Archivio articoli

06/12/2013
nelson-mandela-561x285

Mandela è morto, Mandela vive.

Mandela dead, Mandela alive.

“Più grande della vita” questo è l’omaggio standard nel mondo anglosassone allorchè un uomo comunque “straordinario” muore: probabilmente mai nei tempi moderni quest’espressione è stata più appropriata che nel caso di Nelson Mandela.

La magia è costituita esattamente dalla sua vita e dal modo in cui egli ha usato le sue uniche qualità naturali in un modo cosi dignitoso per la sua gente e più in generale per la sua “sorella” umanità. Questa è la ragione per cui nessun commento ha minimamente osato formulare qualunque punto critico. Per una volta persino le espressioni usate dal Segretario-Generale delle Nazioni Unite vanno al punto quando egli sottolinea il ruolo del dialogo e della riconciliazione negli insegnamenti di Mandela.

Egli ha dimostrato che – nonostante prove e difficoltà – un’altra via è possibile.

“Libertà, unità, armonia.” Erano le parole chiave che egli utilizzò in totale sincerità dopo aver sofferto con quieta forza 27 anni di prigione in una condanna a vita. Se qualcuno avesse dovuto immaginare un’uscita dall’Apartheid sudafricano, il metodo pacifico Mandela/De Clerk è stato un miracolo: niente sangue, niente vendetta ed un futuro aperto per una società mista.

Per rispetto a lui risparmiamoci qualunque comparazione, vicina o lontana.

“Larger than life”: this is the standard homage in the Anglo-Saxon  world when whatever “extraordinary” man passes away: maybe never in modern times was this expression more appropriate than in the case of Nelson Mandela.

The magic is precisely his life and the way he used his unique natural qualities in such a dignified way for his people and more generally for his fellow mankind.    This is the reason why no comment even dares to put forward any criticism.   For one time even the remarks made by the Secretary-General of the United Nations are on point when he underlines the role of dialogue and reconciliation in Mandela’s teachings.

He proved that – regardless of the difficulties and hardships – another  way is possible.

“Freedom, Unity, Harmony”  were the key words that he used in perfect sincerity after he had served, strongly and calmly, 27 years in prison on a life sentence.   If anyone could imagine an exit from South African apartheid, the Mandela/De Clerk peaceful method was a miracle: no blood, no revenge and an open future for a mixed society.

In respect to him let’s us spare any comparison, near or far from us.

Fatal error: Uncaught Exception: 12: REST API is deprecated for versions v2.1 and higher (12) thrown in /web/htdocs/www.cosmopolitaly.net/home/wp-content/plugins/seo-facebook-comments/facebook/base_facebook.php on line 1273