Flash

17/09/2013

Flash

8076506321_c7beb54e57

Mentre l’Italia attende con spasmodica ansia il videomessaggio con cui Berlusconi annuncerà la resurrezione di “Forza Italia” (= Forza lupi, so’ finiti i tempi cupi…) che – ancora una volta – salverà l’Italia sia dalla crisi (che intanto peggiora, non migliora…), sia dal “comunismo”, le cronache (Franca Selvatici su “Repubblica”) narrano con quale tempra gli “antagonisti” del Cavaliere  vadano attrezzandosi da tempo per il “rinascimento” nazionale.

“Eravamo a cena da Vissani e c’era Moretti Presidente delle Ferrovie che diceva che con D’Alema aveva parlato bene di me così chiederò a Massimo di darci una mano per quell’appalto in Brasile…” e intanto “L’onta è stata lavata, l’Umbria rossa ha saputo reagire” e poi “bastardo coglione”, ma chi? Il funzionario che avrebbe potuto bloccare il mega-tunnel ferroviario  della TAV sotto Firenze.      C’erano le crepe sotto la scuola: bastava “stuccarle” e via in un profluvio di prevedibili citazioni ed inclusioni (come la ben nota Senatrice Finocchiaro, “Pasionaria” di sé stessa, quella dei pacchi IKEA portati dalla “scorta” e del marito sotto inchiesta giudiziaria).    E chi era a parlare, e quando?  Semplice Maria Rita Lorenzetti, già Presidente della Regione Umbria ora ai confortevoli arresti domiciliari in una delle sue magioni.   La data della chiacchiera era meno di un anno fa, dicembre 2012.

Si tratta di uno spezzone di cronaca che illustra – meglio di ogni dotta analisi – perché sia così difficile immaginare il “post-berlusconismo”, anzi qualunque “post” in una Repubblica in cui al termine di una “onorata” carriera il “professorino” adottato da Craxi per i servizi, ovvero Giuliano Amato, assurge alla Corte Costituzionale, magari con l’intesa di assumerne la presidenza. Altro che classe dirigente, qui siamo al Verga (scrittore del realismo fine Ottocento) della “roba”.  Peccato che sia “roba” nostra che con un tocco diventa tutta “loro”.

Ma nell’ultimo episodiuccio (Vissani incluso, quello che D’Alema chiamava “maestro” e pontificava a lauto pagamento da tv e stampa amica, mentre il “New York Times” ne “denunciava” il pollo bruciacchiato e “not juicy”… cioè rinsecchito) c’è molto di più che nell’imminente messaggio del Montecristo d’Italia: le TAV dell’alta velocità (predatoria), l’irrefrenabile avidità piccolo-borghese in una società “sfarinata”, inetta, autoreferente.

Davvero la celebrazione del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia costituisce – secondo noi – la più opinabile scelta di un Presidente che avrebbe potuto marcare una differenza epocale e – chissà perché – non pare essersi discostato granchè dalla difesa dell’esistente e spesso conferendogli una legittimità che non solo non aveva ma – anzi – la cui evidente assenza costituisce il vero problema nazionale.

La diluizione ad oltranza dei nodi irrisolti (con il pretesto dell’emergenza) nascerà pure dall’attaccamento alle Istituzioni ed anche dal senso dello Stato…   Sì, ma quale Stato?    Quello della Signora Lorenzetti (e delle migliaia di Lorenzetti d’Italia) e quello dell’altra TAV in Val di Susa scaturita da impegni internazionali, ovvero quello che rimane inadempiente e si crogiola in fondo agli indici internazionali o – peggio – convive con le  carceri (e sistema giudiziario…) peggiori d’Europa?    Eredi di Beccaria o degli “eroi” della Diaz?

Prima o poi toccherà scegliere.

 

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | LA MONTAGNA INCINTA DI UN TOPOLINO

18/01/2018

Sono passati i due mesi (sic) “natalizi”  e, mentre manca poco più di un mese e mezzo alle tanto auspicate (ma da chi?) elezioni politiche, la situazione rimane quella di sempre.  Grave, ma non seria.

Di più: ogni evento ...
Leggi tutto

Flash | CHERCHEZ LA FEMME

15/12/2017

Quando nel 1854 – avete letto bene - Alexandre Dumas pubblicava la sua novella (“I Moicani di Parigi”) difficilmente avrebbe potuto indovinare il successo che avrebbe arriso alla sua espressione (e chiave narrativa) “cercate la donna”.  E, sia detto tra parentesi, neppure avrebbe potuto ...
Leggi tutto

Flash | ORA BASTA?

07/12/2017

E così siamo arrivati all’Immacolata Concezione, festa quanto mai problematica anche se – laicamente – presaga dell’ondata natalizia.     Che – quest’anno – si annuncia gravida più che di incognite (magari anche positive…) di sinistre aspettative.   Anzi potremmo dire ricca soltanto di ...
Leggi tutto

Flash | ANCORA IL PAPA

28/11/2017

Mentre la situazione politica (pre-elettorale?) italiana continua ad avvilupparsi tra insulsaggini, diversioni e testimonianze di irresponsabilità verso l’impasse nazionale, è ancora lui – il Papa – a prendere il “toro per le corna” e ad affrontare nodi umani e scacchieri strategici sul ...
Leggi tutto

Flash | BLACK FRIDAY

25/11/2017

La stagione terroristica natalizia è partita ieri con sangue e fragore: il sangue nel Sinai egiziano, il fragore a Londra alla stazione di metropolitana di Oxford Circus.   I due eventi evidentemente incommensurabili hanno in comune un solo elemento di fondo: l’instabilità ...
Leggi tutto

Flash | MORTI DI PALLONE?

14/11/2017

L’inglorioso zero a zero nel tempio del calcio milanese di San Siro e la conseguente esclusione dai mondiali del calcio del prossimo anno potrebbe  tradursi in un vero e proprio “de profundis” per l’auto (e non solo “auto”…) immagine nazionale.   Dagli e dagli lo “stellone” ...
Leggi tutto

Flash | OSTIA: L’ATLANTIC CITY DE NOANTRI

09/11/2017

Donald Trump che – come è noto – ricopre per volontà degli elettori statunitensi (e – a quanto pare – del KGB russo…) l’incarico di leader del “mondo libero” si trova in questi giorni a Pechino ove può constatare – rinchiuso nella successione rituale di cortili della Città proibita – ...
Leggi tutto

Flash | IL MONDO CAMBIA, L’ITALIA NO

24/10/2017

Mentre Donald Trump si accinge ad una serie di incontri nelle Filippine (ospite del feroce Dutertre…) cioè ben dentro quel Pacifico che rischia di sparire dalla panoplia delle sfere di influenza nord-americana, mentre il nuovo Mao (Xi Jinping) inaugura il “secolo” cinese e perfino mentre il ...
Leggi tutto