Flash

29/11/2013

Flash

SIPA ICONO : MORT DE NAPOLEON DANS L'ILE  DE SAINTE HELENE LE 5 MAI 1821 - GRAVURE

Ok: l’uomo nero non c’è più e – salvo un’improbabile resurrezione in formato “zombie” – non dovrebbe più tornare,  affidato – come è – ad una pattuglia di gremlin eterodiretti (e, dunque, ormai decerebrati) e fianco a fianco di “omuncoli” (per usare la celebre definizione che l’allora Presidente Saragat affibbiò al suo pupillo Tanassi, quello dello scandalo Lockeed) ormai impegnati nel proprio riciclaggio”.  Più o meno assistito dai volenterosi “antagonisti” democratici dei quali ormai sono i volenterosi supporter.  E qui sta il punto, non nella tuttora variopinta “armada” del centro-destra.

Ma per conoscere il “cast” del PD (“nucleo d’acciaio” del Governo Letta) occorrerà avere un po’ di pazienza fino alla Festa dell’Immacolata e  a quell’8 dicembre fatidico giorno dello scontro finale tra i tre “pulcini” – per così dire – della “covata” del Nazareno (già Botteghe Oscure – che né Renzi, né Civati hanno mai conosciuto – e poi del “Loft” veltroniano…).   In breve due “giovanotti” ed un redivivo “unto” non dal Signore, ma da D’Alema in persona, il “mittel-Europeo” Cuperlo.  Ai lati del ring il “Conte Zio” Epifani, lo stesso che seppellì la CGIL di Sergio Cofferati, “colpevole” di aver mobilitato svariati milioni di lavoratori e cittadini.  E noto anche per avere ristretto i problemi dei lavoratori e pensionati a “un centinaio di euro in più”…

Cosa tutto ciò abbia a che fare con l’agenda urgente del Paese (ancora tutta da scrivere…) è un mistero.     Non a caso il primo – e unico – confronto tra i tre pulcini avverrà già questa sera con un formato da “X Factor”.    Poi l’8 dicembre il voto, poi… poi..   Ed intanto il “Giovane Letta” continua a girare il mondo (a spese nostre…)  in una infaticabile auto-campagna: per conto di chi? Boh?… Sé stesso?  Il Presidente della Repubblica?    Al momento quest’ultimo ha deciso di non “fare finta di niente” di fronte al cambio di maggioranza dopo l’uscita dal Governo della neonata Forza Italia e di affidare a Letta un “passaggio” parlamentare che si concluderà con l’inevitabile “fiducia”.

In breve una sceneggiatura così perfetta e completa da far invidia al primo “Posto al sole”.  Per la generalità degli Italiani invece fa freddo, molto freddo: la legge di bilancio (detta – tanto per dire – di “stabilità”)  non darà nessuna indicazione e toglierà tantissimo, a partire dall’IMU camuffata e dalla “solidarietà” forzosa tra poveracci e meno poveracci.  Ovviamente senza nulla togliere a questa stucchevole, superfetata, nomenklatura.  Ed infine perché mai uno dei tre “selezionati” per le finali del Concorso “nuova Italia democratica” dovrebbe – o potrebbe – guidarci fuori da una crisi che in Italia non è cominciata non nel 2008 ma ben prima.  E, ahimè, prima dell’uomo “cattivo” di Arcore.

Infine, per i cultori del “noir” si raccomanda la lettura dei vari testi su “Napoleone a Sant’Elena”.  Il “formato” non è esattamente quello di Berlusconi ad Arcore, ma – come si vedrà – poco ci manca…

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | IL BARBIERE E IL QUIRINALE

04/04/2018

Questa mattina, passato il moscio interludio pasquale, si stava cercando di sintonizzarsi con l’ansia della nomenklatura – vecchia e nuova – per l’apertura delle consultazioni al Quirinale, anzi della “stagione” (dati i tempi previsti…) che il Presidente della Repubblica dedicherà a ...
Leggi tutto

Flash | LA GUERRA DEI BOTTONI

26/03/2018

Quella che si è combattuta nel fine settimana è stata - più che una guerra – una serie di scaramucce servite non solo a fissare chi ha vinto e chi ha perso il 4 marzo, quanto piuttosto - in perfetta analogia con la “guerra dei bottoni” (famoso e delizioso film francese del – pensate un po’ – ...
Leggi tutto

Flash | ZUCKERBERG NELLA POLVERE, CASALEGGIO SUGLI ALTARI

21/03/2018

Mentre nell’emisfero Nord (quello in cui ci troviamo…) comincia oggi la primavera…. E mentre una pletora di Mamozi (tanto insignificanti quanto privi di contenuti reali, dichiarati e – magari – contrapposti) si disputano il corpo sfatto della democrazia repubblicana e delle sue ...
Leggi tutto

Flash | UN MONDO DI SPIE?

16/03/2018

L’attualità internazionale (non diversamente da quella nostra, “domestica”) sta virando continuamente in una dispersione di fatti minuti che sembrano “inventati” apposta per distrarre da una realtà complessiva tanto angosciosa quanto inafferrabile.   Nel vasto mondo il recente ...
Leggi tutto

Flash | ALDO MORO E DINTORNI

14/03/2018

“Non credo ora opportuno un accoglimento in modo appropriato della richiesta.  Prego leggere e riferire”.   Suona così un appunto (che ancora custodisco da qualche parte) firmato dall’allora Ministro degli Esteri Aldo Moro ed indirizzatomi in qualità di dirigente sindacale (per il Sindacato ...
Leggi tutto

Flash | DALLA “DITTA” A CALIGOLA E ALLE CALENDE

09/03/2018

Ormai archiviato il patetico ed infantile titolo di apertura del “Fatto quotidiano” del 5 marzo “CAMBIA TUTTO”, la crisi post-elettorale sta trascolorando in una farsa quotidiana che soltanto il serioso Presidente Mattarella può richiamare a – udite udite! – alla ...
Leggi tutto

Flash | VINCITORI E VINTI

05/03/2018

E così eccoci qui: un mare di macerie, un Paese definitivamente frastornato, in breve il nulla che sconfigge il male che affligge il Belpaese (ma è ancora tale?) da un quarto di secolo ovvero dall’irrisolto dramma di “mani pulite” del 1992.   Per non parlare della cesura reazionaria che fu ...
Leggi tutto

Flash | PINOCCHIO, MANGIAFUOCO E L’OPERAZIONE SAN GENNARO

28/02/2018

A quattro giorni dalle elezioni politiche, appare più che mai valida la nota battuta della “situazione che è grave ma non seria”.  In breve una sorta di condanna nazionale alla persistente, ed anzi aggravata, condizione di minorità in cui l’Italia tende sempre a trovarsi non appena  - come ...
Leggi tutto