Flash

03/06/2013

Flash

Mentre Rodomonte Berlusconi preannuncia sfracelli qualora le due concomitanti sentenze (caso Ruby e fondi “neri” sull’estero di Mediaset) fossero a lui definitivamente sfavorevoli e – al tempo stesso – rassicura sulla durata dell’Esecutivo (si fa per dire…) del giovane Letta, le notizie negative si distillano quotidianamente.

Secondo gli Uffici studi della CGIL (molto studio, poca azione, ndr) ci vorranno tredici anni per riportare (da chi, come?) il prodotto interno lordo ai livelli del 2007.  Quanto all’occupazione ci vorrà almeno mezzo secolo.       Sul fronte delle buone notizie c’è invece il proclama del neo-Premier: “bisogna assolutamente portare la disoccupazione giovanile sotto il 30%”: per questo obiettivo “categorico”, se si seguissero i metodi Fornero, potrebbe essere necessario un intero secolo.  A condizione naturalmente di non essere “choosy”…

Il nero panorama non impedisce né la paradossale parata del 2 giugno (con annessa auto-esibizione della “nomenclatura” plaudente dalla tribuna), né il massiccio acquisto di cacciabombardieri F35 testè confermato, come pure il proseguimento “manu militari” del massiccio -  e verosimilmente inutile – programma  della TAV.    In breve, ciò che accade è una risposta “a rovescio” sia rispetto alla realtà, sia alle indicazioni che comunque sono uscite dal voto di febbraio.    Talmente “a rovescio” che perfino il rinvio alla Corte Costituzionale (da parte della Cassazione su istanza di un singolo cittadino) della legge “Porcellum” che – più che “elettorale” dovremmo definire “anti-elettorale” per l’effetto distorsivo che ha, ebbene questo rinvio ha soltanto determinato una revisione dell’agenda con la ripresa del fantasmagorico dibattito sul presidenzialismo e l’elezione diretta del Presidente.   Se non siamo al “se non c’è pane, mangino brioches”, davvero poco ci manca.

La verità è che in questa frenesia di fare ulteriormente a pezzi la Costituzione repubblicana (che magari non sarà quel “goiello” che tutti ci invidierebbero, ma certamente è l’ultimo baluardo prima dello sfascio finale) l’unica logica rintracciabile è quella di offrire ulteriori vittime al “dominus” Berlusconi e – al tempo stesso – un’ulteriore dilazione all’inevitabile resa dei conti della politica professionale.  Ciliegine finali: il taglio dei finanziamenti a quei signori viene quotidianamente “limato”, ammorbidito e comunque se ne parlerà nel 2017: prima dunque della fine della crisi ma alla vigilia di quel traguardo.   Seconda “ciliegina”: Grillo – dopo averci “salvato” dalla deriva neo-nazista stile “Alba dorata” – intensifica le misure per la trasformazione dei “Cinque stelle” in un Partito leninista, in cui presumibilmente alle espulsioni seguiranno le confessioni e – magari – le esecuzioni.

 

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | C’E’ DEL MARCIO IN ITALIA

01/09/2017

La celebre frase pronunciata nell’Amleto di Shakespeare (e riferita alla Danimarca di mezzo millennio fa…) si attaglia perfettamente all’Italia di questo – ultimo – scorcio estivo.   Anche qui ci sono gli spettri ma – almeno fino ad ora – questo caso di cose non solo non genera ...
Leggi tutto

Flash | L’”APARTHEID” UNIVERSALE

29/08/2017

“… i meccanismi che hanno portato all’edificazione di un “apartheid universale” non hanno potuto impedire all’umanità di esprimere una tendenza oggettiva (sia pure nella sola forma consentita alla specie, in quelle condizioni, ovvero la riproduzione) che preme per una trasformazione globale. ...
Leggi tutto

Flash | AD AMBURGO I PADRONI DEL MONDO

07/07/2017

Mentre scriviamo è in corso ad Amburgo il vertice G20 (versione allargata di quel G8 inconcludentemente tenutosi – per turno – in Italia a Taormina poco più di un mese fa.   Entrambe le assise, ma questa attuale più rispondente al peso economico e geo-strategico dell’insieme degli ...
Leggi tutto

Flash | DA FANTOZZI A GRILLO E RENZI

04/07/2017

La triste scomparsa del comico (e non solo) Paolo Villaggio ci ha colpito più di quanto non abbia fatto la prevista raffica di dati negativi sull’occupazione… Infatti ci avrebbero stupito di più dati di segno positivo… e cioè del tutto incongrui con la condizione di un Paese che – al di là ...
Leggi tutto

Flash | PERIFERIA D’EUROPA

23/06/2017

Sarà pure vero che gli indicatori macro-economici segnalano impercettibili movimenti nel quadro economico italiano, ma – oltre al fatto di essere alla coda della non brillante Europa – il Belpaese rimane inerte e senza speranza.   Anzi soffuso di sinistri presagi… confermati ad ...
Leggi tutto

Flash | EUROPA: IL MARCIO E’ SICURO, IL NUOVO UN PO’ MENO

13/06/2017

Poiché l’Italia ce l’abbiamo ora sott’occhio, è dal Belpaese che iniziamo questa breve rassegna.   Le elezioni amministrative in varie città italiane hanno – finalmente – fornito una prova del fatto che gli Italiani continuano in qualche misura a pensare e a difendersi dalla ...
Leggi tutto

Flash | ECCOCI DACCAPO

07/06/2017

E così eccoci di nuovo punto e daccapo. Un po’ più di mezzo anno è trascorso dal referendum “costituzionale” del 4 dicembre che avrebbe dovuto sancire l’eclissi popolare del nuovo (autoproclamato…) “rieccolo” nazionale Matteo Renzi.  Ed invece – con il fantasmagorico progetto di castrazione ...
Leggi tutto

Flash | BRIGITTE, MARIA ELENA, VIRGINIA E LE ALTRE

10/05/2017

Di “nonna” Brigitte Macron abbiamo già parlato.  Altro non si può dire se non che il giovanilismo mediatico della “scoperta” Macron è stato “speziato” con la saggia maturità della sua mentore.   Ben diverse – forse miserabili – le storie che ci vengono dal Belpaese.  Sempre meno ...
Leggi tutto