Flash

07/06/2013

Flash

Mentre si attende il fine settimana di ballottaggio per i sindaci di una serie di Comuni – tra cui Roma fin qui retta dalla destra di Alemanno già giovane “leone” del neofascismo – la politica non va in vacanza.    La sparata anti-Merkel di Berlusconi ha più o meno il significato dei fuochi d’artificio sulla spiaggia per animare l’estate dei vacanzieri: si sparano e poi spariscono e tutti a letto.    Non senza una risposta al ciclostile del giovane Solone del Partito Democratico (nonché responsabile – sic – “economico” del PD), Matteo Colaninno: figlio dell’imprenditore che D’Alema definì “capitano coraggioso”.  Chissà perché?     Un vuoto così pneumatico che ogni commento è superfluo: giudicheranno i tedeschi con il voto d’autunno.   Gli italiani dicano quello che hanno da dire (possibilmente non da soli…) nel vertice europeo di fine mese.

Grillo (un po’ tagliuzzato dalle prime defezioni dal gruppo 5 stelle) riparte all’attacco del Parlamento (“tomba della Repubblica”): difficile dargli torto quando per approntare le “riforme” costituzionali (che di fatto nessuno chiede, limitandosi i cittadini invece a pretendere una legge elettorale rappresentativa) si istituisce una ennesima “Commissione dei saggi”: saggi di che? e – se erano saggi – dove erano ibernati?  E perché l’esercizio non viene svolto dal Parlamento?   Che sia – a questo punto – inutile?     Ovvero – visto dall’altro lato – non è bastato il Governo Monti? Altri saggi, altro giro?

Anche il Papa si interrogava oggi sul “ma che fa la politica, forse come Ponzio Pilato?”  Ahi, ahi.

Infine, La Repubblica (il giornale del Gruppo De Benedetti… non quella della Costituzione…) – con l’altro più che ottuagenario Eugenio Scalfari – si riunisce in conclave in quel di Firenze per trovare le “idee”.   E per trovarle non pensa di meglio che riunire la solita “compagnia di giro” (Saviano e co.) più le proprie firme e, appunto, l’ottuagenario “Padre della Patria” che trent’anni or sono tentava di spacciare Ciriaco De Mita come una specie di Moro che avrebbe cambiato e salvato l’Italia…    Ora la parola d’ordine è – udite, udite – “discontinuità.      E come realizzarla? Semplice: popolarizzando una “neo-lingua” perfettamente orwelliana che cambi il nome delle cose, lasciandole esattamente come sono.

Purtroppo la realtà esiste e la testa sanguinante del Sindaco di Terni (o il cadavere vilipeso del giovane Cucchi) ne sono precisa testimonianza.    Ok. Discontinuità.   A cominciare dal sedere della Signora Merkel.   Buon fine settimana elettorale.

 

 

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | EUROPA: IL MARCIO E’ SICURO, IL NUOVO UN PO’ MENO

13/06/2017

Poiché l’Italia ce l’abbiamo ora sott’occhio, è dal Belpaese che iniziamo questa breve rassegna.   Le elezioni amministrative in varie città italiane hanno – finalmente – fornito una prova del fatto che gli Italiani continuano in qualche misura a pensare e a difendersi dalla ...
Leggi tutto

Flash | ECCOCI DACCAPO

07/06/2017

E così eccoci di nuovo punto e daccapo. Un po’ più di mezzo anno è trascorso dal referendum “costituzionale” del 4 dicembre che avrebbe dovuto sancire l’eclissi popolare del nuovo (autoproclamato…) “rieccolo” nazionale Matteo Renzi.  Ed invece – con il fantasmagorico progetto di castrazione ...
Leggi tutto

Flash | BRIGITTE, MARIA ELENA, VIRGINIA E LE ALTRE

10/05/2017

Di “nonna” Brigitte Macron abbiamo già parlato.  Altro non si può dire se non che il giovanilismo mediatico della “scoperta” Macron è stato “speziato” con la saggia maturità della sua mentore.   Ben diverse – forse miserabili – le storie che ci vengono dal Belpaese.  Sempre meno ...
Leggi tutto

Flash | LE “NOVITA’” DI PARIGI

08/05/2017

E’ un antico ricordo letterario di quando le mercerie più periferiche del mondo presentavano i prodotti della Madrepatria con il fatidico cartello “novità di Parigi”: un richiamo irresistibile per i compratori e soprattutto le compratrici “coloniali” o di provincia.  Ed è quanto ci è balzato ...
Leggi tutto

Flash | PARLAR D’ALTRO

05/05/2017

Mentre siamo alla vigilia del cruciale secondo turno dell’elezione presidenziale francese (nelle quali la scelta è tra un levigato robot e una pasionaria fascista), a tre settimane dal Vertice G7 di Taormina oltre naturalmente in presenza dell’impasse sulla legge elettorale in Italia e ...
Leggi tutto

Flash | FRANCIA. FUSIONE DEL SECOLO TRA ROTSCHILD ED ELISEO

24/04/2017

“En Marche” un trionfo annunciato del peggiore. Quello che l’Italia aveva già conosciuto con Berlusconi prima e con Renzi poi si è pericolosamente avvicinato (in attesa del secondo turno delle elezioni presidenziali) con l’entrata in ballottaggio della “creaturina” della Banca Rotschild e co ...
Leggi tutto

Flash | SPARI A PARIGI, STRETTE DI MANO A WASHINGTON

21/04/2017

Il calendario globale ha le sue scadenze ed i suoi imprevisti.  Tra le “scadenze” c’è evidentemente (e sia detto senza cinismo alcuno: si tratta di coincidenza prescritta…) la sparatoria nel centro di Parigi tra l’Arco di Trionfo e Piazza della Concorde.  Ovvero tra l’”alfa e l’omega” di ...
Leggi tutto

Flash | “TUTTI GIU’ PER TERRA”

19/04/2017

Le ultime notizie danno l’”Armada” statunitense già diretta verso la Corea del Nord ed il suo improbabile dittatore come in piena retromarcia rispetto all’itinerario nel Pacifico verso il Mar Cinese settentrionale.  Allo stato possiamo solo pensare che la “Navy” (a differenza delle allegre ...
Leggi tutto