Flash

07/06/2013

Flash

Mentre si attende il fine settimana di ballottaggio per i sindaci di una serie di Comuni – tra cui Roma fin qui retta dalla destra di Alemanno già giovane “leone” del neofascismo – la politica non va in vacanza.    La sparata anti-Merkel di Berlusconi ha più o meno il significato dei fuochi d’artificio sulla spiaggia per animare l’estate dei vacanzieri: si sparano e poi spariscono e tutti a letto.    Non senza una risposta al ciclostile del giovane Solone del Partito Democratico (nonché responsabile – sic – “economico” del PD), Matteo Colaninno: figlio dell’imprenditore che D’Alema definì “capitano coraggioso”.  Chissà perché?     Un vuoto così pneumatico che ogni commento è superfluo: giudicheranno i tedeschi con il voto d’autunno.   Gli italiani dicano quello che hanno da dire (possibilmente non da soli…) nel vertice europeo di fine mese.

Grillo (un po’ tagliuzzato dalle prime defezioni dal gruppo 5 stelle) riparte all’attacco del Parlamento (“tomba della Repubblica”): difficile dargli torto quando per approntare le “riforme” costituzionali (che di fatto nessuno chiede, limitandosi i cittadini invece a pretendere una legge elettorale rappresentativa) si istituisce una ennesima “Commissione dei saggi”: saggi di che? e – se erano saggi – dove erano ibernati?  E perché l’esercizio non viene svolto dal Parlamento?   Che sia – a questo punto – inutile?     Ovvero – visto dall’altro lato – non è bastato il Governo Monti? Altri saggi, altro giro?

Anche il Papa si interrogava oggi sul “ma che fa la politica, forse come Ponzio Pilato?”  Ahi, ahi.

Infine, La Repubblica (il giornale del Gruppo De Benedetti… non quella della Costituzione…) – con l’altro più che ottuagenario Eugenio Scalfari – si riunisce in conclave in quel di Firenze per trovare le “idee”.   E per trovarle non pensa di meglio che riunire la solita “compagnia di giro” (Saviano e co.) più le proprie firme e, appunto, l’ottuagenario “Padre della Patria” che trent’anni or sono tentava di spacciare Ciriaco De Mita come una specie di Moro che avrebbe cambiato e salvato l’Italia…    Ora la parola d’ordine è – udite, udite – “discontinuità.      E come realizzarla? Semplice: popolarizzando una “neo-lingua” perfettamente orwelliana che cambi il nome delle cose, lasciandole esattamente come sono.

Purtroppo la realtà esiste e la testa sanguinante del Sindaco di Terni (o il cadavere vilipeso del giovane Cucchi) ne sono precisa testimonianza.    Ok. Discontinuità.   A cominciare dal sedere della Signora Merkel.   Buon fine settimana elettorale.

 

 

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | MORTI DI PALLONE?

14/11/2017

L’inglorioso zero a zero nel tempio del calcio milanese di San Siro e la conseguente esclusione dai mondiali del calcio del prossimo anno potrebbe  tradursi in un vero e proprio “de profundis” per l’auto (e non solo “auto”…) immagine nazionale.   Dagli e dagli lo “stellone” ...
Leggi tutto

Flash | OSTIA: L’ATLANTIC CITY DE NOANTRI

09/11/2017

Donald Trump che – come è noto – ricopre per volontà degli elettori statunitensi (e – a quanto pare – del KGB russo…) l’incarico di leader del “mondo libero” si trova in questi giorni a Pechino ove può constatare – rinchiuso nella successione rituale di cortili della Città proibita – ...
Leggi tutto

Flash | IL MONDO CAMBIA, L’ITALIA NO

24/10/2017

Mentre Donald Trump si accinge ad una serie di incontri nelle Filippine (ospite del feroce Dutertre…) cioè ben dentro quel Pacifico che rischia di sparire dalla panoplia delle sfere di influenza nord-americana, mentre il nuovo Mao (Xi Jinping) inaugura il “secolo” cinese e perfino mentre il ...
Leggi tutto

Flash | ARIDATECE LE FONTANELLE

19/10/2017

Riprendere queste note dopo oltre un mese non era facile e – soprattutto – non era facile giustificare un così lungo silenzio: paralizzati dalla sfida all’Ok Corral sull’orlo dell’abisso (nostro…) tra il piccolotto panciuto con gli occhi a mandorla del Nord-Corea ed il pupazzone gommato ...
Leggi tutto

Flash | C’E’ DEL MARCIO IN ITALIA

01/09/2017

La celebre frase pronunciata nell’Amleto di Shakespeare (e riferita alla Danimarca di mezzo millennio fa…) si attaglia perfettamente all’Italia di questo – ultimo – scorcio estivo.   Anche qui ci sono gli spettri ma – almeno fino ad ora – questo caso di cose non solo non genera ...
Leggi tutto

Flash | L’”APARTHEID” UNIVERSALE

29/08/2017

“… i meccanismi che hanno portato all’edificazione di un “apartheid universale” non hanno potuto impedire all’umanità di esprimere una tendenza oggettiva (sia pure nella sola forma consentita alla specie, in quelle condizioni, ovvero la riproduzione) che preme per una trasformazione globale. ...
Leggi tutto

Flash | AD AMBURGO I PADRONI DEL MONDO

07/07/2017

Mentre scriviamo è in corso ad Amburgo il vertice G20 (versione allargata di quel G8 inconcludentemente tenutosi – per turno – in Italia a Taormina poco più di un mese fa.   Entrambe le assise, ma questa attuale più rispondente al peso economico e geo-strategico dell’insieme degli ...
Leggi tutto

Flash | DA FANTOZZI A GRILLO E RENZI

04/07/2017

La triste scomparsa del comico (e non solo) Paolo Villaggio ci ha colpito più di quanto non abbia fatto la prevista raffica di dati negativi sull’occupazione… Infatti ci avrebbero stupito di più dati di segno positivo… e cioè del tutto incongrui con la condizione di un Paese che – al di là ...
Leggi tutto