Flash

09/07/2013

La Bella Addormentata

venere-dormiente

Ok. Papa Francesco ci ha provato. Come si dice: con tutti i sentimenti.  E con tutta la fantasia pastorale ed umana, inclusa una scenografia che più suggestiva ed emozionante non si poteva immaginare.

Ma – per quanto riguarda l’Italia, la “bella addormentata d’Europa” – non ci è minimamente riuscito.  A meno di non voler considerare l’uscita di prammatica di Laura Boldrini (non c’ero, ma era come se ci fossi stata)  come un segnale di attenzione politica e non (come era) la difesa di un “patrimonio” (i rifugiati: dall’Iraq al Mediterraneo) che ha trasformato in pochi anni un oscuro funzionario internazionale nel Presidente della Camera dei Deputati della Repubblica italiana.      Insomma la narcolessi estiva dell’Italia prosegue a gonfie vele e neppure un grande Papa può interromperla.

I sindacati sono da mesi in ferie (senza aver lasciato né indirizzo, né recapiti estivi) e, a parte gli sterili esercizi giudiziari della FIOM anti Marchionne/pro-Marchionne, non se ne sa più nulla.   Il Governo delle “divergenze parallele” (atroce perifrasi rovesciata della geniale intuizione  di Aldo Moro, polverizzata dall’operazione Gelli e co. Per la “nuova” Repubblica in cui oggi viviamo)   sonnecchia nei giorni del trionfo dell’inerzia e dell’inutilità.   Insomma tutto va per il meglio nel “migliore dei mondi possibili” (Voltaire: “Candido o dell’ottimismo”): Mediaset ancora ieri ha guadagnato in Borsa quasi il 3% in un solo giorno e – per le condanne giudiziarie  a Berlusconi – provvederà la Provvidenza… E, magari, la risorta “Forza Italia” (più che mai meritevole di alludere a “Forza Roma, forza Lupi, so’ finiti i tempi cupi”.   Insomma il sonno estivale del Paese è pienamente giustificato.

Certo le Camere sono aperte, i “saggi” producono le più regressive e anti-costituzionali proposte per non cambiare il “porcellum”, ma lo stellone d’Italia già torna a splendere nella maroniana Milano con i costosi lustrini dell’Expo 2015, che – non si sa come. né perché – dovrebbe “rilanciare” tutta l’Italia.

A fronte  di siffatto encefalogramma piatto, camuffato (per chi vuole crederci) dalla rassicurante logorrea del giovane Letta, due soli sono i fattori reali: il primo è che “tutte le crisi – prima o poi – finiscono” (corollario: chi è sopravvissuto è ancora vivo, e chi è morto è morto…) ed il secondo è che – anche in Italia come nei Paesi in transizione del “Terzo Mondo” – le “forze di sicurezza” sono pronte al peggio.    Non va infatti dimenticato che perfino la Guardia di Finanza (quella che non “riesce” a ridurre le mostruose evasione ed elusione)  dispone abbondantemente – e da anni – di manganelli e strumenti anti-“piazza”.

Come sottolinea oggi “Herald Tribune” ci sono lezioni al riguardo – dal Cairo a Jakarta – sul ricorso “estremo” alle forze di sicurezza contro la volontà popolare (comunque questa si esprima).   Nel vuoto della politica, l’Italia non sarà da meno dei BRICS.

Grazie per averci provato, Papa Francesco.

 

 

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | EUROPA: IL MARCIO E’ SICURO, IL NUOVO UN PO’ MENO

13/06/2017

Poiché l’Italia ce l’abbiamo ora sott’occhio, è dal Belpaese che iniziamo questa breve rassegna.   Le elezioni amministrative in varie città italiane hanno – finalmente – fornito una prova del fatto che gli Italiani continuano in qualche misura a pensare e a difendersi dalla ...
Leggi tutto

Flash | ECCOCI DACCAPO

07/06/2017

E così eccoci di nuovo punto e daccapo. Un po’ più di mezzo anno è trascorso dal referendum “costituzionale” del 4 dicembre che avrebbe dovuto sancire l’eclissi popolare del nuovo (autoproclamato…) “rieccolo” nazionale Matteo Renzi.  Ed invece – con il fantasmagorico progetto di castrazione ...
Leggi tutto

Flash | BRIGITTE, MARIA ELENA, VIRGINIA E LE ALTRE

10/05/2017

Di “nonna” Brigitte Macron abbiamo già parlato.  Altro non si può dire se non che il giovanilismo mediatico della “scoperta” Macron è stato “speziato” con la saggia maturità della sua mentore.   Ben diverse – forse miserabili – le storie che ci vengono dal Belpaese.  Sempre meno ...
Leggi tutto

Flash | LE “NOVITA’” DI PARIGI

08/05/2017

E’ un antico ricordo letterario di quando le mercerie più periferiche del mondo presentavano i prodotti della Madrepatria con il fatidico cartello “novità di Parigi”: un richiamo irresistibile per i compratori e soprattutto le compratrici “coloniali” o di provincia.  Ed è quanto ci è balzato ...
Leggi tutto

Flash | PARLAR D’ALTRO

05/05/2017

Mentre siamo alla vigilia del cruciale secondo turno dell’elezione presidenziale francese (nelle quali la scelta è tra un levigato robot e una pasionaria fascista), a tre settimane dal Vertice G7 di Taormina oltre naturalmente in presenza dell’impasse sulla legge elettorale in Italia e ...
Leggi tutto

Flash | FRANCIA. FUSIONE DEL SECOLO TRA ROTSCHILD ED ELISEO

24/04/2017

“En Marche” un trionfo annunciato del peggiore. Quello che l’Italia aveva già conosciuto con Berlusconi prima e con Renzi poi si è pericolosamente avvicinato (in attesa del secondo turno delle elezioni presidenziali) con l’entrata in ballottaggio della “creaturina” della Banca Rotschild e co ...
Leggi tutto

Flash | SPARI A PARIGI, STRETTE DI MANO A WASHINGTON

21/04/2017

Il calendario globale ha le sue scadenze ed i suoi imprevisti.  Tra le “scadenze” c’è evidentemente (e sia detto senza cinismo alcuno: si tratta di coincidenza prescritta…) la sparatoria nel centro di Parigi tra l’Arco di Trionfo e Piazza della Concorde.  Ovvero tra l’”alfa e l’omega” di ...
Leggi tutto

Flash | “TUTTI GIU’ PER TERRA”

19/04/2017

Le ultime notizie danno l’”Armada” statunitense già diretta verso la Corea del Nord ed il suo improbabile dittatore come in piena retromarcia rispetto all’itinerario nel Pacifico verso il Mar Cinese settentrionale.  Allo stato possiamo solo pensare che la “Navy” (a differenza delle allegre ...
Leggi tutto