Flash

It-Next 09/08/2013

FLASH 9 AGOSTO

20130808_c4_esposito-

Confessiamolo: aver paragonato la sentenza della Cassazione sulla montagna di denaro trasferita clandestinamente in qualche “paradiso” da Berlusconi e dalla sua Mediaset al voto del 25 luglio del 1943 con cui il “Gran Consiglio” del Fascismo dichiarava la chiusura per l’Italia del ventennio mussoliniano era un inguaribile eccesso di ottimismo.

Questa estate 2013 non ha nulla a che vedere con quella febbrile del 1943 in cui – pur tra i mille intrighi raccontati da Paolo Monelli in Roma 1943 e che ci sono stati tramandati fino a quando la memoria è stata un valore – si ponevano le basi per la “rinascita” nazionale. Il torpore ferragostano stempera i mille rivoli di una furoreggiante idiozia (la vera moda dell’estate) e fino a settembre: ognuno per sé, secchiello, paletta, Billionaire, anziani a “godersi” l’aria condizionata dei supermercati senza poter fare una spesa decente. Insomma chi se ne fotte… anzi le “code” sono peggio di eventi che sembravano “epocali”.

Tre i casi – tra i tanti – da citare. Il giudice di Cassazione Esposito – dopo aver emesso una sentenza ineccepibile e dunque “storica”- ha deciso di autocelebrarsi pubblicamente fornendo agli orfani di Berlusconi un terreno di cultura per i propositi di “revanche”: quanto a lui non rischia certo la fucilazione nel “carcere degli scalzi” di Verona” (che toccò ai firmatari dell’ordine del giorno Grandi a partire da Galeazzo Ciano genero del Duce), bensì la prevedibile reprimenda del Consiglio superiore della Magistratura convocato “ad horas”, e cioè ai primi di settembre…

In sequenza si potrebbe avere l’intronazione di Marina Berlusconi a capo del partito di famiglia, assicurando all’Italia la prosecuzione di una saga che fa impallidire tutte le Dallas e le Beautiful, rinverdendo sulla scena mediatica globale i fasti del nostro cosmopolitismo rinascimentale. Poco male se questa “telenovela” assomiglia più a “Emergency Room” che alle lussuriose praterie e alle trivelle petrolifere.

Da ultimo (come sempre) i conciliaboli nel PD: Congresso – forse – a fine novembre, zero piattaforma programmatica, complottismo ad oltranza in una autoreferenzialità che il pontificato Ratzinger era un gioco da ragazzi.

Per guarnire questo “horror vacui” un tonitruante “Giovane Letta” che annuncia la fine del “femminicidio” e – per domani – la polizia anti-omofobica. Divertente in un Paese che nomina al vertice del Senato un tipo che paragona una Ministro nera ad un orango e che annovera poliziotti che apostrofano la deportanda moglie kazaka di un dissidente come “tu, puttana russa”…

Evviva. Buon Ferragosto.

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | AD AMBURGO I PADRONI DEL MONDO

07/07/2017

Mentre scriviamo è in corso ad Amburgo il vertice G20 (versione allargata di quel G8 inconcludentemente tenutosi – per turno – in Italia a Taormina poco più di un mese fa.   Entrambe le assise, ma questa attuale più rispondente al peso economico e geo-strategico dell’insieme degli ...
Leggi tutto

Flash | DA FANTOZZI A GRILLO E RENZI

04/07/2017

La triste scomparsa del comico (e non solo) Paolo Villaggio ci ha colpito più di quanto non abbia fatto la prevista raffica di dati negativi sull’occupazione… Infatti ci avrebbero stupito di più dati di segno positivo… e cioè del tutto incongrui con la condizione di un Paese che – al di là ...
Leggi tutto

Flash | PERIFERIA D’EUROPA

23/06/2017

Sarà pure vero che gli indicatori macro-economici segnalano impercettibili movimenti nel quadro economico italiano, ma – oltre al fatto di essere alla coda della non brillante Europa – il Belpaese rimane inerte e senza speranza.   Anzi soffuso di sinistri presagi… confermati ad ...
Leggi tutto

Flash | EUROPA: IL MARCIO E’ SICURO, IL NUOVO UN PO’ MENO

13/06/2017

Poiché l’Italia ce l’abbiamo ora sott’occhio, è dal Belpaese che iniziamo questa breve rassegna.   Le elezioni amministrative in varie città italiane hanno – finalmente – fornito una prova del fatto che gli Italiani continuano in qualche misura a pensare e a difendersi dalla ...
Leggi tutto

Flash | ECCOCI DACCAPO

07/06/2017

E così eccoci di nuovo punto e daccapo. Un po’ più di mezzo anno è trascorso dal referendum “costituzionale” del 4 dicembre che avrebbe dovuto sancire l’eclissi popolare del nuovo (autoproclamato…) “rieccolo” nazionale Matteo Renzi.  Ed invece – con il fantasmagorico progetto di castrazione ...
Leggi tutto

Flash | BRIGITTE, MARIA ELENA, VIRGINIA E LE ALTRE

10/05/2017

Di “nonna” Brigitte Macron abbiamo già parlato.  Altro non si può dire se non che il giovanilismo mediatico della “scoperta” Macron è stato “speziato” con la saggia maturità della sua mentore.   Ben diverse – forse miserabili – le storie che ci vengono dal Belpaese.  Sempre meno ...
Leggi tutto

Flash | LE “NOVITA’” DI PARIGI

08/05/2017

E’ un antico ricordo letterario di quando le mercerie più periferiche del mondo presentavano i prodotti della Madrepatria con il fatidico cartello “novità di Parigi”: un richiamo irresistibile per i compratori e soprattutto le compratrici “coloniali” o di provincia.  Ed è quanto ci è balzato ...
Leggi tutto

Flash | PARLAR D’ALTRO

05/05/2017

Mentre siamo alla vigilia del cruciale secondo turno dell’elezione presidenziale francese (nelle quali la scelta è tra un levigato robot e una pasionaria fascista), a tre settimane dal Vertice G7 di Taormina oltre naturalmente in presenza dell’impasse sulla legge elettorale in Italia e ...
Leggi tutto