Flash

23/08/2016

Flash | “VENTOTENE: SEDUTA SPIRITICA O GITA SUPER-VIP ALLE ISOLE PONTINE?”

4a64cf44054abe74168efc7372ab2603_MGZOOM

E’ assai imbarazzante – e forse inutile – commentare un evento come quello voluto ieri da Renzi sulla tolda di nave “Garibaldi” con la presenza di cortesia del duo franco-tedesco Hollande Merkel.   Gli interventi di entrambi di fronte ad una platea di dignitari della Marina non hanno contenuto – come prevedibile – alcun elemento di novità rispetto a quanto già ampiamente noto.  E, del resto, non avrebbero potuto a fronte dell’evidente rischio di urtare le suscettibilità degli altri 25 membri dell’Unione, nonché della Commissione che resta comunque –  a dispetto del preteso “triumvirato Italo, Franco, Germanico” – un organo “costituzionalmente” e politicamente centrale dell’UE.

 

Così nell’isola che un quarto di secolo fa venne celebrata con il film “La villeggiatura” , ovvero la rievocazione del – tutto sommato bonario – isolamento imposto da Mussolini ai suoi oppositori (quelli di “buona famiglia”, ben s’intende…) si è celebrata una fiction che – senza alcuna volontà di irriverenza – pare alludere alle visite alla tomba di Jim Morrison al Pere Lachaise a Parigi o a quella di Marx  al cimitero di Highgate a Londra.    Noi non siamo stati da meno grazie al “genio” mediatico di Renzi e della sua equipe.

 

Ovviamente la “ciccia” è la solita: quella vera che consiste nel rosicchiare qualche ulteriore margine di “flessibilità”, ovvero più ampi margini per indebitarsi e coprire i bisogni di – come si dice – qualche simbolica “mancia elettorale“ che copra il fallimento (le cifre dell’incistarsi della recessione italiana sono incontestabili…)  della politica economica del Gabinetto Renzi e quella rivolta al pubblico che già oggi in Francia come in Italia non ne può più di annunci sugli zero virgola.  Veri o presunti.     La brezza di mare e le vaghe indicazioni su di un passato di gloriose ed ancorché vaghe indicazioni avrebbero dovuto fare il resto….  Mentre per quanto riguarda la rocciosa Merkel (burbera sempre meno benefica…) si approssimano non soltanto scadenze elettorali ma un giro di boa simile a quello che colpì  un trentennio fa (ed ancora dura…) il già trionfante Giappone della fine degli anni ’80 del secolo scorso.  E’ bene dunque che lei si goda (con il prediletto, ma discolo, Matteo) la vicinanza con la sua Ischia e le acque termali in cui ama tonificarsi.  Il futuro non sarà così confortevole.  Né per lei, né per i Tedeschi.

 

Ma intanto un evento da righetta “a margine” è stato rimpolpato con messaggi costruiti a tavolino (e che manco sfiorano l’incontro del dicembre 1989 nelle acque di Malta tra Bush padre e Gorbaciov con  l’abbozzo di ridisegno del mondo) come quello della “resilience” del nocciolo storico europeo di fronte alla strega “Brexit”. La quale nel frattempo continua – più che a dispiegare chissà quali effetti – a diluirsi…

 

Certo è – ed il cinemascope militarista delle acque pontine rafforza questa impressione – con questo tipo di approccio non si va da nessuna parte ed il nodo epocale dell’eclissi europea – con tutti gli annessi e connessi della crisi dei meccanismi integrativi e cooperativi – non fa che rendersi più evidente.   D’altro canto anche qui si mistifica (e non solo in Italia) “vendendo” come Stati nazionali quelli che sono soltanto i gusci in cui si annidano nomenklature con solo parassitarie quanto palesemente inette.    Logico che vadano “in gita”.   Che altro potrebbero fare?

 

 

 

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | AD AMBURGO I PADRONI DEL MONDO

07/07/2017

Mentre scriviamo è in corso ad Amburgo il vertice G20 (versione allargata di quel G8 inconcludentemente tenutosi – per turno – in Italia a Taormina poco più di un mese fa.   Entrambe le assise, ma questa attuale più rispondente al peso economico e geo-strategico dell’insieme degli ...
Leggi tutto

Flash | DA FANTOZZI A GRILLO E RENZI

04/07/2017

La triste scomparsa del comico (e non solo) Paolo Villaggio ci ha colpito più di quanto non abbia fatto la prevista raffica di dati negativi sull’occupazione… Infatti ci avrebbero stupito di più dati di segno positivo… e cioè del tutto incongrui con la condizione di un Paese che – al di là ...
Leggi tutto

Flash | PERIFERIA D’EUROPA

23/06/2017

Sarà pure vero che gli indicatori macro-economici segnalano impercettibili movimenti nel quadro economico italiano, ma – oltre al fatto di essere alla coda della non brillante Europa – il Belpaese rimane inerte e senza speranza.   Anzi soffuso di sinistri presagi… confermati ad ...
Leggi tutto

Flash | EUROPA: IL MARCIO E’ SICURO, IL NUOVO UN PO’ MENO

13/06/2017

Poiché l’Italia ce l’abbiamo ora sott’occhio, è dal Belpaese che iniziamo questa breve rassegna.   Le elezioni amministrative in varie città italiane hanno – finalmente – fornito una prova del fatto che gli Italiani continuano in qualche misura a pensare e a difendersi dalla ...
Leggi tutto

Flash | ECCOCI DACCAPO

07/06/2017

E così eccoci di nuovo punto e daccapo. Un po’ più di mezzo anno è trascorso dal referendum “costituzionale” del 4 dicembre che avrebbe dovuto sancire l’eclissi popolare del nuovo (autoproclamato…) “rieccolo” nazionale Matteo Renzi.  Ed invece – con il fantasmagorico progetto di castrazione ...
Leggi tutto

Flash | BRIGITTE, MARIA ELENA, VIRGINIA E LE ALTRE

10/05/2017

Di “nonna” Brigitte Macron abbiamo già parlato.  Altro non si può dire se non che il giovanilismo mediatico della “scoperta” Macron è stato “speziato” con la saggia maturità della sua mentore.   Ben diverse – forse miserabili – le storie che ci vengono dal Belpaese.  Sempre meno ...
Leggi tutto

Flash | LE “NOVITA’” DI PARIGI

08/05/2017

E’ un antico ricordo letterario di quando le mercerie più periferiche del mondo presentavano i prodotti della Madrepatria con il fatidico cartello “novità di Parigi”: un richiamo irresistibile per i compratori e soprattutto le compratrici “coloniali” o di provincia.  Ed è quanto ci è balzato ...
Leggi tutto

Flash | PARLAR D’ALTRO

05/05/2017

Mentre siamo alla vigilia del cruciale secondo turno dell’elezione presidenziale francese (nelle quali la scelta è tra un levigato robot e una pasionaria fascista), a tre settimane dal Vertice G7 di Taormina oltre naturalmente in presenza dell’impasse sulla legge elettorale in Italia e ...
Leggi tutto