Flash

31/10/2013

Flash

come-mantenere-una-zucca-di-halloween-622x466

Quest’anno la notte di Halloween degli Italiani si annuncia un po’ meno festosa e ancora meno per quella minoranza che –ancora – si prende la briga di pensare (ancor peggio se con la propria testa).   Certo la Lega terrà non una, ma ben due “feste della zucca” entrambe in quel di Piacenza terra dove la Bassa padana (e le colline) stingono nella marcita lombarda: a Pecorara con il redivivo (si fa per dire) Bossi e l’intramontabile Tremonti e a Ziano con il Matteo Salvini, “delfino” dell’ex delfino Maroni.     Lì si rischia che le zucche siano amare, senza contare che in italiano “zucca” e “zuccone” hanno un significato univocamente negativo e dispregiativo.  Ma tant’è…

Il brutto – quello che conta – sta altrove e cioè  nell’accelerata “esondazione” del pentolone in cui ribollono i miasmi nazionali.  Qualche esempio: intanto quello rituale della “saga” berlusconiana (“senza fine, senza fine, tu trascini la nostra vita”, ecc. ecc. come cantava la Mina d’antan) assortita quotidianamente di figlie (di primo e secondo letto…), di democrazia “violata” (ci risiamo…) e del coraggioso ex-delfino (si parla del fisiognomico coniglietto Alfano).   Qui siamo alla milionesima replica e – d’altro canto – fin che ci sono spettatori lo spettacolo va avanti.

C’è dell’altro ed un posto d’onore spetta al caso della figlia del costruttore Ligresti che – secondo un’indagine della stessa magistratura – sarebbe stata scarcerata dopo una sola settimana di custodia cautelare in quanto “a rischio di anoressia e depressione” Ohibò, al soccorso,al soccorso!  Ed infatti – direttamente contattata dai familiari – la Ministro Cancellieri avrebbe favorito un esito opposto a quello del povero Cucchi.   Certo si capisce che per una miliardaria (?) abituata ai “Green” degli ippodromi la sofferenza è incomparabile con quella di un geometra forse tossico e certo abituato alla vita di strada…. Eppure tanta selettiva sollecitudine suscita perplessità.  Almeno.    Il rimedio c’è e si può attuare subito e “a costo zero”: trasformare il numero privato della signora Cancellieri in Numero Verde a disposizione di tutti gli Italiani i quali – nel caso avessero un congiunto, un amico, un vicino di casa in custodia cautelare potranno risolvere in quattro e quattr’otto la penosa vicenda.

Altro che crisi della giustizia….

Lo “zibaldone” ne contiene però una ancora peggiore: il denunciato caso dei profughi Siriani prima salvati dalla corvetta militare “Chimera” e poi destramente “alleggeriti” dei propri poveri averi già messi scrupolosamente “a custodia” dal personale militare di bordo, salvo poi non riaverli mai più.  Senza parole.   Anzi solo citando l’ultimo testo del sociologo francese Alain Touraine che inquadra la crisi dello Stato nel contesto di una vera e propria “fine della società” , delle sue strutture e delle sue istituzioni incompatibili con la globalizzazione finanziaria.   Ma, anche qui, il fenomeno (a cui assistiamo giorno dopo giorno mentre monta l’indifferenza) non è “neutro” e fa invece capo alle responsabilità di cui già parlava un altro sociologo – il grande Pierre Bourdieu – parlando di “dominazione e sottomissione” e precisamente della politica “professionale” e dei “media di servizio” (al loro servizio…).

Purtroppo l’antidoto prescritto – quello dell’individuo come “soggetto etico” autonomo – non appare minimamente praticabile in questa sfibrata Italia in cui i “maestri” ripetono il vuoto mantra delle “istituzioni” ed i leader spacciano impunemente la propria autoreferenzialità per “amore” per il proprio Paese.

Buon Hallowen, buoni Morti, buoni Santi. Buon week end.

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | PERIFERIA D’EUROPA

23/06/2017

Sarà pure vero che gli indicatori macro-economici segnalano impercettibili movimenti nel quadro economico italiano, ma – oltre al fatto di essere alla coda della non brillante Europa – il Belpaese rimane inerte e senza speranza.   Anzi soffuso di sinistri presagi… confermati ad ...
Leggi tutto

Flash | EUROPA: IL MARCIO E’ SICURO, IL NUOVO UN PO’ MENO

13/06/2017

Poiché l’Italia ce l’abbiamo ora sott’occhio, è dal Belpaese che iniziamo questa breve rassegna.   Le elezioni amministrative in varie città italiane hanno – finalmente – fornito una prova del fatto che gli Italiani continuano in qualche misura a pensare e a difendersi dalla ...
Leggi tutto

Flash | ECCOCI DACCAPO

07/06/2017

E così eccoci di nuovo punto e daccapo. Un po’ più di mezzo anno è trascorso dal referendum “costituzionale” del 4 dicembre che avrebbe dovuto sancire l’eclissi popolare del nuovo (autoproclamato…) “rieccolo” nazionale Matteo Renzi.  Ed invece – con il fantasmagorico progetto di castrazione ...
Leggi tutto

Flash | BRIGITTE, MARIA ELENA, VIRGINIA E LE ALTRE

10/05/2017

Di “nonna” Brigitte Macron abbiamo già parlato.  Altro non si può dire se non che il giovanilismo mediatico della “scoperta” Macron è stato “speziato” con la saggia maturità della sua mentore.   Ben diverse – forse miserabili – le storie che ci vengono dal Belpaese.  Sempre meno ...
Leggi tutto

Flash | LE “NOVITA’” DI PARIGI

08/05/2017

E’ un antico ricordo letterario di quando le mercerie più periferiche del mondo presentavano i prodotti della Madrepatria con il fatidico cartello “novità di Parigi”: un richiamo irresistibile per i compratori e soprattutto le compratrici “coloniali” o di provincia.  Ed è quanto ci è balzato ...
Leggi tutto

Flash | PARLAR D’ALTRO

05/05/2017

Mentre siamo alla vigilia del cruciale secondo turno dell’elezione presidenziale francese (nelle quali la scelta è tra un levigato robot e una pasionaria fascista), a tre settimane dal Vertice G7 di Taormina oltre naturalmente in presenza dell’impasse sulla legge elettorale in Italia e ...
Leggi tutto

Flash | FRANCIA. FUSIONE DEL SECOLO TRA ROTSCHILD ED ELISEO

24/04/2017

“En Marche” un trionfo annunciato del peggiore. Quello che l’Italia aveva già conosciuto con Berlusconi prima e con Renzi poi si è pericolosamente avvicinato (in attesa del secondo turno delle elezioni presidenziali) con l’entrata in ballottaggio della “creaturina” della Banca Rotschild e co ...
Leggi tutto

Flash | SPARI A PARIGI, STRETTE DI MANO A WASHINGTON

21/04/2017

Il calendario globale ha le sue scadenze ed i suoi imprevisti.  Tra le “scadenze” c’è evidentemente (e sia detto senza cinismo alcuno: si tratta di coincidenza prescritta…) la sparatoria nel centro di Parigi tra l’Arco di Trionfo e Piazza della Concorde.  Ovvero tra l’”alfa e l’omega” di ...
Leggi tutto