Flash

19/02/2016

Flash

blogdilifestyle_a665d98db35658bb20cf8a1ab87709ff

 

 

Credevamo Mario Monti fosse (chissà per quali imperscrutabili meriti e nei confronti di chissà chi) solo un Senatore a vita, invece ricopre – con molto piacere – il ruolo di boia politico di Stato… quando bussa alla tua porta preparati a morire.  Qualcuno metaforicamente (se sei – bene o male – membro della “nomenklatura”), qualcun altro, molti altri (i quidam de populo, la gente qualunque) moralmente e perfino fisicamente: un esempio per tutti gli “esodati”della lacrimante Ministra Fornero.

 

Adesso sono passate poche ore ed in concomitanza con il Vertice europeo dedicato a scongiurare (con trattamenti preferenziali e regalie…) la possibile uscita referendaria della Gran Bretagna dall’Unione (che il Generale De Gaulle vaticinava – ed auspicava – già mezzo secolo fa con molte valide ragioni inclusa la preminenza per il Regno Unito della solidarietà inter-atlantica anglosassone rispetto a quella europea…) il Senatore Monti ha annunciato in Parlamento a “Matteosubito” l’imminenza della sua dipartita da Palazzo Chigi.   Lui non funziona (cosa che noi avevamo capito dal primo giorno) e soprattutto comincia a provocare l’orticaria di chi conta in Europa ed ovviamente in Italia.   Con questo “campione” (come l’aveva definito un entusiasta Marchionne) non si va da nessuna parte e si rompe con chi conta in Europa.  Monti dixit… Senza contare il crollo evidente delle sue iperboli gratuite tipo una “ripresa” che semplicemente non esiste (tranne per le legioni di ragazzotte e ragazzotti da lui collocati in tutte le possibili “posizioni”)…

 

E, del resto, come potrebbe l’Italia riprendersi quando anche le più ottimistiche previsioni fissano la “crescita” sotto l’1%, cioè meno della metà della media europea.    Il punto è che la generalità dei Paesi europei dirigono – bene o male –le loro economie.     Lui è diretto da chi gli ha consegnato il  Paese… mentre gli avrebbero più opportunamente affidato altri compiti nelle loro aziende, o interessi.  E Monti glielo ha spiegato.     Vedremo dove il giovanotto toscano  fisserà la sua linea Maginot.   Per ora dovrà districarsi dal pasticcio da lui stesso messo in piedi trasformando una possibile ed utile  legge di diritti civili e di non discriminazione in una specie di referendum su uteri e riproduzioni in laboratorio.

 

E, questa volta, la forzatura autoritaria affidata in Parlamento ai suoi pasdaran vecchi e nuovi (tipo il roccioso Senatore Zanda da un lato e dall’altro le Serracchiani…) non ha funzionato.    Mentre rimane desaparecida la prediletta Boschi “impiombata” da una famiglia forse troppo presente… e troppo”bancaria”.

D’altro canto,  (e a questo punto nodale si riferisce il richiamo alla “naturalità” umanistica del grande Courbet)  il vaso di Pandora era stato incautamente aperto dallo stesso Renzi che spesso non sembra neppure sapere di cosa stia parlando: in questo caso non di quisquilie bensì di visioni del mondo e di irrisolti (e probabilmente irrisolvibili e certamente divisivi) nodi che attendono all’essenza stessa della nostra specie.   Altro che Banca Etruria o cariche alla RAI…

 

Lo ha spiegato con garbo e ragionevolezza il fisico di Pisa delle onde gravitazionali (quelle che piacciono agli scienziati e a noi spaurano nella nostra certificata insignificanza…) attestandosi su di una linea molto lontana dalla disinvoltura di chi si entusiasma di maternità surrogate e manipolazioni genetiche (le facevano già Hitler e i suoi e perfino i civili Svedesi del secondo dopoguerra…).  E’ vero che non era questo in discussione, ma questo (e i due gemelli plasticati    della coppia gay di designer di moda americani esibiti nei media di tutto il mondo) ovvero gli embrioni custoditi in frigorifero in Malaysia dal mio amico statunitense mentre moglie e bambinaie indonesiane portano a spasso i due “scongelati”, ispirano sentimenti ostili.   E ci conforta che gli eccezionali fisici italiani (questo sì nostro legittimo vanto) siano anch’essi “conservatori”.      E – pensate un po’ – Matteo si è messo in mezzo a tutto questo…

 

Intanto – come sempre – il mondo si muove.  Due le ultime notizie.   Papa Francesco – forse “ispirato” dalla pressurizzazione nel volo di ritorno dall’inferno messicano  – ha espresso tutta la sua repulsione per un personaggio che sempre più pare inventato da un cartoonist, Donald Trump.  Di più lo ha sommariamente scomunicato per la sua idea di erigere una “grande muraglia” anti Latinos.   Già che c’era, ha toccato (con la sua celebrata e finta ingenuità) il tema della Cina… che amerebbe visitare.   Insomma una specie di “turista per caso”…  O meglio – ma non lo ha detto – un Matteo Ricci (grande gesuita anche lui) mezzo millennio data.   Ovviamente gli auguriamo di trovare il giusto agente di viaggio… Personalmente ricordo di aver sentito già nel lontano 1979 dalla bocca del piccolo/grande (in tutti i sensi) Deng Xiaoping escludere una simile possibilità.  Certo – affermavano – non per”colpa” loro ma di un Vaticano filo-Taiwan.   Forse adesso Pechino potrebbe “perdonare” Roma.

 

E, mentre Bergoglio volava felice al pensiero dell’Impero di Mezzo, non dimenticandosi neppure di sopire il caos italiano incautamente suscitato dal piccolo Renzi (seguite la coscienza…votate come vi pare…il Papa è misericordioso: perdona perfino l’aborto, se è”male minore”), Obama annunciava di aprire le sue vacanze pasquali con una “due giorni” con Michelle all’Avana.  Turismo certo, ma con un piede nella storia e molte fondate aspettative…  Auguri a tutti già per il mese prossimo e soprattutto per gli amici Cubani…

 

 

 

 

 

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | MORTI DI PALLONE?

14/11/2017

L’inglorioso zero a zero nel tempio del calcio milanese di San Siro e la conseguente esclusione dai mondiali del calcio del prossimo anno potrebbe  tradursi in un vero e proprio “de profundis” per l’auto (e non solo “auto”…) immagine nazionale.   Dagli e dagli lo “stellone” ...
Leggi tutto

Flash | OSTIA: L’ATLANTIC CITY DE NOANTRI

09/11/2017

Donald Trump che – come è noto – ricopre per volontà degli elettori statunitensi (e – a quanto pare – del KGB russo…) l’incarico di leader del “mondo libero” si trova in questi giorni a Pechino ove può constatare – rinchiuso nella successione rituale di cortili della Città proibita – ...
Leggi tutto

Flash | IL MONDO CAMBIA, L’ITALIA NO

24/10/2017

Mentre Donald Trump si accinge ad una serie di incontri nelle Filippine (ospite del feroce Dutertre…) cioè ben dentro quel Pacifico che rischia di sparire dalla panoplia delle sfere di influenza nord-americana, mentre il nuovo Mao (Xi Jinping) inaugura il “secolo” cinese e perfino mentre il ...
Leggi tutto

Flash | ARIDATECE LE FONTANELLE

19/10/2017

Riprendere queste note dopo oltre un mese non era facile e – soprattutto – non era facile giustificare un così lungo silenzio: paralizzati dalla sfida all’Ok Corral sull’orlo dell’abisso (nostro…) tra il piccolotto panciuto con gli occhi a mandorla del Nord-Corea ed il pupazzone gommato ...
Leggi tutto

Flash | C’E’ DEL MARCIO IN ITALIA

01/09/2017

La celebre frase pronunciata nell’Amleto di Shakespeare (e riferita alla Danimarca di mezzo millennio fa…) si attaglia perfettamente all’Italia di questo – ultimo – scorcio estivo.   Anche qui ci sono gli spettri ma – almeno fino ad ora – questo caso di cose non solo non genera ...
Leggi tutto

Flash | L’”APARTHEID” UNIVERSALE

29/08/2017

“… i meccanismi che hanno portato all’edificazione di un “apartheid universale” non hanno potuto impedire all’umanità di esprimere una tendenza oggettiva (sia pure nella sola forma consentita alla specie, in quelle condizioni, ovvero la riproduzione) che preme per una trasformazione globale. ...
Leggi tutto

Flash | AD AMBURGO I PADRONI DEL MONDO

07/07/2017

Mentre scriviamo è in corso ad Amburgo il vertice G20 (versione allargata di quel G8 inconcludentemente tenutosi – per turno – in Italia a Taormina poco più di un mese fa.   Entrambe le assise, ma questa attuale più rispondente al peso economico e geo-strategico dell’insieme degli ...
Leggi tutto

Flash | DA FANTOZZI A GRILLO E RENZI

04/07/2017

La triste scomparsa del comico (e non solo) Paolo Villaggio ci ha colpito più di quanto non abbia fatto la prevista raffica di dati negativi sull’occupazione… Infatti ci avrebbero stupito di più dati di segno positivo… e cioè del tutto incongrui con la condizione di un Paese che – al di là ...
Leggi tutto