Flash

19/09/2013

Flash

Maccari-Cicero

“Sarò sempre con voi… decaduto o no” e anche “sono innocente, completamente innocente” e “hanno frugato nel mio privato” (i suoi cassetti, la biancheria intima, i tacchi rialzanti delle scarpe?).   Così un omino pallido, pallido (cambio di cerone, look poveraccio da compatire?).

E anche “hanno aggredito il mio patrimonio…” (ahi, ahi), “indagato i miei ospiti…” (più che altro le mie… ospiti…).  Insomma uno show sconcertante, perfino sconvolgente per il cambio di marcia rispetto alle solite allocuzioni da allegro imbonitore.   Questo, il tanto reclamizzato messaggio del Cavaliere che ha preceduto di qualche ora la prima – prevista – decisione di decadenza da senatore del certificato “criminale” Silvio Berlusconi, a cui solo l’altro ieri  la magistratura civile aveva comminato uno “stocco” da 500 milioni di euro.  A favore della CIR del “democratico” Carlo De Benedetti.

Vespa basito di fronte alla “caduta degli Dei”  (i suoi Dei) ha immediatamente organizzato un requiem televisivo più che altro degno della morte di un Pontefice romano.    Ma questo è tanto prevedibile da non meritare commento alcuno se non l’intollerabile fastidio per una pluridecennale “untuosità”.

Ovviamente nessuna ironia sulle baggianate del tipo “la via giudiziaria al socialismo” portata avanti come è ovvio da “Magistratura democratica”, che peraltro non esiste neanche più…

E tuttavia ancora una volta l’omino (in una sorta di versione Charlot post-moderno) ha infilato un paio di notazioni del tutto condivisibili (“tritacarne” giudiziario, oppressione burocratica, pervasività fiscale).   E che naturalmente saranno condivise da decine di migliaia di Italiani.    Ancor più dopo la ugualmente melodrammatica controdichiarazione in perfetto stile Zhdanoviano (cioè paleo-sovietico) del “Commissario” PD Guglielmo Epifani seguito da tutti i suoi corifei della nomenklatura.    Fantastico il duetto a distanza tra Berlusconi ed Epifani su i “comunisti” e la “Guerra fredda”: ma ci fanno o ci sono?   Vivesse ancora il povero Guareschi (quello di Don Camillo e Peppone) riaprirebbe la rubrica “visto da destra, visto da sinistra”.

In breve niente di nuovo se non un crescente avvitamento del panorama politico ed un ulteriore oscuramento degli scenari.     Facile prevedere che – stretti tra due “mantra” contrapposti eppure “avvinti come l’edera” –gli Italiani, gli elettori (perché tra breve di questo si tratterà) potrebbero avere reazioni da “topi in trappola”.   Ha ragione Berlusconi quando dice che il Paese deve impegnarsi sulla politica: ovviamente non la sua, ma quale altra?

D’altro canto lo schema è chiaro: “la pervasività della magistratura esiste ma è inevitabile dappertutto nel mondo democratico”(cfr gli studi della statunitense Saskia Sassen) quando i Parlamenti vengono svuotati come saccocce vuote (in Italia “porcellum” e “nominati”).  Non sembra che i grigi soloni del PD (in perenne attesa del “cadi tu”, “subentro io”…) siano disposti ad accettare siffatta ineluttabilità democratica.    Quanto al “rieccolo” nazionale si è visto quanto ami l’Italia e quanto ami sé stesso.    “Usque tandem…”, fino a quando… abuseranno della nostra pazienza?    E dire che un bell’affresco ricorda al Senato l’invettiva di Cicerone a Catilina: già ma la legge Severino non prevede che i candidati sappiano – almeno – leggere e scrivere.   “Far di conto, sì: quello lo sanno fare”.

 

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | LA MONTAGNA INCINTA DI UN TOPOLINO

18/01/2018

Sono passati i due mesi (sic) “natalizi”  e, mentre manca poco più di un mese e mezzo alle tanto auspicate (ma da chi?) elezioni politiche, la situazione rimane quella di sempre.  Grave, ma non seria.

Di più: ogni evento ...
Leggi tutto

Flash | CHERCHEZ LA FEMME

15/12/2017

Quando nel 1854 – avete letto bene - Alexandre Dumas pubblicava la sua novella (“I Moicani di Parigi”) difficilmente avrebbe potuto indovinare il successo che avrebbe arriso alla sua espressione (e chiave narrativa) “cercate la donna”.  E, sia detto tra parentesi, neppure avrebbe potuto ...
Leggi tutto

Flash | ORA BASTA?

07/12/2017

E così siamo arrivati all’Immacolata Concezione, festa quanto mai problematica anche se – laicamente – presaga dell’ondata natalizia.     Che – quest’anno – si annuncia gravida più che di incognite (magari anche positive…) di sinistre aspettative.   Anzi potremmo dire ricca soltanto di ...
Leggi tutto

Flash | ANCORA IL PAPA

28/11/2017

Mentre la situazione politica (pre-elettorale?) italiana continua ad avvilupparsi tra insulsaggini, diversioni e testimonianze di irresponsabilità verso l’impasse nazionale, è ancora lui – il Papa – a prendere il “toro per le corna” e ad affrontare nodi umani e scacchieri strategici sul ...
Leggi tutto

Flash | BLACK FRIDAY

25/11/2017

La stagione terroristica natalizia è partita ieri con sangue e fragore: il sangue nel Sinai egiziano, il fragore a Londra alla stazione di metropolitana di Oxford Circus.   I due eventi evidentemente incommensurabili hanno in comune un solo elemento di fondo: l’instabilità ...
Leggi tutto

Flash | MORTI DI PALLONE?

14/11/2017

L’inglorioso zero a zero nel tempio del calcio milanese di San Siro e la conseguente esclusione dai mondiali del calcio del prossimo anno potrebbe  tradursi in un vero e proprio “de profundis” per l’auto (e non solo “auto”…) immagine nazionale.   Dagli e dagli lo “stellone” ...
Leggi tutto

Flash | OSTIA: L’ATLANTIC CITY DE NOANTRI

09/11/2017

Donald Trump che – come è noto – ricopre per volontà degli elettori statunitensi (e – a quanto pare – del KGB russo…) l’incarico di leader del “mondo libero” si trova in questi giorni a Pechino ove può constatare – rinchiuso nella successione rituale di cortili della Città proibita – ...
Leggi tutto

Flash | IL MONDO CAMBIA, L’ITALIA NO

24/10/2017

Mentre Donald Trump si accinge ad una serie di incontri nelle Filippine (ospite del feroce Dutertre…) cioè ben dentro quel Pacifico che rischia di sparire dalla panoplia delle sfere di influenza nord-americana, mentre il nuovo Mao (Xi Jinping) inaugura il “secolo” cinese e perfino mentre il ...
Leggi tutto