Flash

09/07/2013

La Bella Addormentata

venere-dormiente

Ok. Papa Francesco ci ha provato. Come si dice: con tutti i sentimenti.  E con tutta la fantasia pastorale ed umana, inclusa una scenografia che più suggestiva ed emozionante non si poteva immaginare.

Ma – per quanto riguarda l’Italia, la “bella addormentata d’Europa” – non ci è minimamente riuscito.  A meno di non voler considerare l’uscita di prammatica di Laura Boldrini (non c’ero, ma era come se ci fossi stata)  come un segnale di attenzione politica e non (come era) la difesa di un “patrimonio” (i rifugiati: dall’Iraq al Mediterraneo) che ha trasformato in pochi anni un oscuro funzionario internazionale nel Presidente della Camera dei Deputati della Repubblica italiana.      Insomma la narcolessi estiva dell’Italia prosegue a gonfie vele e neppure un grande Papa può interromperla.

I sindacati sono da mesi in ferie (senza aver lasciato né indirizzo, né recapiti estivi) e, a parte gli sterili esercizi giudiziari della FIOM anti Marchionne/pro-Marchionne, non se ne sa più nulla.   Il Governo delle “divergenze parallele” (atroce perifrasi rovesciata della geniale intuizione  di Aldo Moro, polverizzata dall’operazione Gelli e co. Per la “nuova” Repubblica in cui oggi viviamo)   sonnecchia nei giorni del trionfo dell’inerzia e dell’inutilità.   Insomma tutto va per il meglio nel “migliore dei mondi possibili” (Voltaire: “Candido o dell’ottimismo”): Mediaset ancora ieri ha guadagnato in Borsa quasi il 3% in un solo giorno e – per le condanne giudiziarie  a Berlusconi – provvederà la Provvidenza… E, magari, la risorta “Forza Italia” (più che mai meritevole di alludere a “Forza Roma, forza Lupi, so’ finiti i tempi cupi”.   Insomma il sonno estivale del Paese è pienamente giustificato.

Certo le Camere sono aperte, i “saggi” producono le più regressive e anti-costituzionali proposte per non cambiare il “porcellum”, ma lo stellone d’Italia già torna a splendere nella maroniana Milano con i costosi lustrini dell’Expo 2015, che – non si sa come. né perché – dovrebbe “rilanciare” tutta l’Italia.

A fronte  di siffatto encefalogramma piatto, camuffato (per chi vuole crederci) dalla rassicurante logorrea del giovane Letta, due soli sono i fattori reali: il primo è che “tutte le crisi – prima o poi – finiscono” (corollario: chi è sopravvissuto è ancora vivo, e chi è morto è morto…) ed il secondo è che – anche in Italia come nei Paesi in transizione del “Terzo Mondo” – le “forze di sicurezza” sono pronte al peggio.    Non va infatti dimenticato che perfino la Guardia di Finanza (quella che non “riesce” a ridurre le mostruose evasione ed elusione)  dispone abbondantemente – e da anni – di manganelli e strumenti anti-“piazza”.

Come sottolinea oggi “Herald Tribune” ci sono lezioni al riguardo – dal Cairo a Jakarta – sul ricorso “estremo” alle forze di sicurezza contro la volontà popolare (comunque questa si esprima).   Nel vuoto della politica, l’Italia non sarà da meno dei BRICS.

Grazie per averci provato, Papa Francesco.

 

 

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | SCAMPAGNATA AL COLLE

01/06/2018

Non è per caso che queste righe non sono uscite nelle interminabili settimane che sono state necessarie per varare il “Governo del cambiamento” (sic).   Semplicemente non ci interessava e – soprattutto – non eravamo affamati delle insulse briciole sulle quali hanno banchettato ...
Leggi tutto

Flash | MATTANZA TRA ISRAELE E PALESTINA, GRAND HOTEL IN ITALIA

15/05/2018

Sessanta morti a Gaza: civili, adolescenti e perfino bambini.  Tutti uccisi anche con armi da guerra nell’isterica reazione israeliana di fronte alla più che legittima protesta palestinese di fronte ai “festeggiamenti” per l’apertura in Gerusalemme dell’unica Ambasciata ...
Leggi tutto

Flash | SARA’ UNA RISATA…

11/05/2018

“Sarà una risata … che vi seppellirà”… è con questo ritornello antico (ed un po’ auto-malaugurante…) che tornando nel Belpaese veniamo seguendo gli stupefacenti eventi che – dopo due mesi -  dovrebbero archiviare le elezioni “politiche” del 4 marzo.   D’altro canto che più dire ...
Leggi tutto

Flash | IL BARBIERE E IL QUIRINALE

04/04/2018

Questa mattina, passato il moscio interludio pasquale, si stava cercando di sintonizzarsi con l’ansia della nomenklatura – vecchia e nuova – per l’apertura delle consultazioni al Quirinale, anzi della “stagione” (dati i tempi previsti…) che il Presidente della Repubblica dedicherà a ...
Leggi tutto

Flash | LA GUERRA DEI BOTTONI

26/03/2018

Quella che si è combattuta nel fine settimana è stata - più che una guerra – una serie di scaramucce servite non solo a fissare chi ha vinto e chi ha perso il 4 marzo, quanto piuttosto - in perfetta analogia con la “guerra dei bottoni” (famoso e delizioso film francese del – pensate un po’ – ...
Leggi tutto

Flash | ZUCKERBERG NELLA POLVERE, CASALEGGIO SUGLI ALTARI

21/03/2018

Mentre nell’emisfero Nord (quello in cui ci troviamo…) comincia oggi la primavera…. E mentre una pletora di Mamozi (tanto insignificanti quanto privi di contenuti reali, dichiarati e – magari – contrapposti) si disputano il corpo sfatto della democrazia repubblicana e delle sue ...
Leggi tutto

Flash | UN MONDO DI SPIE?

16/03/2018

L’attualità internazionale (non diversamente da quella nostra, “domestica”) sta virando continuamente in una dispersione di fatti minuti che sembrano “inventati” apposta per distrarre da una realtà complessiva tanto angosciosa quanto inafferrabile.   Nel vasto mondo il recente ...
Leggi tutto

Flash | ALDO MORO E DINTORNI

14/03/2018

“Non credo ora opportuno un accoglimento in modo appropriato della richiesta.  Prego leggere e riferire”.   Suona così un appunto (che ancora custodisco da qualche parte) firmato dall’allora Ministro degli Esteri Aldo Moro ed indirizzatomi in qualità di dirigente sindacale (per il Sindacato ...
Leggi tutto