Flash

16/05/2016

Flash | “Sorvegliare e punire”. Grillo e Renzi come Kim Il Sung…. Chi vincerà?

renzi-grillo

 

La forsennata campagna di Grillo e dei grillini della sua “guardia pretoriana” contro “Capitan Pizza” (al secolo il sindaco di Parma Pizzarotti) costituisce l’unica novità di una campagna elettorale sempre più squallida, priva di contenuti e di prospettive.

 

Il nucleo politico (su cui si sono scatenati media sempre più acritici ed affamati) è ovviamente del tutto irrilevante: puro flatus vocis per riempire vuoto e silenzi.   Estemporaneo /come da manuale) Grillo, “passista” e attento al manuale Renzi.  Sintesi valida per entrambi: “Sorvegliare e punire”.

 

Quindi Grillo vuole finalmente (ci pensa da almeno un paio d’anni) esercitare una punizione ammonitoria contro il Pizza.  Trattasi di uno come tutti gli altri del movimento, ma dignitosamente fermo nelle sue opinioni.  Dunque – sorvegliare e punire – da castigare alla prima occasione utile.    E questa – udite, udite – sarebbe il “peccato veniale” di aver scelto una sovrintendente del Teatro Regio di Parma saltando (pare…) la precedente graduatoria.

 

Peccato ovviamente veniale (tranne magari per i potenziali danneggiati…) ed incomparabile con le accuse giudiziarie che girano a mazzi dalle Alpi al Lilibeo.

 

Peccato mortale – di lesa maestà… – per ogni autocrate che si rispetti e che tutto controlla e tutto vuole sapere.  E non importa se il suo regno è in condominio con il figlio del precedente comproprietario (diritto ereditario… salico della famiglia Casaleggio).  Ed ecco dunque ricentrata la campagna elettorale su di un “sorvegliare e punire” che non è reminiscenza del testo anti-autoritario di Foucault quanto piuttosto osservanza del “metodo Kim Il  Sung” (nonno ederedi…).

 

Accanto all’exploit del Grillo (che verosimilmente gli costerà nelle urne….) c’è il “passismo” illusionista del Renzi, altro noto campione di democrazia.   Noi scherziamo, si ironizza pensando che – più che da elezioni – fu “intronato”  (con tanto di bacio all’Expo”…) dall’anziano Presidente “Re Giorgio”.

 

Lo scenario è dunque duplice: Grillo tuona, Renzi arpeggia.  L’ultima trovata è il raddoppio delle giornate elettorali: una non bastava…   Si tratta di muovere legioni addizionali di “truppe cammellate”.   Ci vuol tempo….    Sorvegliare e punire.     Uno è l’obiettivo: istupidire sempre più il tremebondo popolo italiano, controllarlo inchiodandolo a falsi problemi, falsi temi, vuoto di pensiero, assenza di credibili alternative.    E, intanto, la “nave – non  va”. Nell’economia, nella mancanza di senso e di progetto.     Si prenda ad esempio l’archiviazione del problema libico: passati come siamo dall’”armiamoci e partite” (con la pdssina Pinotti alla “Difesa” che contava le truppe dalla finestra di casa, presumibilmente canticchiando tra sé e sé “Tripoli bel suol d’amore” come nel 1912…).   Ora si continuerebbe a “negoziare”.   Niente truppe… per “motivi di sicurezza” (e già in guerra si muore…) : ma si sono ricordati di dirlo se non all’opinione pubblica almeno alle maschere giulive sedute in Parlamento?

 

Sorvegliare e punire.   Ne vincerà uno, perderanno tutte e due, si metteranno d’accordo?

 

Ed intanto – come in un romanzo di fantascienza – corre tra chi “conta” la voce che “Matteochissaquando” ha già un successore: si chiama (Santa) Maria Elena.

 

Noi siamo italiani, mica nord-coreani….

 

 

 

 

 

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | SCAMPAGNATA AL COLLE

01/06/2018

Non è per caso che queste righe non sono uscite nelle interminabili settimane che sono state necessarie per varare il “Governo del cambiamento” (sic).   Semplicemente non ci interessava e – soprattutto – non eravamo affamati delle insulse briciole sulle quali hanno banchettato ...
Leggi tutto

Flash | MATTANZA TRA ISRAELE E PALESTINA, GRAND HOTEL IN ITALIA

15/05/2018

Sessanta morti a Gaza: civili, adolescenti e perfino bambini.  Tutti uccisi anche con armi da guerra nell’isterica reazione israeliana di fronte alla più che legittima protesta palestinese di fronte ai “festeggiamenti” per l’apertura in Gerusalemme dell’unica Ambasciata ...
Leggi tutto

Flash | SARA’ UNA RISATA…

11/05/2018

“Sarà una risata … che vi seppellirà”… è con questo ritornello antico (ed un po’ auto-malaugurante…) che tornando nel Belpaese veniamo seguendo gli stupefacenti eventi che – dopo due mesi -  dovrebbero archiviare le elezioni “politiche” del 4 marzo.   D’altro canto che più dire ...
Leggi tutto

Flash | IL BARBIERE E IL QUIRINALE

04/04/2018

Questa mattina, passato il moscio interludio pasquale, si stava cercando di sintonizzarsi con l’ansia della nomenklatura – vecchia e nuova – per l’apertura delle consultazioni al Quirinale, anzi della “stagione” (dati i tempi previsti…) che il Presidente della Repubblica dedicherà a ...
Leggi tutto

Flash | LA GUERRA DEI BOTTONI

26/03/2018

Quella che si è combattuta nel fine settimana è stata - più che una guerra – una serie di scaramucce servite non solo a fissare chi ha vinto e chi ha perso il 4 marzo, quanto piuttosto - in perfetta analogia con la “guerra dei bottoni” (famoso e delizioso film francese del – pensate un po’ – ...
Leggi tutto

Flash | ZUCKERBERG NELLA POLVERE, CASALEGGIO SUGLI ALTARI

21/03/2018

Mentre nell’emisfero Nord (quello in cui ci troviamo…) comincia oggi la primavera…. E mentre una pletora di Mamozi (tanto insignificanti quanto privi di contenuti reali, dichiarati e – magari – contrapposti) si disputano il corpo sfatto della democrazia repubblicana e delle sue ...
Leggi tutto

Flash | UN MONDO DI SPIE?

16/03/2018

L’attualità internazionale (non diversamente da quella nostra, “domestica”) sta virando continuamente in una dispersione di fatti minuti che sembrano “inventati” apposta per distrarre da una realtà complessiva tanto angosciosa quanto inafferrabile.   Nel vasto mondo il recente ...
Leggi tutto

Flash | ALDO MORO E DINTORNI

14/03/2018

“Non credo ora opportuno un accoglimento in modo appropriato della richiesta.  Prego leggere e riferire”.   Suona così un appunto (che ancora custodisco da qualche parte) firmato dall’allora Ministro degli Esteri Aldo Moro ed indirizzatomi in qualità di dirigente sindacale (per il Sindacato ...
Leggi tutto