Flash

10/06/2013

Flash

marino

Meno di un elettore su due si è preso la briga – nel consueto lunghissimo week end delle elezioni amministrative – di recarsi al seggio dietro casa per decidere il sindaco della propria città.     Ormai anche in Italia vota meno del 50% ritenendo che qualunque scelta sia ininfluente sui propri destini collettivi. Punto.

Ciò detto, a partire da Roma capitale e record dell’astensione, i candidati del centrosinistra hanno vinto praticamente ovunque: “rottamato” l’ex fascista Alemanno, rottamati gli scajoliani (quello della casa al Colosseo regalo suo malgrado) ad Imperia, rifiutata l’alternativa di centro-destra perfino nella Siena disastrata dallo scandalo Monte Paschi, e così via. Praticamente ovunque vi fosse un candidato minimamente decente.

Esemplare Roma ove un chirurgo passato alla politica è stato ritenuto a maggioranza più affidabile del capo di una accolita improbabile che in cinque anni ha ulteriormente devastato una città-simbolo del disastro nazionale.   Il tutto ha come ovvio corollario la necessità di attivare sul territorio, “vicino ai cittadini”, un processo anche minimale di risanamento, partecipazione e rilancio.

Seconda “lezione” è l’assenza di qualunque credibilità della cosiddetta “destra” italiana – leggi della coorte capitanata dall’ex Premier Berlusconi e dai suoi interessi personali – : insomma la domanda è quanto a lungo si dovrà sopportare questa ipoteca, questa invereconda compartecipazione camuffata dal belletto delle “larghe intese”.  Intese con chi, per fare cosa? Per riproporre la deriva presidenzialista, elargire un salvacondotto al signor Berlusconi, offrire le brioches delle “riforme” istituzionali a chi chiede il pane di una legge elettorale decente?

La terza e, per ora, ultima lezione consiste nella caduta degli alibi che hanno indefinitamente rinviato gli interventi e i progetti per il rilancio del Paese oltre la crisi e fuori della crisi a partire dal territorio.     E, naturalmente, da Roma.

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | SCAMPAGNATA AL COLLE

01/06/2018

Non è per caso che queste righe non sono uscite nelle interminabili settimane che sono state necessarie per varare il “Governo del cambiamento” (sic).   Semplicemente non ci interessava e – soprattutto – non eravamo affamati delle insulse briciole sulle quali hanno banchettato ...
Leggi tutto

Flash | MATTANZA TRA ISRAELE E PALESTINA, GRAND HOTEL IN ITALIA

15/05/2018

Sessanta morti a Gaza: civili, adolescenti e perfino bambini.  Tutti uccisi anche con armi da guerra nell’isterica reazione israeliana di fronte alla più che legittima protesta palestinese di fronte ai “festeggiamenti” per l’apertura in Gerusalemme dell’unica Ambasciata ...
Leggi tutto

Flash | SARA’ UNA RISATA…

11/05/2018

“Sarà una risata … che vi seppellirà”… è con questo ritornello antico (ed un po’ auto-malaugurante…) che tornando nel Belpaese veniamo seguendo gli stupefacenti eventi che – dopo due mesi -  dovrebbero archiviare le elezioni “politiche” del 4 marzo.   D’altro canto che più dire ...
Leggi tutto

Flash | IL BARBIERE E IL QUIRINALE

04/04/2018

Questa mattina, passato il moscio interludio pasquale, si stava cercando di sintonizzarsi con l’ansia della nomenklatura – vecchia e nuova – per l’apertura delle consultazioni al Quirinale, anzi della “stagione” (dati i tempi previsti…) che il Presidente della Repubblica dedicherà a ...
Leggi tutto

Flash | LA GUERRA DEI BOTTONI

26/03/2018

Quella che si è combattuta nel fine settimana è stata - più che una guerra – una serie di scaramucce servite non solo a fissare chi ha vinto e chi ha perso il 4 marzo, quanto piuttosto - in perfetta analogia con la “guerra dei bottoni” (famoso e delizioso film francese del – pensate un po’ – ...
Leggi tutto

Flash | ZUCKERBERG NELLA POLVERE, CASALEGGIO SUGLI ALTARI

21/03/2018

Mentre nell’emisfero Nord (quello in cui ci troviamo…) comincia oggi la primavera…. E mentre una pletora di Mamozi (tanto insignificanti quanto privi di contenuti reali, dichiarati e – magari – contrapposti) si disputano il corpo sfatto della democrazia repubblicana e delle sue ...
Leggi tutto

Flash | UN MONDO DI SPIE?

16/03/2018

L’attualità internazionale (non diversamente da quella nostra, “domestica”) sta virando continuamente in una dispersione di fatti minuti che sembrano “inventati” apposta per distrarre da una realtà complessiva tanto angosciosa quanto inafferrabile.   Nel vasto mondo il recente ...
Leggi tutto

Flash | ALDO MORO E DINTORNI

14/03/2018

“Non credo ora opportuno un accoglimento in modo appropriato della richiesta.  Prego leggere e riferire”.   Suona così un appunto (che ancora custodisco da qualche parte) firmato dall’allora Ministro degli Esteri Aldo Moro ed indirizzatomi in qualità di dirigente sindacale (per il Sindacato ...
Leggi tutto