Flash

13/09/2013

Flash

Game-over

“Game Over”, così Matteo Renzi con il suo ben noto talento semplificatorio e la consueta “ribalderia” giovanilistica (nel suo caso giovanile “tout court”…) ha descritto l’attuale fase della saga berlusconiana.  “Game Over”: la partita è chiusa.     Il flipper ti dice che o metti altri soldi o te ne vai a casa: finite le palle da giocare o troppi calci ad una macchina recalcitrante.

La situazione è esattamente questa, nonostante Quirinale e PD (forse un po’ ammaestrati dai contraccolpi pluridecennali del “caso Craxi”) appaiano più che pronti a concedere un “onore delle armi” che assimila il pregiudicato Berlusconi al Duca d’Aosta davanti alle truppe inglesi sull’Amba Alagi: perdere, ma con onore.  Boh?  Intanto il voto della Giunta decisivo dovrebbe essere mercoledì prossimo con riunione al calar della notte (20 e 30).

Poiché l’unico complimento che si possa fare all’ex Premier e che non trattasi di “fesso”, e nonostante il probabile dispiacere di molti – a partire dai media – l’esito più logico sarebbe quello di “nobili” dimissioni che taglino la testa al toro, salvino il “malloppo” e consentano una nobile rinuncia “per il bene del Paese”  con tutti i futuri spazi (anche quelli aziendali) ancora aperti.

Ed infatti l’ottimo D’Alema ha chiosato con leggerezza che il Governo Letta “non cadrà, a meno che Berlusconi non ammattisca”…   Non solo, ma l’attesa convocazione di Obama a Washington per il 16 ottobre del “giovane Letta” fornisce un’ovvia contro-assicurazione.  Che, tra l’altro, va esattamente nella (ovvia) direzione di separare i destini personali di Berlusconi da quelli del Governo.     Again, di nuovo: “Game over”.

Sviluppi che hanno galvanizzato il periclitante establishment del PD, sedandone un po’ le ansie ed i fremiti per l’unica battaglia che veramente gli interessa: quella della successione interna… e della spartizione di potere.  Nel frattempo si continua alacremente a produrre scelte e decisioni che frustrano ed irritano il Paese (quella minoranza che “segue” e capisce) proprio quando i “tamburi di ripresa” affievoliscono di giorno in giorno: si stoppano le decisioni sul finanziamento ai partiti, si mettono in castigo i deputati grillini “rei” di movimentismo pro-Costituzione, si nomina l’impopolare Giuliano Amato alla Corte Costituzionale.   “Business as Usual” (affari di routine…).

Davvero Berlusconi potrebbe fare un ultimo “score” d’opinione andandosene sulle sue gambe…   E lasciando il duo Santanche Sallusti alle loro sinistre malinconie.   Quanto agli altri centurioni PdL, non si preoccupino: il PD ha aperto un apposito Ufficio amnistia/riciclo.

Mica siamo come i Tedeschi che non ne lasciarono uno della DDR all’indomani della caduta del Muro e come premessa di una riunificazione che funzionasse.  In Italia vale la sempiterna legge dei Gattopardi, eccetera eccetera.      Auguri.

 

 

 

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | LA MONTAGNA INCINTA DI UN TOPOLINO

18/01/2018

Sono passati i due mesi (sic) “natalizi”  e, mentre manca poco più di un mese e mezzo alle tanto auspicate (ma da chi?) elezioni politiche, la situazione rimane quella di sempre.  Grave, ma non seria.

Di più: ogni evento ...
Leggi tutto

Flash | CHERCHEZ LA FEMME

15/12/2017

Quando nel 1854 – avete letto bene - Alexandre Dumas pubblicava la sua novella (“I Moicani di Parigi”) difficilmente avrebbe potuto indovinare il successo che avrebbe arriso alla sua espressione (e chiave narrativa) “cercate la donna”.  E, sia detto tra parentesi, neppure avrebbe potuto ...
Leggi tutto

Flash | ORA BASTA?

07/12/2017

E così siamo arrivati all’Immacolata Concezione, festa quanto mai problematica anche se – laicamente – presaga dell’ondata natalizia.     Che – quest’anno – si annuncia gravida più che di incognite (magari anche positive…) di sinistre aspettative.   Anzi potremmo dire ricca soltanto di ...
Leggi tutto

Flash | ANCORA IL PAPA

28/11/2017

Mentre la situazione politica (pre-elettorale?) italiana continua ad avvilupparsi tra insulsaggini, diversioni e testimonianze di irresponsabilità verso l’impasse nazionale, è ancora lui – il Papa – a prendere il “toro per le corna” e ad affrontare nodi umani e scacchieri strategici sul ...
Leggi tutto

Flash | BLACK FRIDAY

25/11/2017

La stagione terroristica natalizia è partita ieri con sangue e fragore: il sangue nel Sinai egiziano, il fragore a Londra alla stazione di metropolitana di Oxford Circus.   I due eventi evidentemente incommensurabili hanno in comune un solo elemento di fondo: l’instabilità ...
Leggi tutto

Flash | MORTI DI PALLONE?

14/11/2017

L’inglorioso zero a zero nel tempio del calcio milanese di San Siro e la conseguente esclusione dai mondiali del calcio del prossimo anno potrebbe  tradursi in un vero e proprio “de profundis” per l’auto (e non solo “auto”…) immagine nazionale.   Dagli e dagli lo “stellone” ...
Leggi tutto

Flash | OSTIA: L’ATLANTIC CITY DE NOANTRI

09/11/2017

Donald Trump che – come è noto – ricopre per volontà degli elettori statunitensi (e – a quanto pare – del KGB russo…) l’incarico di leader del “mondo libero” si trova in questi giorni a Pechino ove può constatare – rinchiuso nella successione rituale di cortili della Città proibita – ...
Leggi tutto

Flash | IL MONDO CAMBIA, L’ITALIA NO

24/10/2017

Mentre Donald Trump si accinge ad una serie di incontri nelle Filippine (ospite del feroce Dutertre…) cioè ben dentro quel Pacifico che rischia di sparire dalla panoplia delle sfere di influenza nord-americana, mentre il nuovo Mao (Xi Jinping) inaugura il “secolo” cinese e perfino mentre il ...
Leggi tutto