Flash

30/05/2013

Flash

La morte di Franca Rame è un altro grano di un rosario laico che viene snodandosi in questi ultimi mesi e – certamente – questa ex parlamentare, moglie di un Nobel (il più bistrattato dal proprio Paese secondo la plurisecolare tradizione italiana) e donna appassionata – non si risentirebbe vedendosi accomunata agli altri grani di questo “rosario”.   Certo non per Mariangela Melato, ma neppure per Franco Califano o Little Tony, per non parlare del forse tardivamente celebrato Don Gallo.  Scompare con questi variegati e difformi personaggi di un’Italia diversa e che tale voleva essere un profumo di libertà, un’aspettativa che non si è realizzata.    Anzi – diciamola tutta – lasciano un Paese peggiore di quello in cui avevano vissuto e variamente cercato di cambiare.

Ai fermenti, alle contraddizioni, che in qualche modo erano riusciti a sopravvivere dalla fine degli anni ’60 fino – ma sempre più stancamente – a questo nuovo secolo sono succeduti l’attuale apatia, lo “sbiancamento” delle differenze, la morte delle differenze creative.    In una Italia passata dal fermento post-bellico direttamente alla senilità senza passare per la maturità.   Che è sinonimo della modernità: quella condizione che l’Italia post-fascista, ma anche post-borbonica, asfittica repressiva ed ovviamente tagliata fuori dal resto del mondo non ha mai conosciuto.    Il che ne fa un record anche nell’ambito del decoroso declino europeo.   Un declino in cui peraltro ci sarebbe molto da salvare, se appena si  rimettessero la testa e i piedi ai rispettivi posti.   Le persone al posto degli pseudo equilibri dei “mercati”.

Non sembra che la direzione intrapresa sia questa. Non sembra che l’attuale “melina politica” possa portare grandi aperture.  Il verboso “giovane” premier viene progressivamente assumendo i tratti affabulatori del leader della (propria) Destra: solo più noioso.   L’area riformista (ammesso che tale sia) invece di proporre medicine si rallegra del calo della “febbre” grillina.   I “padri della Patria” si crogiolano in un conservatorismo ormai sfrenato.

Come avrebbe detto Califano: “il resto è noia”.

A meno di riuscire – di questi tempi – ad appassionarsi alla contesa tra il mortifero Alemanno ed il saputello Marino.

 

 

 

 

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | SCAMPAGNATA AL COLLE

01/06/2018

Non è per caso che queste righe non sono uscite nelle interminabili settimane che sono state necessarie per varare il “Governo del cambiamento” (sic).   Semplicemente non ci interessava e – soprattutto – non eravamo affamati delle insulse briciole sulle quali hanno banchettato ...
Leggi tutto

Flash | MATTANZA TRA ISRAELE E PALESTINA, GRAND HOTEL IN ITALIA

15/05/2018

Sessanta morti a Gaza: civili, adolescenti e perfino bambini.  Tutti uccisi anche con armi da guerra nell’isterica reazione israeliana di fronte alla più che legittima protesta palestinese di fronte ai “festeggiamenti” per l’apertura in Gerusalemme dell’unica Ambasciata ...
Leggi tutto

Flash | SARA’ UNA RISATA…

11/05/2018

“Sarà una risata … che vi seppellirà”… è con questo ritornello antico (ed un po’ auto-malaugurante…) che tornando nel Belpaese veniamo seguendo gli stupefacenti eventi che – dopo due mesi -  dovrebbero archiviare le elezioni “politiche” del 4 marzo.   D’altro canto che più dire ...
Leggi tutto

Flash | IL BARBIERE E IL QUIRINALE

04/04/2018

Questa mattina, passato il moscio interludio pasquale, si stava cercando di sintonizzarsi con l’ansia della nomenklatura – vecchia e nuova – per l’apertura delle consultazioni al Quirinale, anzi della “stagione” (dati i tempi previsti…) che il Presidente della Repubblica dedicherà a ...
Leggi tutto

Flash | LA GUERRA DEI BOTTONI

26/03/2018

Quella che si è combattuta nel fine settimana è stata - più che una guerra – una serie di scaramucce servite non solo a fissare chi ha vinto e chi ha perso il 4 marzo, quanto piuttosto - in perfetta analogia con la “guerra dei bottoni” (famoso e delizioso film francese del – pensate un po’ – ...
Leggi tutto

Flash | ZUCKERBERG NELLA POLVERE, CASALEGGIO SUGLI ALTARI

21/03/2018

Mentre nell’emisfero Nord (quello in cui ci troviamo…) comincia oggi la primavera…. E mentre una pletora di Mamozi (tanto insignificanti quanto privi di contenuti reali, dichiarati e – magari – contrapposti) si disputano il corpo sfatto della democrazia repubblicana e delle sue ...
Leggi tutto

Flash | UN MONDO DI SPIE?

16/03/2018

L’attualità internazionale (non diversamente da quella nostra, “domestica”) sta virando continuamente in una dispersione di fatti minuti che sembrano “inventati” apposta per distrarre da una realtà complessiva tanto angosciosa quanto inafferrabile.   Nel vasto mondo il recente ...
Leggi tutto

Flash | ALDO MORO E DINTORNI

14/03/2018

“Non credo ora opportuno un accoglimento in modo appropriato della richiesta.  Prego leggere e riferire”.   Suona così un appunto (che ancora custodisco da qualche parte) firmato dall’allora Ministro degli Esteri Aldo Moro ed indirizzatomi in qualità di dirigente sindacale (per il Sindacato ...
Leggi tutto