Flash

11/04/2013

Flash

Tutto è possibile. Cosi al Quirinale come a Palazzo Chigi: presidente e Primo Ministro. Ad ormai una settimana dal voto a Camere congiunte e con i rappresentanti dalle Regioni ( ma senza il “Pierino epurato” Matteo Renzi) tutti gli scenari rimangono aperti.

Dunque il voto popolare è servito a  ben poco. Il prescelto per i sette anni di Presidenza della Repubblica non dipende da noi, ma da loro, ovvero quelli che da decenni rimestano il “pentolone” di cui parlava già decenni da il grande giornalista liberale (per davvero, e dunque, radicalmente riformista) Alberto Cavallari.  E che c’è nel pentolone? Di tutto, ma proprio di tutto. E non nel senso di qualunque cittadino italiano maggiorenne e in godimento dei diritti civili e politici, bensi chiunque sia in possesso della tessera di membro della nomenclatura che “regge” (si fa per dire..) il Paese inossidabilmente dalla Prima, alla seconda, alla terza e – forse- all’ennesima Repubblica.

Si va da Giuliano Amato (“sono avanzato soltanto grazie al merito e al duro lavoro”), dal Dottor Sottile, all’avvocatesa miliardaria Paola Severino. Dalla sempiterna Emma Bonino (ormai senza gli storici zoccoli “femministi” del primo ingresso a Montecitorio quasi mezzo secolo fa), alla pensionata degli Interni Cancellieri. E po da quel Violante che esordì a giudice per essere traghettato dagli allora Comunisti al vertice della Camera e poi – su su-  all’ineffabile D’Alema le cui colpe (agli occhi dei cittadini progressisti) dalla Bicamerale al parallelismo con Berlusconi sono oggi rinnovati meriti, fino all’arcigna Finocchiaro.  Al tutto si aggiunge una manciata di “outsiders” di pregio: tramontati Fo, Celentano e l’architetto Piano, nonché l’”umanologo” Gino Strada, si arriva al sempreverde De Rita (ahimè troppo competente) e via – come si dice- “cazzeggiando” fino allo stupendo exploit di Berlusconi: a chi il Quirinale? Ma vivaddio a Bersani, lo sconfitto delle elezioni politiche. Fantastiche “mascherine”….

Ovvero infine un rinnovo plebiscitario per l’ormai nonagenario Napolitano. Il quale non è proprio Mandela.

Diceva il poeta: “lasciatemi divertire”. Ed anche nel pentolone – a modo loro- ci si diverte: non un’idea su un mondo che spinge l’italia sempre più ai margini mentre ogni giorno vengono distrutte ricchezze collettive e lavoro di decenni, non una preoccupazione di chiarimento ed attuazione di quanto gli italiani hanno espresso nelle urne elettorali (sempre più “cartacee” e sempre meno “ludiche” per parafrasare Mussolini). Ed intanto il pentolone bolle e ribolle. E – mentre sparge odori pestilenziali- si stupisce se qualcuno lo vuole rovesciare e via.

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | AD AMBURGO I PADRONI DEL MONDO

07/07/2017

Mentre scriviamo è in corso ad Amburgo il vertice G20 (versione allargata di quel G8 inconcludentemente tenutosi – per turno – in Italia a Taormina poco più di un mese fa.   Entrambe le assise, ma questa attuale più rispondente al peso economico e geo-strategico dell’insieme degli ...
Leggi tutto

Flash | DA FANTOZZI A GRILLO E RENZI

04/07/2017

La triste scomparsa del comico (e non solo) Paolo Villaggio ci ha colpito più di quanto non abbia fatto la prevista raffica di dati negativi sull’occupazione… Infatti ci avrebbero stupito di più dati di segno positivo… e cioè del tutto incongrui con la condizione di un Paese che – al di là ...
Leggi tutto

Flash | PERIFERIA D’EUROPA

23/06/2017

Sarà pure vero che gli indicatori macro-economici segnalano impercettibili movimenti nel quadro economico italiano, ma – oltre al fatto di essere alla coda della non brillante Europa – il Belpaese rimane inerte e senza speranza.   Anzi soffuso di sinistri presagi… confermati ad ...
Leggi tutto

Flash | EUROPA: IL MARCIO E’ SICURO, IL NUOVO UN PO’ MENO

13/06/2017

Poiché l’Italia ce l’abbiamo ora sott’occhio, è dal Belpaese che iniziamo questa breve rassegna.   Le elezioni amministrative in varie città italiane hanno – finalmente – fornito una prova del fatto che gli Italiani continuano in qualche misura a pensare e a difendersi dalla ...
Leggi tutto

Flash | ECCOCI DACCAPO

07/06/2017

E così eccoci di nuovo punto e daccapo. Un po’ più di mezzo anno è trascorso dal referendum “costituzionale” del 4 dicembre che avrebbe dovuto sancire l’eclissi popolare del nuovo (autoproclamato…) “rieccolo” nazionale Matteo Renzi.  Ed invece – con il fantasmagorico progetto di castrazione ...
Leggi tutto

Flash | BRIGITTE, MARIA ELENA, VIRGINIA E LE ALTRE

10/05/2017

Di “nonna” Brigitte Macron abbiamo già parlato.  Altro non si può dire se non che il giovanilismo mediatico della “scoperta” Macron è stato “speziato” con la saggia maturità della sua mentore.   Ben diverse – forse miserabili – le storie che ci vengono dal Belpaese.  Sempre meno ...
Leggi tutto

Flash | LE “NOVITA’” DI PARIGI

08/05/2017

E’ un antico ricordo letterario di quando le mercerie più periferiche del mondo presentavano i prodotti della Madrepatria con il fatidico cartello “novità di Parigi”: un richiamo irresistibile per i compratori e soprattutto le compratrici “coloniali” o di provincia.  Ed è quanto ci è balzato ...
Leggi tutto

Flash | PARLAR D’ALTRO

05/05/2017

Mentre siamo alla vigilia del cruciale secondo turno dell’elezione presidenziale francese (nelle quali la scelta è tra un levigato robot e una pasionaria fascista), a tre settimane dal Vertice G7 di Taormina oltre naturalmente in presenza dell’impasse sulla legge elettorale in Italia e ...
Leggi tutto