Come quello – assai risibile – di foraggiare la maturità internazionalista e di accoglienza degli Italiani promuovendo una cultura – si spera – meno chiusa, magari con i fantomatici 500 euro ai giovani.    Davvero Matteosubito (ma – dopo tre anni di vuoti proclami – andrebbe ribattezzato Matteochissàquando…) risulta essere – tranne che per i suoi seguaci e beneficati vari -  una sorta di personalità scissa: quello che è e quello che appare.   A noi qui in Italia tocca quest’ultimo (e beato chi ci crede), mentre l’altro, quello vero, sta su Marte.   Appunto.

 

Quando poi il “marziano” e il “terrestre” si incontrano sono guai.   Sospesa (per qualche giorno e fintamente) l’emergenza migranti, si torna sulla terra.   Ed ecco – tanto per dirne uno – il referendum di aprile per “bucherellare” coste e mari d’Italia.   Tutti o quasi vorrebbero arrestare l’inutile scempio, ma il PD renziano – con le avanguardie Guerini e Serracchiani – invitano gli Italiani a disertare le urne.    Largo al business…. Ma de che?     O forse il nuovo tic del cosiddetto centro-sinistra è sempre e comunque quello di andare contro aspettative e preoccupazioni popolari.    Tanto loro raggiungeranno il “Capo” su Marte…

 

Il resto…?   Meloni resta in gravidanza.   Vendola affronta il puerperio.   Il padre dell’assassino del Collatino smentisce l’omosessualità, ma non la predilezione per la macelleria del suo pargolo.   Ci mancherebbe altro.  Davvero ci sarebbe piaciuto parlare d’altro

Ma questa è l’attualità nazionale…. Vuota ed impudica.

 

Nel vasto mondo si segnala la cattura (casuale) del colpevole e “fuggiasco” terrorista del Bataclan, la Turchia (sic) tiene sermone a Bruxelles sui valori di solidarietà ed umanità verso i fuggiaschi dal conflitto.    I fuggiaschi smentiscono le favole turche (bastava chiederlo ai Kurdi, o alla memoria storica degli Armeni…).    Obama sbarca all’Avana, lo seguiranno i “Rolling Stones”.  Il Papa (peraltro ormai entrato in un singolare silenzio-stampa) c’è già stato una mezza dozzina di volte….    La notte della vigilia della Domenica delle Palme il mondo viene oscurato per un’ora (da noi manco ci se ne accorge dato il livello corrente di luce pubblica): lo scopo “salvare la terra” con il “risparmio energetico”.

 

La domanda infine è una sola: vincerà il caos o il post-moderno?  E poi: chi sopravviverà?

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | LA MONTAGNA INCINTA DI UN TOPOLINO

18/01/2018

Sono passati i due mesi (sic) “natalizi”  e, mentre manca poco più di un mese e mezzo alle tanto auspicate (ma da chi?) elezioni politiche, la situazione rimane quella di sempre.  Grave, ma non seria.

Di più: ogni evento ...
Leggi tutto

Flash | CHERCHEZ LA FEMME

15/12/2017

Quando nel 1854 – avete letto bene - Alexandre Dumas pubblicava la sua novella (“I Moicani di Parigi”) difficilmente avrebbe potuto indovinare il successo che avrebbe arriso alla sua espressione (e chiave narrativa) “cercate la donna”.  E, sia detto tra parentesi, neppure avrebbe potuto ...
Leggi tutto

Flash | ORA BASTA?

07/12/2017

E così siamo arrivati all’Immacolata Concezione, festa quanto mai problematica anche se – laicamente – presaga dell’ondata natalizia.     Che – quest’anno – si annuncia gravida più che di incognite (magari anche positive…) di sinistre aspettative.   Anzi potremmo dire ricca soltanto di ...
Leggi tutto

Flash | ANCORA IL PAPA

28/11/2017

Mentre la situazione politica (pre-elettorale?) italiana continua ad avvilupparsi tra insulsaggini, diversioni e testimonianze di irresponsabilità verso l’impasse nazionale, è ancora lui – il Papa – a prendere il “toro per le corna” e ad affrontare nodi umani e scacchieri strategici sul ...
Leggi tutto

Flash | BLACK FRIDAY

25/11/2017

La stagione terroristica natalizia è partita ieri con sangue e fragore: il sangue nel Sinai egiziano, il fragore a Londra alla stazione di metropolitana di Oxford Circus.   I due eventi evidentemente incommensurabili hanno in comune un solo elemento di fondo: l’instabilità ...
Leggi tutto

Flash | MORTI DI PALLONE?

14/11/2017

L’inglorioso zero a zero nel tempio del calcio milanese di San Siro e la conseguente esclusione dai mondiali del calcio del prossimo anno potrebbe  tradursi in un vero e proprio “de profundis” per l’auto (e non solo “auto”…) immagine nazionale.   Dagli e dagli lo “stellone” ...
Leggi tutto

Flash | OSTIA: L’ATLANTIC CITY DE NOANTRI

09/11/2017

Donald Trump che – come è noto – ricopre per volontà degli elettori statunitensi (e – a quanto pare – del KGB russo…) l’incarico di leader del “mondo libero” si trova in questi giorni a Pechino ove può constatare – rinchiuso nella successione rituale di cortili della Città proibita – ...
Leggi tutto

Flash | IL MONDO CAMBIA, L’ITALIA NO

24/10/2017

Mentre Donald Trump si accinge ad una serie di incontri nelle Filippine (ospite del feroce Dutertre…) cioè ben dentro quel Pacifico che rischia di sparire dalla panoplia delle sfere di influenza nord-americana, mentre il nuovo Mao (Xi Jinping) inaugura il “secolo” cinese e perfino mentre il ...
Leggi tutto