Flash

03/06/2016

Flash | 70 ANNI E LI DIMOSTRA…

scanagatti-roma

 

Un Paese vecchio, inbellettato da giovane, che pretende di essere all’avanguardia ed invece è il fanalino di coda tra quelli che dovrebbero essere i suoi simili nel cosiddetto “concerto” europeo.   Anche se più che un concerto suona ad orecchi non sordi come una stridente cacofonia.   Come sempre – anche la mattina del 2 giugno e nonostante la visita di prammatica a “parrucchiere ed estetista” – l’Italia si è presentata in vestaglia e ciabatte.   Per di più autocongratulandosi per il suo smagliante look.     E meno male che la “parata” dei 400 Sindaci ha sostituito il preannunciato “trionfo” del marò’ ”eroe” sotto l’Arco di Costantino, magari attorniato di pescatori indiani, vivi e morti….

 

Perfino il rigido Presidente Mattarella è dovuto ricorrere ad una esplicita ammissione, (peraltro camuffata da parole stucchevolmente leggere) che le cose non vanno troppo bene nel Belpaese.    L’Italia – dice – deve fare il “tagliando” … Si è “dimenticato” di aggiungere che talora il “tagliando” prelude ad una rottamazione forzata e – quando si potrà, se si potrà – preludere all’acquisto di una nuova vettura.   Perlomeno se si intende andare da qualche parte… e – già che ci siamo con la metafora – non è certo possibile andarci con i disastrati e selettivi mezzi pubblici.  Ed infatti “privato” è bello.   Soprattutto per chi se lo può permettere…  Senza contare che quando si parla “ex cathedra” di tagliando si deve andare da un concessionario vero e non uno fasullo, o almeno uno che rappresenti tutti e non che si sia preso da solo la scrivania dietro la vetrina….  C’è tempo comunque per parlarne ricordando che la gattina frettolosa fece i gattini ciechi….

 

E, tuttavia, tutti apparentemente contenti e sollevati a soli tre giorni dalla tornata di elezioni amministrative che dovrebbero innovare i vertici delle tre “Capitali d’Italia”: Milano, Napoli, Roma.   La “sbronza” concentrata nell’ultimo mese sul cosiddetto referendum costituzionale d’ottobre (Matteochissàquando”: “se perdo cambio mestiere” con risposta obbligata: “Non partir, deh non partire”)  era appena un po’ svaporata in attesa di riprendere tra un paio di settimane e poi alleggerirsi in concomitanza con le meritate o “obliose” ferie estive.

 

E pertanto, dopo aver esaurito le prime munizioni (legioni di professori e giuristi, ex comici di successo, sicofanti e snob onnipresenti, tutti miscelati in un documento che ricorda le firme dei professori universitari per il fascismo: tutti – meno un paio di irriducibili – a favore del sì), il regime e l’”aspirante dittatore” (come Renzi è stato definito dall’Avvocato di Casa Agnelli, il grande Franzo Grande Stevens…) si svagano con le ultime trovate, anzi lui si prepara al sonno del Gran Condé alla vigilia della battaglia di Rocroi.  Auguri di cuore.

 

Delle città nessuno si occupa, tranne le migliaia di candidati desiderosi – chi più chi meno – di venirci in soccorso, ovvero spolpare il poco che resta.  Bene i Milanesi che hanno scelto direttamente i professionisti, quelli veri.  Dunque quiete, ma anche suspence per vedere se ancora funziona l’additivo adrenalinico spalmato da Renzi sul placebo berlusconiano.  Auguri dunque a tutti i candidati e alle loro famiglie.

 

Intanto il vasto mondo si agita non tanto per le moltitudini che affogano e manco più per i neonati ed i bambini, quanto piuttosto intorno a temi da decenni consacrati dai manuali per i licei (dove i licei ci stanno…).   Un solo esempio: il Parlamento tedesco ha –finalmente deplorato il genocidio degli Armeni compiuto dai loro (ex/ancora?) amici Turchi.   Correva il 1915….

 

Ma è davvero cambiato qualcosa?    Lì e altrove.

 

Noi certo no, dopo aver seguito la pochade Salvini/Trump: si sono visti e piaciuti oppure era solo “photoshop”?     Oppure si è asciugato a Firenze Ponte Vecchio?   Eppure era durato con tutto il Lungarno per centinaia di anni, verso il millennio, ma non ha resistito all’onda innovatrice di Renzi, Nardella e la loro “partecipata” dell’acqua.

 

Resisterà lo Stivale?

 

 

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | GRILLO E IL BUON DIO

16/02/2018

Ancora non basta.   La  “scoperta” che il movimento “Cinque stelle” (ancora con questo insulso nome…) truccava i propri stessi impegni “steccando” qua e là un po’ delle risorse pubbliche (indennità parlamentari) da destinare – udite udite – alle “piccole imprese” non ha incrinato (stando ai ...
Leggi tutto

Flash | RINCOGLIONITI?

12/02/2018

Che gli Italiani siano “a pezzi” è evidente constatazione.   Perfino la sagra nazional-popolare di tardo inverno (o precoce primavera?) di Sanremo è passata con una specie di innocuo auto-trionfo ma senza lasciare traccia alcuna.   Certamente le sensibilità e le capacità di ...
Leggi tutto

Flash | IL “MALIGNO” DALLE ALPI AL LILIBEO

30/01/2018

Prima di tutto due parole sul nuovo scandalo (a poco dire…) dell’industria automobilistica tedesca che, evidentemente non paga di aver taroccato dati sull’inquinamento di alcuni tipi di vetture, è passata alla “dimostrazione” che i suoi motori diesel non fanno poi troppo male…   E ...
Leggi tutto

Flash | DA DAVOS AL CAIRO PASSANDO PER ROMA

25/01/2018

La settimana che si sta chiudendo non offre granchè salvo forse una rinfrescante tregua nella più squallida campagna elettorale della storia repubblicana dell’Italia: tasso d’interesse da parte dei cittadini (esistono ormai solo figurativamente e non riescono evidentemente a svegliarsi e ...
Leggi tutto

Flash | LA MONTAGNA INCINTA DI UN TOPOLINO

18/01/2018

Sono passati i due mesi (sic) “natalizi”  e, mentre manca poco più di un mese e mezzo alle tanto auspicate (ma da chi?) elezioni politiche, la situazione rimane quella di sempre.  Grave, ma non seria.

Di più: ogni evento ...
Leggi tutto

Flash | CHERCHEZ LA FEMME

15/12/2017

Quando nel 1854 – avete letto bene - Alexandre Dumas pubblicava la sua novella (“I Moicani di Parigi”) difficilmente avrebbe potuto indovinare il successo che avrebbe arriso alla sua espressione (e chiave narrativa) “cercate la donna”.  E, sia detto tra parentesi, neppure avrebbe potuto ...
Leggi tutto

Flash | ORA BASTA?

07/12/2017

E così siamo arrivati all’Immacolata Concezione, festa quanto mai problematica anche se – laicamente – presaga dell’ondata natalizia.     Che – quest’anno – si annuncia gravida più che di incognite (magari anche positive…) di sinistre aspettative.   Anzi potremmo dire ricca soltanto di ...
Leggi tutto