Flash

10/06/2013

Flash

marino

Meno di un elettore su due si è preso la briga – nel consueto lunghissimo week end delle elezioni amministrative – di recarsi al seggio dietro casa per decidere il sindaco della propria città.     Ormai anche in Italia vota meno del 50% ritenendo che qualunque scelta sia ininfluente sui propri destini collettivi. Punto.

Ciò detto, a partire da Roma capitale e record dell’astensione, i candidati del centrosinistra hanno vinto praticamente ovunque: “rottamato” l’ex fascista Alemanno, rottamati gli scajoliani (quello della casa al Colosseo regalo suo malgrado) ad Imperia, rifiutata l’alternativa di centro-destra perfino nella Siena disastrata dallo scandalo Monte Paschi, e così via. Praticamente ovunque vi fosse un candidato minimamente decente.

Esemplare Roma ove un chirurgo passato alla politica è stato ritenuto a maggioranza più affidabile del capo di una accolita improbabile che in cinque anni ha ulteriormente devastato una città-simbolo del disastro nazionale.   Il tutto ha come ovvio corollario la necessità di attivare sul territorio, “vicino ai cittadini”, un processo anche minimale di risanamento, partecipazione e rilancio.

Seconda “lezione” è l’assenza di qualunque credibilità della cosiddetta “destra” italiana – leggi della coorte capitanata dall’ex Premier Berlusconi e dai suoi interessi personali – : insomma la domanda è quanto a lungo si dovrà sopportare questa ipoteca, questa invereconda compartecipazione camuffata dal belletto delle “larghe intese”.  Intese con chi, per fare cosa? Per riproporre la deriva presidenzialista, elargire un salvacondotto al signor Berlusconi, offrire le brioches delle “riforme” istituzionali a chi chiede il pane di una legge elettorale decente?

La terza e, per ora, ultima lezione consiste nella caduta degli alibi che hanno indefinitamente rinviato gli interventi e i progetti per il rilancio del Paese oltre la crisi e fuori della crisi a partire dal territorio.     E, naturalmente, da Roma.

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | EUROPA: IL MARCIO E’ SICURO, IL NUOVO UN PO’ MENO

13/06/2017

Poiché l’Italia ce l’abbiamo ora sott’occhio, è dal Belpaese che iniziamo questa breve rassegna.   Le elezioni amministrative in varie città italiane hanno – finalmente – fornito una prova del fatto che gli Italiani continuano in qualche misura a pensare e a difendersi dalla ...
Leggi tutto

Flash | ECCOCI DACCAPO

07/06/2017

E così eccoci di nuovo punto e daccapo. Un po’ più di mezzo anno è trascorso dal referendum “costituzionale” del 4 dicembre che avrebbe dovuto sancire l’eclissi popolare del nuovo (autoproclamato…) “rieccolo” nazionale Matteo Renzi.  Ed invece – con il fantasmagorico progetto di castrazione ...
Leggi tutto

Flash | BRIGITTE, MARIA ELENA, VIRGINIA E LE ALTRE

10/05/2017

Di “nonna” Brigitte Macron abbiamo già parlato.  Altro non si può dire se non che il giovanilismo mediatico della “scoperta” Macron è stato “speziato” con la saggia maturità della sua mentore.   Ben diverse – forse miserabili – le storie che ci vengono dal Belpaese.  Sempre meno ...
Leggi tutto

Flash | LE “NOVITA’” DI PARIGI

08/05/2017

E’ un antico ricordo letterario di quando le mercerie più periferiche del mondo presentavano i prodotti della Madrepatria con il fatidico cartello “novità di Parigi”: un richiamo irresistibile per i compratori e soprattutto le compratrici “coloniali” o di provincia.  Ed è quanto ci è balzato ...
Leggi tutto

Flash | PARLAR D’ALTRO

05/05/2017

Mentre siamo alla vigilia del cruciale secondo turno dell’elezione presidenziale francese (nelle quali la scelta è tra un levigato robot e una pasionaria fascista), a tre settimane dal Vertice G7 di Taormina oltre naturalmente in presenza dell’impasse sulla legge elettorale in Italia e ...
Leggi tutto

Flash | FRANCIA. FUSIONE DEL SECOLO TRA ROTSCHILD ED ELISEO

24/04/2017

“En Marche” un trionfo annunciato del peggiore. Quello che l’Italia aveva già conosciuto con Berlusconi prima e con Renzi poi si è pericolosamente avvicinato (in attesa del secondo turno delle elezioni presidenziali) con l’entrata in ballottaggio della “creaturina” della Banca Rotschild e co ...
Leggi tutto

Flash | SPARI A PARIGI, STRETTE DI MANO A WASHINGTON

21/04/2017

Il calendario globale ha le sue scadenze ed i suoi imprevisti.  Tra le “scadenze” c’è evidentemente (e sia detto senza cinismo alcuno: si tratta di coincidenza prescritta…) la sparatoria nel centro di Parigi tra l’Arco di Trionfo e Piazza della Concorde.  Ovvero tra l’”alfa e l’omega” di ...
Leggi tutto

Flash | “TUTTI GIU’ PER TERRA”

19/04/2017

Le ultime notizie danno l’”Armada” statunitense già diretta verso la Corea del Nord ed il suo improbabile dittatore come in piena retromarcia rispetto all’itinerario nel Pacifico verso il Mar Cinese settentrionale.  Allo stato possiamo solo pensare che la “Navy” (a differenza delle allegre ...
Leggi tutto