Flash

12/03/2013

Flash

“Parola d’Italiano”.  L’indimenticabile ricordo della stretta di mano con promessa d’asilo (violata) tra il Capo della polizia italiana ed i profughi albanesi ammassati a migliaia sulla banchina di Brindisi è stato rinverdito e superato dall’inverosimile decisione del peggior Ministro degli Esteri della storia repubblicana, il nobile bergamasco (emulo dei “Bergamasques” della canzone di Edith Piaf…) Giulio Terzi di Sant’Agata, già primo collaboratore della  famiglia Vattani al vertice della Farnesina (console fascio-rock incluso) il quale con “motu proprio” (salvo improbabile smentita) ha deciso di violare gli impegni presi con il Governo dell’India  e di non rinviare i fucilieri – attualmente in vacanza elettorale – nel Paese che ha visto – è un fatto! – uccisi due poveri pescatori evidentemente scambiati per “pirati”.

Terzi ha spinto la propria arroganza, che ha aggiunto all’incapacità con cui ha lasciato “montare” il caso (vero e proprio soufflé di inconsistenza professionale e politica) fino ad accusare l’India di “violazione” del diritto internazionale.  Dunque, pretendiamo le scuse dal secondo Paese dell’Asia: un partner già infastidito dal caso degli elicotteri Agusta/Finmeccanica.   Nessuna autocritica, nessuna franca ammissione di una presenza armata su navi mercantili priva di una chiara catena di comando e – verosimilmente – senza adeguata preparazione.   Dal pilota Cocciolone ai due fucilieri “carcerati” in albergo a 5 stelle il filo rosso è invisibile solo per gli alfieri del “fardello dell’uomo bianco”.   La protesta non solo dell’opinione pubblica indiana o dei Partiti nazionalisti, bensì del Primo Ministro in persona suggella la “geniale” mossa italiana.        Amen ed evviva per il “cosmopolitismo” di un Paese che – in spregio alla propria stessa Costituzione – continua ad affidarsi ad incompetenti fanfaroni…   nella infantile speranza di “non essere visto”.     Da un mondo che non ci “capisce”.

Ora, e sulla banchina di Brindisi, a completare il quadro non poteva mancare la presenza di Silvio Berlusconi: allora “adottò” per meno di 24 ore una famiglia di Albanesi: presto scaricati in Prefettura, presumibilmente dopo aver accertata l’assenza di “nipotine”.     Oggi con il contrappunto anti-legalista offerto dalla manifestazione sediziosa davanti al Tribunale di Milano definito “nazista” e “stalinista” per la “pretesa” di giudicare il Cavaliere come un qualunque cittadino della Repubblica.

In breve, mentre il Paese affonda vittima dell’”orbo” e del “sordo” che avrebbero dovuto salvarlo (con meno 5% di pnl in un biennio ed altro che “spread”) la sempiterna schiuma reazionaria fa sentire la propria stolida voce.

 

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | EUROPA: IL MARCIO E’ SICURO, IL NUOVO UN PO’ MENO

13/06/2017

Poiché l’Italia ce l’abbiamo ora sott’occhio, è dal Belpaese che iniziamo questa breve rassegna.   Le elezioni amministrative in varie città italiane hanno – finalmente – fornito una prova del fatto che gli Italiani continuano in qualche misura a pensare e a difendersi dalla ...
Leggi tutto

Flash | ECCOCI DACCAPO

07/06/2017

E così eccoci di nuovo punto e daccapo. Un po’ più di mezzo anno è trascorso dal referendum “costituzionale” del 4 dicembre che avrebbe dovuto sancire l’eclissi popolare del nuovo (autoproclamato…) “rieccolo” nazionale Matteo Renzi.  Ed invece – con il fantasmagorico progetto di castrazione ...
Leggi tutto

Flash | BRIGITTE, MARIA ELENA, VIRGINIA E LE ALTRE

10/05/2017

Di “nonna” Brigitte Macron abbiamo già parlato.  Altro non si può dire se non che il giovanilismo mediatico della “scoperta” Macron è stato “speziato” con la saggia maturità della sua mentore.   Ben diverse – forse miserabili – le storie che ci vengono dal Belpaese.  Sempre meno ...
Leggi tutto

Flash | LE “NOVITA’” DI PARIGI

08/05/2017

E’ un antico ricordo letterario di quando le mercerie più periferiche del mondo presentavano i prodotti della Madrepatria con il fatidico cartello “novità di Parigi”: un richiamo irresistibile per i compratori e soprattutto le compratrici “coloniali” o di provincia.  Ed è quanto ci è balzato ...
Leggi tutto

Flash | PARLAR D’ALTRO

05/05/2017

Mentre siamo alla vigilia del cruciale secondo turno dell’elezione presidenziale francese (nelle quali la scelta è tra un levigato robot e una pasionaria fascista), a tre settimane dal Vertice G7 di Taormina oltre naturalmente in presenza dell’impasse sulla legge elettorale in Italia e ...
Leggi tutto

Flash | FRANCIA. FUSIONE DEL SECOLO TRA ROTSCHILD ED ELISEO

24/04/2017

“En Marche” un trionfo annunciato del peggiore. Quello che l’Italia aveva già conosciuto con Berlusconi prima e con Renzi poi si è pericolosamente avvicinato (in attesa del secondo turno delle elezioni presidenziali) con l’entrata in ballottaggio della “creaturina” della Banca Rotschild e co ...
Leggi tutto

Flash | SPARI A PARIGI, STRETTE DI MANO A WASHINGTON

21/04/2017

Il calendario globale ha le sue scadenze ed i suoi imprevisti.  Tra le “scadenze” c’è evidentemente (e sia detto senza cinismo alcuno: si tratta di coincidenza prescritta…) la sparatoria nel centro di Parigi tra l’Arco di Trionfo e Piazza della Concorde.  Ovvero tra l’”alfa e l’omega” di ...
Leggi tutto

Flash | “TUTTI GIU’ PER TERRA”

19/04/2017

Le ultime notizie danno l’”Armada” statunitense già diretta verso la Corea del Nord ed il suo improbabile dittatore come in piena retromarcia rispetto all’itinerario nel Pacifico verso il Mar Cinese settentrionale.  Allo stato possiamo solo pensare che la “Navy” (a differenza delle allegre ...
Leggi tutto