Flash

28/03/2013

Flash – Terzi non ha colpa. Terzi Schettino

Terzi non ha colpe nel mostruoso “danno collaterale” del “caso marò”. Infatti, che colpa potrebbe avere una farfalla di essere farfalla, un topo di essere topo, o più precisamente un funzionario “allevato” per essere ciò che è: l’esatto contrario di un diplomatico al servizio non di questo o quel Governo bensì del proprio Paese: Right or wrong is my Country, è l’antico motto. Né più né meno di quel “pacta sunt servanda” che l’ultimo “furbetto” ha stracciato e – di fatto – buttato nel gabinetto.

La colpa – proprio così – è di chi lo ha scelto (e di chi non si è opposto…) pur conoscendone la ben nota fragilità (opportunismo?) di fronte alle responsabilità e nella direzione “politica” e tecnica. La colpa è di chi gli ha lasciato costruire una carriera sull’ “exploit” della visita di Fini in Israele. Un afflato che Terzi ha mantenuto fino alla recente “gaffe” del voto anti-palestinese all’ONU. La colpa è soprattutto di chi ha lasciato trasformare la Farnesina in un ridotto più che reazionario, oscurantista e totalmente incapace di essere nella benchè minima sintonia con un mondo cambiato ed investito da una crisi in cui l’Italia deve ancora costruire un minimo di “ubi consistam”.

Anzi Terzi ha avuto un grande merito: quello di mostrare che il “Re è davvero nudo” e l’Italia rischia di diventare – per sempre – non il nemico dell’India, bensì lo zimbello della comunità internazionale. Per un ventennio né Governo né opposizione hanno mostrato alcun interesse e/o capacità sia nella definizione di “linea” che nella gestione di strutture e persone. Proprio Terzi con le baggianate sull’”onore” della diplomazia italiana assortite da chiacchiere da “antemarcia” (su Roma…) ha illustrato questa disgraziata situazione. Troppo facile definire oggi il “pupillo” di un gruppo che lo ha “costruito” dal nulla (da Fini testè cacciato dal Parlamento nazionale al ventennale Segretario della Farnesina Vattani e senza dubbio alcuno anche dal D’Alema Ministro della continuità) come uno “Schettino”, anzi un super-Schettino dato che scappa non per sola paura ma nella speranza di guadagnarci sopra.

E chi oggi inventa la facile equazione Terzi=Schettino per anni non ha dato informazione alcuna su ciò che stava avvenendo alla Farnesina.

Quanto al Governo della gestione degli affari correnti (e speriamo che finiscano il prima possibile) la sua “politica” internazionale si sintetizza nel più miope economicismo (spread, fiscal compact e dintorni) assortito di cenette in Campidoglio con gli amici del “Bilderberg”. Troppo o troppo poco. Speriamo che la “lezione” Terzi apra qualche occhio prima che la politica interna si mangi definitivamente quella estera e quest’ultima si vendichi come è accaduto in questi giorni.

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | MORTI DI PALLONE?

14/11/2017

L’inglorioso zero a zero nel tempio del calcio milanese di San Siro e la conseguente esclusione dai mondiali del calcio del prossimo anno potrebbe  tradursi in un vero e proprio “de profundis” per l’auto (e non solo “auto”…) immagine nazionale.   Dagli e dagli lo “stellone” ...
Leggi tutto

Flash | OSTIA: L’ATLANTIC CITY DE NOANTRI

09/11/2017

Donald Trump che – come è noto – ricopre per volontà degli elettori statunitensi (e – a quanto pare – del KGB russo…) l’incarico di leader del “mondo libero” si trova in questi giorni a Pechino ove può constatare – rinchiuso nella successione rituale di cortili della Città proibita – ...
Leggi tutto

Flash | IL MONDO CAMBIA, L’ITALIA NO

24/10/2017

Mentre Donald Trump si accinge ad una serie di incontri nelle Filippine (ospite del feroce Dutertre…) cioè ben dentro quel Pacifico che rischia di sparire dalla panoplia delle sfere di influenza nord-americana, mentre il nuovo Mao (Xi Jinping) inaugura il “secolo” cinese e perfino mentre il ...
Leggi tutto

Flash | ARIDATECE LE FONTANELLE

19/10/2017

Riprendere queste note dopo oltre un mese non era facile e – soprattutto – non era facile giustificare un così lungo silenzio: paralizzati dalla sfida all’Ok Corral sull’orlo dell’abisso (nostro…) tra il piccolotto panciuto con gli occhi a mandorla del Nord-Corea ed il pupazzone gommato ...
Leggi tutto

Flash | C’E’ DEL MARCIO IN ITALIA

01/09/2017

La celebre frase pronunciata nell’Amleto di Shakespeare (e riferita alla Danimarca di mezzo millennio fa…) si attaglia perfettamente all’Italia di questo – ultimo – scorcio estivo.   Anche qui ci sono gli spettri ma – almeno fino ad ora – questo caso di cose non solo non genera ...
Leggi tutto

Flash | L’”APARTHEID” UNIVERSALE

29/08/2017

“… i meccanismi che hanno portato all’edificazione di un “apartheid universale” non hanno potuto impedire all’umanità di esprimere una tendenza oggettiva (sia pure nella sola forma consentita alla specie, in quelle condizioni, ovvero la riproduzione) che preme per una trasformazione globale. ...
Leggi tutto

Flash | AD AMBURGO I PADRONI DEL MONDO

07/07/2017

Mentre scriviamo è in corso ad Amburgo il vertice G20 (versione allargata di quel G8 inconcludentemente tenutosi – per turno – in Italia a Taormina poco più di un mese fa.   Entrambe le assise, ma questa attuale più rispondente al peso economico e geo-strategico dell’insieme degli ...
Leggi tutto

Flash | DA FANTOZZI A GRILLO E RENZI

04/07/2017

La triste scomparsa del comico (e non solo) Paolo Villaggio ci ha colpito più di quanto non abbia fatto la prevista raffica di dati negativi sull’occupazione… Infatti ci avrebbero stupito di più dati di segno positivo… e cioè del tutto incongrui con la condizione di un Paese che – al di là ...
Leggi tutto