Flash

11/10/2013

Flash

http://www.dreamstime.com/royalty-free-stock-photography-chemical-weapons-word-cloud-image10047147

Come era ampiamente prevedibile, la piaga aperta dalla tragedia di Lampedusa si sta rapidamente rimarginando all’insegna (come avevamo scritto) di chi “muore giace, chi vive si da pace…”): purtroppo – e ancora una volta – la “guarigione” (presto seguita dall’oblio) sta avvenendo con mille “code” velenose e – perché no? – con diversi spunti farseschi.  Tutti tipici della peculiare crisi italiana.  La bagarre scoppiata nel Movimento a 5 stelle, i cui parlamentari (o alcuni di questi) avevano direttamente e prontamente reagito con il tentativo di cassare la famigerata Legge Bossi-Fini (ritenuta a giusto titolo una delle causali della tragedia) ha mostrato ancora una volta il “deficit democratico” nel Movimento stesso. La reazione del “duetto” di comando Grillo Casaleggio è stata mortificante (per il Movimento stesso) e mostra come il “cesarismo” non sia soltanto un male dei Partiti “tradizionali”.  Auguri.

In verità in Italia tutto viene versato in un imbuto di ottusità, particolarismo, personalizzazione e devozione – più che all’analisi – al culto del “buco della serratura”.  Gli ultimi “casi” berlusconiani tra bulgare, napoletane e cagnetti ammessi al talamo appassionano più del nuovo quadro politico.   In fondo il “dramma” Cinque stelle rievoca almeno i grandi guasti dello stalinismo.

Nel vasto mondo, la notizia che chiude la settimana è l’assegnazione all’OPCW (l’Organizzazione multilaterale per l’interdizione delle armi chimiche con sede all’Aja) del Nobel per la Pace: la scelta esclude (anche per salvaguardare la giovane donna) la Pakistana Malala e segnala invece (con esplicito riferimento alla crisi siriana) come esista ancora uno spazio di intervento per la comunità internazionale nello scongiurare – almeno – l’escalation dei conflitti e la loro generalizzazione.

Infine sulla modesta “scala” italiana, l’Alitalia viene “salvata” non più dai “capitani coraggiosi” (che escono di scena senza aver perso un soldo, ma anche senza nessun progresso) cioè gli imprenditori designati   dal duo D’Alema-Berlusconi, bensì dalle Poste (e naturalmente da altri quattrini pubblici) che già posseggono qualche aereoplanino…     Anche qui auguri e complimenti per l’ennesimo “successo” delle privatizzazioni all’italiana.

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | IL BARBIERE E IL QUIRINALE

04/04/2018

Questa mattina, passato il moscio interludio pasquale, si stava cercando di sintonizzarsi con l’ansia della nomenklatura – vecchia e nuova – per l’apertura delle consultazioni al Quirinale, anzi della “stagione” (dati i tempi previsti…) che il Presidente della Repubblica dedicherà a ...
Leggi tutto

Flash | LA GUERRA DEI BOTTONI

26/03/2018

Quella che si è combattuta nel fine settimana è stata - più che una guerra – una serie di scaramucce servite non solo a fissare chi ha vinto e chi ha perso il 4 marzo, quanto piuttosto - in perfetta analogia con la “guerra dei bottoni” (famoso e delizioso film francese del – pensate un po’ – ...
Leggi tutto

Flash | ZUCKERBERG NELLA POLVERE, CASALEGGIO SUGLI ALTARI

21/03/2018

Mentre nell’emisfero Nord (quello in cui ci troviamo…) comincia oggi la primavera…. E mentre una pletora di Mamozi (tanto insignificanti quanto privi di contenuti reali, dichiarati e – magari – contrapposti) si disputano il corpo sfatto della democrazia repubblicana e delle sue ...
Leggi tutto

Flash | UN MONDO DI SPIE?

16/03/2018

L’attualità internazionale (non diversamente da quella nostra, “domestica”) sta virando continuamente in una dispersione di fatti minuti che sembrano “inventati” apposta per distrarre da una realtà complessiva tanto angosciosa quanto inafferrabile.   Nel vasto mondo il recente ...
Leggi tutto

Flash | ALDO MORO E DINTORNI

14/03/2018

“Non credo ora opportuno un accoglimento in modo appropriato della richiesta.  Prego leggere e riferire”.   Suona così un appunto (che ancora custodisco da qualche parte) firmato dall’allora Ministro degli Esteri Aldo Moro ed indirizzatomi in qualità di dirigente sindacale (per il Sindacato ...
Leggi tutto

Flash | DALLA “DITTA” A CALIGOLA E ALLE CALENDE

09/03/2018

Ormai archiviato il patetico ed infantile titolo di apertura del “Fatto quotidiano” del 5 marzo “CAMBIA TUTTO”, la crisi post-elettorale sta trascolorando in una farsa quotidiana che soltanto il serioso Presidente Mattarella può richiamare a – udite udite! – alla ...
Leggi tutto

Flash | VINCITORI E VINTI

05/03/2018

E così eccoci qui: un mare di macerie, un Paese definitivamente frastornato, in breve il nulla che sconfigge il male che affligge il Belpaese (ma è ancora tale?) da un quarto di secolo ovvero dall’irrisolto dramma di “mani pulite” del 1992.   Per non parlare della cesura reazionaria che fu ...
Leggi tutto

Flash | PINOCCHIO, MANGIAFUOCO E L’OPERAZIONE SAN GENNARO

28/02/2018

A quattro giorni dalle elezioni politiche, appare più che mai valida la nota battuta della “situazione che è grave ma non seria”.  In breve una sorta di condanna nazionale alla persistente, ed anzi aggravata, condizione di minorità in cui l’Italia tende sempre a trovarsi non appena  - come ...
Leggi tutto