Flash

30/10/2012

FLASH

Basta una nuotata? Non proprio o forse sì.  Certo è che dalle elezioni di domenica in Sicilia (con il 53% di elettori astenuti, ovvero la maggioranza assoluta a casa) il Movimento a 5 stelle (!?) dell’ex comico Beppe Grillo (la cui piattaforma elettorale si è incentrata sull’attraversamento a nuoto da lui felicemente compiuto del canale di Sicilia) esce come il primo partito in Sicilia: significativo presagio per le elezioni politiche nazionali della prossima primavera.  In calo storico non solo il “Partito di plastica” di Berlusconi, ma anche il Partito democratico che pure si dichiara “vincitore” (il che è forse vero solo sul terreno astratto della politica politicante, una prerogativa italiana che sta conducendo il Paese verso un baratro peggiore dello “spread” finanziario).

 

In breve ed in prospettiva, un risultato catastrofico, considerata anche l’assenza di proposte e competenze del movimento di Grillo a fronte della crisi e di uno snodo interno ed internazionale che non capisce e non conosce e di cui – tutto sommato – non si cura.   D’altro canto se lo sfaldamento del Partito di Berlusconi (e di lui medesimo…)  non si accompagna ad una rinnovata consapevolezza nazionale su guasti ed origini del trascorso ventennio è difficile immaginare perfino l’inizio di una svolta.

 

Questa consapevolezza ha solo sei mesi per manifestarsi prima del nuovo Parlamento e del nuovo Presidente della Repubblica ma non si vedono indizi positivi se – a tutt’oggi – solo il “patron” della  Ferrari Montezemolo ha parlato esplicitamente (e verosimilmente “pro domo sua”) dello “spolpamento” effettuato da Berlusconi sull’Italia mentre egli stesso passava dall’indebitamento e dal quasi fallimento delle sue aziende ad una stratosferica ricchezza e il reddito degli Italiani e la ricchezza nazionale crollava…

 

Del resto, giorno per giorno la politica partitica affonda negli scandali e nel vuoto di proposte, lasciando campo libero al “nichilismo” ottimista (per chi?) del Coluche italiano di cui è ormai evidente (ma non ai suoi seguaci ed ammiratori) la deriva bonapartista.    E qui l’Italia ricomincia a far ridere e parallelamente a far paura fuori dei nostri confini in Europa ed oltre proprio perché è una società talmente malata, o arretrata, o gravata da vizi centenari se continua a surrogare l’incapacità di costruire (o perfino tollerare) una classe dirigente realmente rappresentativa e possibilmente almeno un po’ meritocratica.      Viceversa si ostina a costruire degli “Ersatz” di rinnovamento e/o di competente serietà, salvo poi scoprire che trattavasi di rappresentazione e non di realtà…..

 

Il dilemma che si delinea tra il barbuto nuotatore (innovatore) e l’algido professore (conservatore) davvero non fa giustizia (o la fa anche troppo) della ricchezza e complessità dell’Italia.  Vedremo.

 

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | SCAMPAGNATA AL COLLE

01/06/2018

Non è per caso che queste righe non sono uscite nelle interminabili settimane che sono state necessarie per varare il “Governo del cambiamento” (sic).   Semplicemente non ci interessava e – soprattutto – non eravamo affamati delle insulse briciole sulle quali hanno banchettato ...
Leggi tutto

Flash | MATTANZA TRA ISRAELE E PALESTINA, GRAND HOTEL IN ITALIA

15/05/2018

Sessanta morti a Gaza: civili, adolescenti e perfino bambini.  Tutti uccisi anche con armi da guerra nell’isterica reazione israeliana di fronte alla più che legittima protesta palestinese di fronte ai “festeggiamenti” per l’apertura in Gerusalemme dell’unica Ambasciata ...
Leggi tutto

Flash | SARA’ UNA RISATA…

11/05/2018

“Sarà una risata … che vi seppellirà”… è con questo ritornello antico (ed un po’ auto-malaugurante…) che tornando nel Belpaese veniamo seguendo gli stupefacenti eventi che – dopo due mesi -  dovrebbero archiviare le elezioni “politiche” del 4 marzo.   D’altro canto che più dire ...
Leggi tutto

Flash | IL BARBIERE E IL QUIRINALE

04/04/2018

Questa mattina, passato il moscio interludio pasquale, si stava cercando di sintonizzarsi con l’ansia della nomenklatura – vecchia e nuova – per l’apertura delle consultazioni al Quirinale, anzi della “stagione” (dati i tempi previsti…) che il Presidente della Repubblica dedicherà a ...
Leggi tutto

Flash | LA GUERRA DEI BOTTONI

26/03/2018

Quella che si è combattuta nel fine settimana è stata - più che una guerra – una serie di scaramucce servite non solo a fissare chi ha vinto e chi ha perso il 4 marzo, quanto piuttosto - in perfetta analogia con la “guerra dei bottoni” (famoso e delizioso film francese del – pensate un po’ – ...
Leggi tutto

Flash | ZUCKERBERG NELLA POLVERE, CASALEGGIO SUGLI ALTARI

21/03/2018

Mentre nell’emisfero Nord (quello in cui ci troviamo…) comincia oggi la primavera…. E mentre una pletora di Mamozi (tanto insignificanti quanto privi di contenuti reali, dichiarati e – magari – contrapposti) si disputano il corpo sfatto della democrazia repubblicana e delle sue ...
Leggi tutto

Flash | UN MONDO DI SPIE?

16/03/2018

L’attualità internazionale (non diversamente da quella nostra, “domestica”) sta virando continuamente in una dispersione di fatti minuti che sembrano “inventati” apposta per distrarre da una realtà complessiva tanto angosciosa quanto inafferrabile.   Nel vasto mondo il recente ...
Leggi tutto

Flash | ALDO MORO E DINTORNI

14/03/2018

“Non credo ora opportuno un accoglimento in modo appropriato della richiesta.  Prego leggere e riferire”.   Suona così un appunto (che ancora custodisco da qualche parte) firmato dall’allora Ministro degli Esteri Aldo Moro ed indirizzatomi in qualità di dirigente sindacale (per il Sindacato ...
Leggi tutto