Flash

03/06/2016

Flash | 70 ANNI E LI DIMOSTRA…

scanagatti-roma

 

Un Paese vecchio, inbellettato da giovane, che pretende di essere all’avanguardia ed invece è il fanalino di coda tra quelli che dovrebbero essere i suoi simili nel cosiddetto “concerto” europeo.   Anche se più che un concerto suona ad orecchi non sordi come una stridente cacofonia.   Come sempre – anche la mattina del 2 giugno e nonostante la visita di prammatica a “parrucchiere ed estetista” – l’Italia si è presentata in vestaglia e ciabatte.   Per di più autocongratulandosi per il suo smagliante look.     E meno male che la “parata” dei 400 Sindaci ha sostituito il preannunciato “trionfo” del marò’ ”eroe” sotto l’Arco di Costantino, magari attorniato di pescatori indiani, vivi e morti….

 

Perfino il rigido Presidente Mattarella è dovuto ricorrere ad una esplicita ammissione, (peraltro camuffata da parole stucchevolmente leggere) che le cose non vanno troppo bene nel Belpaese.    L’Italia – dice – deve fare il “tagliando” … Si è “dimenticato” di aggiungere che talora il “tagliando” prelude ad una rottamazione forzata e – quando si potrà, se si potrà – preludere all’acquisto di una nuova vettura.   Perlomeno se si intende andare da qualche parte… e – già che ci siamo con la metafora – non è certo possibile andarci con i disastrati e selettivi mezzi pubblici.  Ed infatti “privato” è bello.   Soprattutto per chi se lo può permettere…  Senza contare che quando si parla “ex cathedra” di tagliando si deve andare da un concessionario vero e non uno fasullo, o almeno uno che rappresenti tutti e non che si sia preso da solo la scrivania dietro la vetrina….  C’è tempo comunque per parlarne ricordando che la gattina frettolosa fece i gattini ciechi….

 

E, tuttavia, tutti apparentemente contenti e sollevati a soli tre giorni dalla tornata di elezioni amministrative che dovrebbero innovare i vertici delle tre “Capitali d’Italia”: Milano, Napoli, Roma.   La “sbronza” concentrata nell’ultimo mese sul cosiddetto referendum costituzionale d’ottobre (Matteochissàquando”: “se perdo cambio mestiere” con risposta obbligata: “Non partir, deh non partire”)  era appena un po’ svaporata in attesa di riprendere tra un paio di settimane e poi alleggerirsi in concomitanza con le meritate o “obliose” ferie estive.

 

E pertanto, dopo aver esaurito le prime munizioni (legioni di professori e giuristi, ex comici di successo, sicofanti e snob onnipresenti, tutti miscelati in un documento che ricorda le firme dei professori universitari per il fascismo: tutti – meno un paio di irriducibili – a favore del sì), il regime e l’”aspirante dittatore” (come Renzi è stato definito dall’Avvocato di Casa Agnelli, il grande Franzo Grande Stevens…) si svagano con le ultime trovate, anzi lui si prepara al sonno del Gran Condé alla vigilia della battaglia di Rocroi.  Auguri di cuore.

 

Delle città nessuno si occupa, tranne le migliaia di candidati desiderosi – chi più chi meno – di venirci in soccorso, ovvero spolpare il poco che resta.  Bene i Milanesi che hanno scelto direttamente i professionisti, quelli veri.  Dunque quiete, ma anche suspence per vedere se ancora funziona l’additivo adrenalinico spalmato da Renzi sul placebo berlusconiano.  Auguri dunque a tutti i candidati e alle loro famiglie.

 

Intanto il vasto mondo si agita non tanto per le moltitudini che affogano e manco più per i neonati ed i bambini, quanto piuttosto intorno a temi da decenni consacrati dai manuali per i licei (dove i licei ci stanno…).   Un solo esempio: il Parlamento tedesco ha –finalmente deplorato il genocidio degli Armeni compiuto dai loro (ex/ancora?) amici Turchi.   Correva il 1915….

 

Ma è davvero cambiato qualcosa?    Lì e altrove.

 

Noi certo no, dopo aver seguito la pochade Salvini/Trump: si sono visti e piaciuti oppure era solo “photoshop”?     Oppure si è asciugato a Firenze Ponte Vecchio?   Eppure era durato con tutto il Lungarno per centinaia di anni, verso il millennio, ma non ha resistito all’onda innovatrice di Renzi, Nardella e la loro “partecipata” dell’acqua.

 

Resisterà lo Stivale?

 

 

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | MATTANZA TRA ISRAELE E PALESTINA, GRAND HOTEL IN ITALIA

15/05/2018

Sessanta morti a Gaza: civili, adolescenti e perfino bambini.  Tutti uccisi anche con armi da guerra nell’isterica reazione israeliana di fronte alla più che legittima protesta palestinese di fronte ai “festeggiamenti” per l’apertura in Gerusalemme dell’unica Ambasciata ...
Leggi tutto

Flash | SARA’ UNA RISATA…

11/05/2018

“Sarà una risata … che vi seppellirà”… è con questo ritornello antico (ed un po’ auto-malaugurante…) che tornando nel Belpaese veniamo seguendo gli stupefacenti eventi che – dopo due mesi -  dovrebbero archiviare le elezioni “politiche” del 4 marzo.   D’altro canto che più dire ...
Leggi tutto

Flash | IL BARBIERE E IL QUIRINALE

04/04/2018

Questa mattina, passato il moscio interludio pasquale, si stava cercando di sintonizzarsi con l’ansia della nomenklatura – vecchia e nuova – per l’apertura delle consultazioni al Quirinale, anzi della “stagione” (dati i tempi previsti…) che il Presidente della Repubblica dedicherà a ...
Leggi tutto

Flash | LA GUERRA DEI BOTTONI

26/03/2018

Quella che si è combattuta nel fine settimana è stata - più che una guerra – una serie di scaramucce servite non solo a fissare chi ha vinto e chi ha perso il 4 marzo, quanto piuttosto - in perfetta analogia con la “guerra dei bottoni” (famoso e delizioso film francese del – pensate un po’ – ...
Leggi tutto

Flash | ZUCKERBERG NELLA POLVERE, CASALEGGIO SUGLI ALTARI

21/03/2018

Mentre nell’emisfero Nord (quello in cui ci troviamo…) comincia oggi la primavera…. E mentre una pletora di Mamozi (tanto insignificanti quanto privi di contenuti reali, dichiarati e – magari – contrapposti) si disputano il corpo sfatto della democrazia repubblicana e delle sue ...
Leggi tutto

Flash | UN MONDO DI SPIE?

16/03/2018

L’attualità internazionale (non diversamente da quella nostra, “domestica”) sta virando continuamente in una dispersione di fatti minuti che sembrano “inventati” apposta per distrarre da una realtà complessiva tanto angosciosa quanto inafferrabile.   Nel vasto mondo il recente ...
Leggi tutto

Flash | ALDO MORO E DINTORNI

14/03/2018

“Non credo ora opportuno un accoglimento in modo appropriato della richiesta.  Prego leggere e riferire”.   Suona così un appunto (che ancora custodisco da qualche parte) firmato dall’allora Ministro degli Esteri Aldo Moro ed indirizzatomi in qualità di dirigente sindacale (per il Sindacato ...
Leggi tutto

Flash | DALLA “DITTA” A CALIGOLA E ALLE CALENDE

09/03/2018

Ormai archiviato il patetico ed infantile titolo di apertura del “Fatto quotidiano” del 5 marzo “CAMBIA TUTTO”, la crisi post-elettorale sta trascolorando in una farsa quotidiana che soltanto il serioso Presidente Mattarella può richiamare a – udite udite! – alla ...
Leggi tutto