Flash

13/06/2017

Flash | EUROPA: IL MARCIO E’ SICURO, IL NUOVO UN PO’ MENO

prova

Poiché l’Italia ce l’abbiamo ora sott’occhio, è dal Belpaese che iniziamo questa breve rassegna.

 

Le elezioni amministrative in varie città italiane hanno – finalmente – fornito una prova del fatto che gli Italiani continuano in qualche misura a pensare e a difendersi dalla piovra della nomenklatura politica: morente ma non per questo meno aggressiva.

 

La immediatamente – voluttuosamente – celebrata eclisse (meglio: battuta d’arresto) del sacripante Grillo (al seggio elettorale nella natia Genova presentatosi al seggio con profetico elmetto…) ha fatto tirare molti sospiri di sollievo a tutti coloro che avevano affrettatamente attribuito ai “Cinque Stelle” un potere “Spic e Span” nella politica nazionale.

 

E, poiché almeno a Roma noi siamo stati tra quegli ingenui – peraltro smentiti in un battibaleno dall’incredibile oriunda iraniana Virginia Raggi da noi plebiscitata al Campidoglio – il ridimensionamento dell’esperimento grillino non ha mancato di tranquillizzarci.   D’altro canto pensare che personaggi del calibro del Di Maio e del Di Battista avrebbero potuto “guidare” un Paese come l’Italia – quando palesemente non sono in grado di guidare manco un comune – era da parte nostra una mattana a malapena giustificata dal crollo di credibilità di quelli che li avevano preceduti…. PD renziano in primo luogo. O nel caso di Roma dall’invenzione pdssina – solo tardivamente rinnegata – del sindaco chirurgo, Marino…. Quello per intenderci “scaricato” con giustificato fastidio perfino dal Papa di Roma….

 

D’altro canto il succedersi di cortine fumogene (da noi italiani anticipato ed iniziato dal “grande vecchio” Berlusconi oltre un ventennio fa) ed il diffondersi di gabbole come quella dei “populismi”  che poi altro non sarebbero che l’”insana” aspirazione dei cittadini elettori di “dire la loro”, hanno trasformato politica e partecipazione democratica in un rimpiattino della società civile per costruirsi uno spazio di autodifesa rispetto ad ogni genere di prevaricazione.

 

E qui possiamo guardare fuori dei patri confini.   E – più che la Francia che ha “scoperto” il berlusconismo riveduto e corretto vent’anni e più dopo di noi – conta l’esempio inglese con la subitanea messa in mora della modestissima ed arrogantissima May.    E, d’altro canto, il celebrato (dai media nostrani) “poulain” (pollo di batteria) Macron si sta rivelando a ritmo accelerato un’operazione di marketing della classe dirigente economica-finanziaria d’Oltralpe.

 

Insomma una specie di Renzi col turbo ed “aggiustato” ai tic e alle idiosincrasie francesi…. Altro che monarca repubblicano con “nanny” al seguito.

 

E sarebbe questo il nuovo “che avanza”?  O forse lo è il previsto progrom anti-rom dello “statista” Grillo per interposta Virginia.

 

Certo fuori delle retoriche ufficiali è difficile interpretare tutto quello che sta avvenendo in Europa (e nel mondo dell’”età della collera”) ma – almeno sembra a noi – ogni progressiva “apertura degli occhi” non può che contribuire a snebbiare una situazione apparentemente inestricabile.  Si pensi – tanto per dirne una – al Trump che celebra (previo rimborso personale) gli incontri protocollari nei suoi “resort”.

 

O allo stesso (in Italia ammiratissimo a destra…) Putin che arresta – stile Erdogan – i suoi oppositori a centinaia.  Al giorno.

 

Evidentemente siamo di fronte ad un’epidemia in cui l’Europa non è l’aggredito (e forse lo meriterebbe…) ma un terreno elettivo d’infezione.   Ed Oltreatlantico non stanno meglio in preda ad una febbre quartana dalla quale non è affatto detto che possano uscire.

 

Per ora possiamo chiudere queste noticine con il famoso motto di un attore (Giancarlo Cobelli) di un non lontanissimo passato: “fermate il mondo: voglio scendere”………… Qui c’è più sapienza di quanta non sia reperibile in qualunque assise politica… Occidentale ed Orientale, sviluppata o arretrata, roussoniana o tardo illuminista.  Né tanto meno ispirata da religioni e/o credenze.

 

 

 

 

 

 

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | MATTANZA TRA ISRAELE E PALESTINA, GRAND HOTEL IN ITALIA

15/05/2018

Sessanta morti a Gaza: civili, adolescenti e perfino bambini.  Tutti uccisi anche con armi da guerra nell’isterica reazione israeliana di fronte alla più che legittima protesta palestinese di fronte ai “festeggiamenti” per l’apertura in Gerusalemme dell’unica Ambasciata ...
Leggi tutto

Flash | SARA’ UNA RISATA…

11/05/2018

“Sarà una risata … che vi seppellirà”… è con questo ritornello antico (ed un po’ auto-malaugurante…) che tornando nel Belpaese veniamo seguendo gli stupefacenti eventi che – dopo due mesi -  dovrebbero archiviare le elezioni “politiche” del 4 marzo.   D’altro canto che più dire ...
Leggi tutto

Flash | IL BARBIERE E IL QUIRINALE

04/04/2018

Questa mattina, passato il moscio interludio pasquale, si stava cercando di sintonizzarsi con l’ansia della nomenklatura – vecchia e nuova – per l’apertura delle consultazioni al Quirinale, anzi della “stagione” (dati i tempi previsti…) che il Presidente della Repubblica dedicherà a ...
Leggi tutto

Flash | LA GUERRA DEI BOTTONI

26/03/2018

Quella che si è combattuta nel fine settimana è stata - più che una guerra – una serie di scaramucce servite non solo a fissare chi ha vinto e chi ha perso il 4 marzo, quanto piuttosto - in perfetta analogia con la “guerra dei bottoni” (famoso e delizioso film francese del – pensate un po’ – ...
Leggi tutto

Flash | ZUCKERBERG NELLA POLVERE, CASALEGGIO SUGLI ALTARI

21/03/2018

Mentre nell’emisfero Nord (quello in cui ci troviamo…) comincia oggi la primavera…. E mentre una pletora di Mamozi (tanto insignificanti quanto privi di contenuti reali, dichiarati e – magari – contrapposti) si disputano il corpo sfatto della democrazia repubblicana e delle sue ...
Leggi tutto

Flash | UN MONDO DI SPIE?

16/03/2018

L’attualità internazionale (non diversamente da quella nostra, “domestica”) sta virando continuamente in una dispersione di fatti minuti che sembrano “inventati” apposta per distrarre da una realtà complessiva tanto angosciosa quanto inafferrabile.   Nel vasto mondo il recente ...
Leggi tutto

Flash | ALDO MORO E DINTORNI

14/03/2018

“Non credo ora opportuno un accoglimento in modo appropriato della richiesta.  Prego leggere e riferire”.   Suona così un appunto (che ancora custodisco da qualche parte) firmato dall’allora Ministro degli Esteri Aldo Moro ed indirizzatomi in qualità di dirigente sindacale (per il Sindacato ...
Leggi tutto

Flash | DALLA “DITTA” A CALIGOLA E ALLE CALENDE

09/03/2018

Ormai archiviato il patetico ed infantile titolo di apertura del “Fatto quotidiano” del 5 marzo “CAMBIA TUTTO”, la crisi post-elettorale sta trascolorando in una farsa quotidiana che soltanto il serioso Presidente Mattarella può richiamare a – udite udite! – alla ...
Leggi tutto