Flash

12/08/2016

Flash | “L’ISTINTO PRIMORDIALE”

beppe15spalermo

Ferragosto è dietro l’angolo e – come prevedibile – il torpore vacanziero di molti (o di alcuni…) si accompagna ad una sinistra accelerazione di eventi negativi per altri (i più?). Quanto all’Italia i toni leggeri di prammatica assumono – come di consueto – tinte di farsa: di fatto fuori dal drammatico contesto internazionale… nonostante gli scarponi dei militari italiani più o meno su tutti i campi di battaglia  Questa volta però non siamo soli: Donald Trump (per dirne uno…) ci fornisce una sponda e non ci fa sentire troppo soli.

 

Mondo. Aleppo, che ricordo ancora alla fine del secolo scorso – e cioè appena poco più di un decennio fa – come una bellissima e civilissima   “altra Capitale di Siria” (con uno stupefacente bazar, una antica fortezza a picco sul centro moderno, l’albergo “art déco di Lawrence d’Arabia) è alle convulsioni finali: una nuova Sarajevo passata dalla tolleranza e  dalla convivenza ad una condizione che nella ex-Jugoslavia cancellò secoli di grande civiltà.  Ormai solo con il massimo di ottimismo ci si può aspettare una “tregua umanitaria” di 48 ore….

 

A Palmyra fu perfino peggio ma a soffrire furono le rovine, qui umani e molti bambini e da troppo tempo: quella che pudicamente si definisce “emergenza umanitaria”.   E pensare che alla fine  del millennio L’Italia era a Palmyra per aiutare la ripopolazione… di gazzelle del deserto intorno al sito archeologico.   Quando si dice il progresso….

 

Sirte,  Vittoria, tremenda vittoria, risuonano i tamburi di guerra in zone dove una volta i vincitori furono gli stessi di adesso:  gli Inglesi. Ora però tra i “vincitori” ci sarebbero anche gli “addestratori” italiani, mentre il super-vincitore sarebbe il “saggio” Obama.  Peraltro definito da Trump come il “papà” dello Stato (sedicente…) islamico.  Naturalmente in combutta con la perfida Hillary.    Che dire?  Beati i tempi quando nello “scatolone di sabbia” libico bastava il grande “impiccatore” il cosiddetto Maresciallo Graziani…          Ora tutto è più complicato e parlare di “vittorie” nel caos libico è perlomeno azzardato.    In ogni caso il Parlamento italiano (per quello che vale…. anche considerata la certificata incostituzionalità della sua “elezione”) in ossequio al decisionismo american renziano non se ne deve occupare .

In Libia, anzi dappertutto basta Renzi… i “Servizi” segreti e loro compagnia cantante.     Intanto il nuovo Capo della Polizia (già alter ego del mitico Bertolaso nonché “disincagliatore” della “Costa Concordia”…) Franco Gabrielli  rassicura dalla tribuna estiva della Versiliana (vedasi…) che il Paese – cioè noi – è protetto, abbastanza.  Però manteniamo alta la guardia.   Insomma “io speriamo che me la cavo…”.

 

Ma passiamo al “fronte interno” cioè all’”amata Patria”.  Per la generalità dei cittadini nessuna novità.  A meno di non voler considerare tali gli “anticipi” (eventuali) delle pensioni per chi proprio non ce la fa più… L’anticipo se lo pagherebbero gli interessati medesimi, mentre il Governo regala a banche ed assicurazioni un nuovo terreno da sfruttare…. Stato sociale “all’italiana”.  Nell’era renziana.  Intanto l’economia italiana si scuote dal suo torpore cadaverico e… va in vacanza.    In chiusura di Borsa guadagna il nuovo “re del Colosseo” (il “patriota Tod’s, Della Valle….)  e le Banche…   Quando si dice “onore al merito”)

 

E poi, mentre finalmente Renzi ci risparmia allocuzioni ed autoincensamenti e probabilmente si accontenterà del prossimo mega-vertice di Ventotene (lui stesso, Hollande e Merkel….) ,  il suo antagonista (o meglio deuteragonista… “spalla”) Beppe Grillo comincia a mobilitazione dei suoi fan.   Innanzitutto con un fantastico video catastrofista: mare, nubi, lampi, la Sicilia (la nostra “Manica”) che lo vedrà nuotare ancora una volta e “piegare” il Governo ed anche la Natura…

 

E poi – come dice lui – “seguire l’”istinto primordiale”, ovvero prepararsi a votare no al referendum (anti)-costituzionale… “Basta guardarli…”.   Allude a Renzi, Boschi e co.

 

In verità non occorre guardarli negli occhi, basta pensare a quello che già hanno fatto e quello che potrebbero fare…..   se vincesse il sì.

 

Quanto a Grillo, più che mostrare una tempesta cinematografica, spieghi perché a Roma la neo-sindaca per “cambiare” abbia scelto una fiera esponente del vecchio quarantennale sistema.

 

O davvero Grillo/Raggi credono che la neo-Assessora Muraro sia l’Einstein della “monnezza”: Costantinopoli cadde mentre discuteva del sesso degli Angeli, Roma vuole cadere contando i topi (gabbiani, volpi e così via) nei cassonetti?

 

Non sarà questo il cielo che Grillo vede tra le sue nuvole ed il suo cielo tempestoso?

 

Intanto buon Ferragosto e meno male che gli odierni attentati tailandesi non erano “ideologici”…

 

 

 

 

 

 

 

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | EUROPA: IL MARCIO E’ SICURO, IL NUOVO UN PO’ MENO

13/06/2017

Poiché l’Italia ce l’abbiamo ora sott’occhio, è dal Belpaese che iniziamo questa breve rassegna.   Le elezioni amministrative in varie città italiane hanno – finalmente – fornito una prova del fatto che gli Italiani continuano in qualche misura a pensare e a difendersi dalla ...
Leggi tutto

Flash | ECCOCI DACCAPO

07/06/2017

E così eccoci di nuovo punto e daccapo. Un po’ più di mezzo anno è trascorso dal referendum “costituzionale” del 4 dicembre che avrebbe dovuto sancire l’eclissi popolare del nuovo (autoproclamato…) “rieccolo” nazionale Matteo Renzi.  Ed invece – con il fantasmagorico progetto di castrazione ...
Leggi tutto

Flash | BRIGITTE, MARIA ELENA, VIRGINIA E LE ALTRE

10/05/2017

Di “nonna” Brigitte Macron abbiamo già parlato.  Altro non si può dire se non che il giovanilismo mediatico della “scoperta” Macron è stato “speziato” con la saggia maturità della sua mentore.   Ben diverse – forse miserabili – le storie che ci vengono dal Belpaese.  Sempre meno ...
Leggi tutto

Flash | LE “NOVITA’” DI PARIGI

08/05/2017

E’ un antico ricordo letterario di quando le mercerie più periferiche del mondo presentavano i prodotti della Madrepatria con il fatidico cartello “novità di Parigi”: un richiamo irresistibile per i compratori e soprattutto le compratrici “coloniali” o di provincia.  Ed è quanto ci è balzato ...
Leggi tutto

Flash | PARLAR D’ALTRO

05/05/2017

Mentre siamo alla vigilia del cruciale secondo turno dell’elezione presidenziale francese (nelle quali la scelta è tra un levigato robot e una pasionaria fascista), a tre settimane dal Vertice G7 di Taormina oltre naturalmente in presenza dell’impasse sulla legge elettorale in Italia e ...
Leggi tutto

Flash | FRANCIA. FUSIONE DEL SECOLO TRA ROTSCHILD ED ELISEO

24/04/2017

“En Marche” un trionfo annunciato del peggiore. Quello che l’Italia aveva già conosciuto con Berlusconi prima e con Renzi poi si è pericolosamente avvicinato (in attesa del secondo turno delle elezioni presidenziali) con l’entrata in ballottaggio della “creaturina” della Banca Rotschild e co ...
Leggi tutto

Flash | SPARI A PARIGI, STRETTE DI MANO A WASHINGTON

21/04/2017

Il calendario globale ha le sue scadenze ed i suoi imprevisti.  Tra le “scadenze” c’è evidentemente (e sia detto senza cinismo alcuno: si tratta di coincidenza prescritta…) la sparatoria nel centro di Parigi tra l’Arco di Trionfo e Piazza della Concorde.  Ovvero tra l’”alfa e l’omega” di ...
Leggi tutto

Flash | “TUTTI GIU’ PER TERRA”

19/04/2017

Le ultime notizie danno l’”Armada” statunitense già diretta verso la Corea del Nord ed il suo improbabile dittatore come in piena retromarcia rispetto all’itinerario nel Pacifico verso il Mar Cinese settentrionale.  Allo stato possiamo solo pensare che la “Navy” (a differenza delle allegre ...
Leggi tutto