Flash

14/11/2017

Flash | MORTI DI PALLONE?

1510646059-gigi

L’inglorioso zero a zero nel tempio del calcio milanese di San Siro e la conseguente esclusione dai mondiali del calcio del prossimo anno potrebbe  tradursi in un vero e proprio “de profundis” per l’auto (e non solo “auto”…) immagine nazionale.

 

Dagli e dagli lo “stellone” nazionale (l’astrale benevolenza che tradizionalmente riteniamo averci protetto dal “peggio”) sembra essere svaporato dal nostro privilegiato orizzonte.

 

I punti appaiono esauriti, il credito celeste è finito, anche per i fortunati “figli” del Belpaese, quelli che credevano di potersi godere all’infinito un favore celeste (testimoniato tra l’altro dalla pressione “aliena” ai nostri confini marittimi guardati da un cinismo da bottegai): il “re è nudo” e lo è bene al di là del solo gioco del pallone.

 

Certo anche nello specifico si era perseguito il peggio lucrando su di una “risorsa” nazionale e non facendo nulla – ma proprio nulla – per conservarla e svilupparla. Così per la detronizzazione è bastata la serietà della Svezia.  Il palloncino dell’italica arroganza si è sgonfiato e non si vede all’orizzonte nessuna resistenza a Porta San Paolo di granatieri di Sardegna, né – tanto meno – di popolo armato. Se non altro per salvare la faccia all’indomani dell’armistizio e del conseguente “cambio di fronte”.   Ovvero tre giorni per riscattare tre anni di guerra insana.

 

Ora come ora non sarà facile neppure salvare la faccia.  A meno di ritenere che la passione nazionale per il cibo ed il furbo Farinetti possano da soli assicurarci un seggiolino di consolazione.

 

Non crediamo di essere soli a ritenere che la triste serata milanese del pallone sia una metafora del vicolo cieco in cui il Paese si è tuffato al seguito di una classe dirigente tanto pomposa quanto vuota ed arrogante.  Hanno perfino varato una legge elettorale con un solo scopo: autoperpetuarsi anche contro un ipotetico voto popolare di protesta.    E, per maggiore sicurezza, hanno inventato una “alternativa” fittizia (i “Cinque stelle” del condannato per reati comuni  il tonitruante Grillo ed i suoi sponsor di una srl dell’informatica).

 

E così il declino che va avanti da almeno tre decenni dovrebbe trasformarsi con le “elezioni” di primavera in paralisi irreversibile.  Ma davvero non c’è altra via che consumare – come nel calcio – il de profundis finale?

 

Ma davvero il Belpaese ritiene di salvarsi come ha fatto pescando due fatine di “risulta” ed affidando loro due tra le maggiori città d’Italia (la Capitale e Torino).  Così come il calcio agli interessi economici e al “mandarinato” federale?     Semplicemente non funziona, non funzionano le attitudini create a tavolino, la meritocrazia a rovescio, le finte competenze, l’illegalità camuffata da ipergarantismo. Volponi, “tromboni”, cialtroni supponenti, viscidi “eroi” nazionali svaporano ormai.   Di più svaniscono non appena li si confronti con il mondo esterno… perfino quello di oggi in cui prevalgono i disvalori sui valori.

 

Un solo “consiglio”: si metta a raffronto la cronaca “politica” con la vicenda calcistica di ieri notte e si costringa a nudo la nomenklatura politica. Anche queste settimane sono piene di insegnamenti tipo lo “scaricabarile” Banca d’Italia versus Consob, ovvero l’impossibile riscossa della sinistra di cacicchi e cacicchini, il ritorno dell’ottuagenario Berlusconi. Gli “homines novi” di cartapesta grillini.  E chi più ne ha più ne metta.

 

Non è un caso che nella tradizione italiana (cattolica?) al Carnevale segua la Quaresima: i coriandoli rimasti vanno spazzati via.  E meglio farlo subito.

 

Un augurio.  Non nostro ma di un “estremista” di quasi due secoli fa e che suonava così: “Italiani siate seri”.    Si chiamava Giuseppe Garibaldi.

 

Più in là non siamo andati…  Anzi chi ci ha provato ci ha (come si dice) “lasciato le penne”….

 

Intanto noi siamo sempre qui.

 

Accontentarsi? E poi: basterà?

 

 

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | OSTIA: L’ATLANTIC CITY DE NOANTRI

09/11/2017

Donald Trump che – come è noto – ricopre per volontà degli elettori statunitensi (e – a quanto pare – del KGB russo…) l’incarico di leader del “mondo libero” si trova in questi giorni a Pechino ove può constatare – rinchiuso nella successione rituale di cortili della Città proibita – ...
Leggi tutto

Flash | IL MONDO CAMBIA, L’ITALIA NO

24/10/2017

Mentre Donald Trump si accinge ad una serie di incontri nelle Filippine (ospite del feroce Dutertre…) cioè ben dentro quel Pacifico che rischia di sparire dalla panoplia delle sfere di influenza nord-americana, mentre il nuovo Mao (Xi Jinping) inaugura il “secolo” cinese e perfino mentre il ...
Leggi tutto

Flash | ARIDATECE LE FONTANELLE

19/10/2017

Riprendere queste note dopo oltre un mese non era facile e – soprattutto – non era facile giustificare un così lungo silenzio: paralizzati dalla sfida all’Ok Corral sull’orlo dell’abisso (nostro…) tra il piccolotto panciuto con gli occhi a mandorla del Nord-Corea ed il pupazzone gommato ...
Leggi tutto

Flash | C’E’ DEL MARCIO IN ITALIA

01/09/2017

La celebre frase pronunciata nell’Amleto di Shakespeare (e riferita alla Danimarca di mezzo millennio fa…) si attaglia perfettamente all’Italia di questo – ultimo – scorcio estivo.   Anche qui ci sono gli spettri ma – almeno fino ad ora – questo caso di cose non solo non genera ...
Leggi tutto

Flash | L’”APARTHEID” UNIVERSALE

29/08/2017

“… i meccanismi che hanno portato all’edificazione di un “apartheid universale” non hanno potuto impedire all’umanità di esprimere una tendenza oggettiva (sia pure nella sola forma consentita alla specie, in quelle condizioni, ovvero la riproduzione) che preme per una trasformazione globale. ...
Leggi tutto

Flash | AD AMBURGO I PADRONI DEL MONDO

07/07/2017

Mentre scriviamo è in corso ad Amburgo il vertice G20 (versione allargata di quel G8 inconcludentemente tenutosi – per turno – in Italia a Taormina poco più di un mese fa.   Entrambe le assise, ma questa attuale più rispondente al peso economico e geo-strategico dell’insieme degli ...
Leggi tutto

Flash | DA FANTOZZI A GRILLO E RENZI

04/07/2017

La triste scomparsa del comico (e non solo) Paolo Villaggio ci ha colpito più di quanto non abbia fatto la prevista raffica di dati negativi sull’occupazione… Infatti ci avrebbero stupito di più dati di segno positivo… e cioè del tutto incongrui con la condizione di un Paese che – al di là ...
Leggi tutto