Flash

12/03/2013

Flash

“Parola d’Italiano”.  L’indimenticabile ricordo della stretta di mano con promessa d’asilo (violata) tra il Capo della polizia italiana ed i profughi albanesi ammassati a migliaia sulla banchina di Brindisi è stato rinverdito e superato dall’inverosimile decisione del peggior Ministro degli Esteri della storia repubblicana, il nobile bergamasco (emulo dei “Bergamasques” della canzone di Edith Piaf…) Giulio Terzi di Sant’Agata, già primo collaboratore della  famiglia Vattani al vertice della Farnesina (console fascio-rock incluso) il quale con “motu proprio” (salvo improbabile smentita) ha deciso di violare gli impegni presi con il Governo dell’India  e di non rinviare i fucilieri – attualmente in vacanza elettorale – nel Paese che ha visto – è un fatto! – uccisi due poveri pescatori evidentemente scambiati per “pirati”.

Terzi ha spinto la propria arroganza, che ha aggiunto all’incapacità con cui ha lasciato “montare” il caso (vero e proprio soufflé di inconsistenza professionale e politica) fino ad accusare l’India di “violazione” del diritto internazionale.  Dunque, pretendiamo le scuse dal secondo Paese dell’Asia: un partner già infastidito dal caso degli elicotteri Agusta/Finmeccanica.   Nessuna autocritica, nessuna franca ammissione di una presenza armata su navi mercantili priva di una chiara catena di comando e – verosimilmente – senza adeguata preparazione.   Dal pilota Cocciolone ai due fucilieri “carcerati” in albergo a 5 stelle il filo rosso è invisibile solo per gli alfieri del “fardello dell’uomo bianco”.   La protesta non solo dell’opinione pubblica indiana o dei Partiti nazionalisti, bensì del Primo Ministro in persona suggella la “geniale” mossa italiana.        Amen ed evviva per il “cosmopolitismo” di un Paese che – in spregio alla propria stessa Costituzione – continua ad affidarsi ad incompetenti fanfaroni…   nella infantile speranza di “non essere visto”.     Da un mondo che non ci “capisce”.

Ora, e sulla banchina di Brindisi, a completare il quadro non poteva mancare la presenza di Silvio Berlusconi: allora “adottò” per meno di 24 ore una famiglia di Albanesi: presto scaricati in Prefettura, presumibilmente dopo aver accertata l’assenza di “nipotine”.     Oggi con il contrappunto anti-legalista offerto dalla manifestazione sediziosa davanti al Tribunale di Milano definito “nazista” e “stalinista” per la “pretesa” di giudicare il Cavaliere come un qualunque cittadino della Repubblica.

In breve, mentre il Paese affonda vittima dell’”orbo” e del “sordo” che avrebbero dovuto salvarlo (con meno 5% di pnl in un biennio ed altro che “spread”) la sempiterna schiuma reazionaria fa sentire la propria stolida voce.

 

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | MORTI DI PALLONE?

14/11/2017

L’inglorioso zero a zero nel tempio del calcio milanese di San Siro e la conseguente esclusione dai mondiali del calcio del prossimo anno potrebbe  tradursi in un vero e proprio “de profundis” per l’auto (e non solo “auto”…) immagine nazionale.   Dagli e dagli lo “stellone” ...
Leggi tutto

Flash | OSTIA: L’ATLANTIC CITY DE NOANTRI

09/11/2017

Donald Trump che – come è noto – ricopre per volontà degli elettori statunitensi (e – a quanto pare – del KGB russo…) l’incarico di leader del “mondo libero” si trova in questi giorni a Pechino ove può constatare – rinchiuso nella successione rituale di cortili della Città proibita – ...
Leggi tutto

Flash | IL MONDO CAMBIA, L’ITALIA NO

24/10/2017

Mentre Donald Trump si accinge ad una serie di incontri nelle Filippine (ospite del feroce Dutertre…) cioè ben dentro quel Pacifico che rischia di sparire dalla panoplia delle sfere di influenza nord-americana, mentre il nuovo Mao (Xi Jinping) inaugura il “secolo” cinese e perfino mentre il ...
Leggi tutto

Flash | ARIDATECE LE FONTANELLE

19/10/2017

Riprendere queste note dopo oltre un mese non era facile e – soprattutto – non era facile giustificare un così lungo silenzio: paralizzati dalla sfida all’Ok Corral sull’orlo dell’abisso (nostro…) tra il piccolotto panciuto con gli occhi a mandorla del Nord-Corea ed il pupazzone gommato ...
Leggi tutto

Flash | C’E’ DEL MARCIO IN ITALIA

01/09/2017

La celebre frase pronunciata nell’Amleto di Shakespeare (e riferita alla Danimarca di mezzo millennio fa…) si attaglia perfettamente all’Italia di questo – ultimo – scorcio estivo.   Anche qui ci sono gli spettri ma – almeno fino ad ora – questo caso di cose non solo non genera ...
Leggi tutto

Flash | L’”APARTHEID” UNIVERSALE

29/08/2017

“… i meccanismi che hanno portato all’edificazione di un “apartheid universale” non hanno potuto impedire all’umanità di esprimere una tendenza oggettiva (sia pure nella sola forma consentita alla specie, in quelle condizioni, ovvero la riproduzione) che preme per una trasformazione globale. ...
Leggi tutto

Flash | AD AMBURGO I PADRONI DEL MONDO

07/07/2017

Mentre scriviamo è in corso ad Amburgo il vertice G20 (versione allargata di quel G8 inconcludentemente tenutosi – per turno – in Italia a Taormina poco più di un mese fa.   Entrambe le assise, ma questa attuale più rispondente al peso economico e geo-strategico dell’insieme degli ...
Leggi tutto

Flash | DA FANTOZZI A GRILLO E RENZI

04/07/2017

La triste scomparsa del comico (e non solo) Paolo Villaggio ci ha colpito più di quanto non abbia fatto la prevista raffica di dati negativi sull’occupazione… Infatti ci avrebbero stupito di più dati di segno positivo… e cioè del tutto incongrui con la condizione di un Paese che – al di là ...
Leggi tutto