Flash

03/10/2014

Flash

ambasciatore renzi

“Renzi mi ricorda Ronald Reagan”, così il neo Ambasciatore statunitense a Roma William Phillips (“genealogicamente Filippi allorchè i progenitori arrivarono dal natio Friuli), già avvocato d’affari e finanziatore elettorale di Obama nonché nuovo supporter di “Matteosubito”.  Munito di così autorevoli credenziali (anche se ovviamente collegate ad una funzione che richiede il massimo di compiacenza con le locali autorità e tanto più verso il Primo Ministro in carica), Renzi viene assidendosi sempre più in un concerto internazionale che dovrebbe compensarlo delle critiche in patria.   D’altro canto su questa “commendatizia” non è facile per noi concordare vuoi perché avendo personalmente avvicinato il simpatico attore prestato alla politica in una fase internazionale complessa quasi quanto quella attuale possiamo testimoniare che era più alto…   E Reagan certamente più simpatico grazie anche alla sua abitudine di raggiungere frequentemente la delegazione italiana per farla destinataria  delle proprie barzellette. Conclusione: ci vuol altro che una dichiarazione diplomatica per rassicurare gli italiani.

Certo non i membri iscritti al PD che, dopo aver perso in un anno 400mila iscritti e toccato il minimo storico  di soli 100mila tesserati (così informa la stampa nazionale…) e pertanto appaiono ormai destinati – nonostante il controllo esercitato in Parlamento – ad assumere il ruolo di un Partito d’opinione.   Non male per quello che recentemente si era autodefinito come Partito “nazionale”.   Cinicamente potremmo parlare di “missione compiuta”.   Il massimo di potere ed il minimo di rappresentatività.    Questo non impedirà (come si è visto alla Direzione di lunedì dalla quale Renzi è uscito trionfatore e leader incontrastato) di continuare per la strada intrapresa, sintetizzabile in una delle marce indietro più tenaci della storia.

Di più l’ambasciatore Phillips è stato anche – troppo? – esplicito per un rappresentante straniero sostenendo che la vincente formula “Made in Usa” consiste nel lasciare che il mercato del lavoro è fatto di “chi entra e chi esce…”.  E che questa è la via: Philips “non ci vede niente di male…” Giusto… e neppure  Renzi, che  porta avanti la storica battaglia di favorire l’uscita dei lavoratori    Non male quando la disoccupazione è saldamente a due cifre e quella giovanile sta al 44%.   Senza contare che gli “inoccupati” (quelli che manco lo cercano un lavoro e vivono del patrio “familismo”) competono con i disoccupati “ufficiali”.

Intascato l’appoggio dell’ “amico americano” il Nostro può dedicarsi (con alleati del calibro di quell’Hollande che incarna soltanto il “mal francese”, almeno quello socio-politico che ha portato il Fronte nazionale al primo posto nei sondaggi…) a “spezzare le reni” alla già amica (la visitò prima dell’insediamento..) Cancelliera Merkel: rispetti le altre “nazionalità (?!) e non le tratti come “studenti”.  Una frase, due errori: confonde le “nazionalità” (gergo turistico fiorentino che sta per “nazioni”) con i Paesi, gli Stati.  Parla di studenti da rimbrottare come fossimo ai tempi di Gian Burrasca.

Ma non importa. E’ il gergo che piace agli Italiani: quello dell’amato “salotto De Filippi”.

Quanto a noi ci risuona di continuo in testa una frasetta di cui non capiamo neppure noi l’origine: “ridateci il professor Arturo Carlo Jemolo”.   Forse significa nostalgia per un’Italia in cui i professoroni (come li chiama con disprezzo Matteosubito) erano lì per annoiarci ed illuminarci.  E chi li ha sostituiti?   Niente.

Buon fine settimana.

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | EUROPA: IL MARCIO E’ SICURO, IL NUOVO UN PO’ MENO

13/06/2017

Poiché l’Italia ce l’abbiamo ora sott’occhio, è dal Belpaese che iniziamo questa breve rassegna.   Le elezioni amministrative in varie città italiane hanno – finalmente – fornito una prova del fatto che gli Italiani continuano in qualche misura a pensare e a difendersi dalla ...
Leggi tutto

Flash | ECCOCI DACCAPO

07/06/2017

E così eccoci di nuovo punto e daccapo. Un po’ più di mezzo anno è trascorso dal referendum “costituzionale” del 4 dicembre che avrebbe dovuto sancire l’eclissi popolare del nuovo (autoproclamato…) “rieccolo” nazionale Matteo Renzi.  Ed invece – con il fantasmagorico progetto di castrazione ...
Leggi tutto

Flash | BRIGITTE, MARIA ELENA, VIRGINIA E LE ALTRE

10/05/2017

Di “nonna” Brigitte Macron abbiamo già parlato.  Altro non si può dire se non che il giovanilismo mediatico della “scoperta” Macron è stato “speziato” con la saggia maturità della sua mentore.   Ben diverse – forse miserabili – le storie che ci vengono dal Belpaese.  Sempre meno ...
Leggi tutto

Flash | LE “NOVITA’” DI PARIGI

08/05/2017

E’ un antico ricordo letterario di quando le mercerie più periferiche del mondo presentavano i prodotti della Madrepatria con il fatidico cartello “novità di Parigi”: un richiamo irresistibile per i compratori e soprattutto le compratrici “coloniali” o di provincia.  Ed è quanto ci è balzato ...
Leggi tutto

Flash | PARLAR D’ALTRO

05/05/2017

Mentre siamo alla vigilia del cruciale secondo turno dell’elezione presidenziale francese (nelle quali la scelta è tra un levigato robot e una pasionaria fascista), a tre settimane dal Vertice G7 di Taormina oltre naturalmente in presenza dell’impasse sulla legge elettorale in Italia e ...
Leggi tutto

Flash | FRANCIA. FUSIONE DEL SECOLO TRA ROTSCHILD ED ELISEO

24/04/2017

“En Marche” un trionfo annunciato del peggiore. Quello che l’Italia aveva già conosciuto con Berlusconi prima e con Renzi poi si è pericolosamente avvicinato (in attesa del secondo turno delle elezioni presidenziali) con l’entrata in ballottaggio della “creaturina” della Banca Rotschild e co ...
Leggi tutto

Flash | SPARI A PARIGI, STRETTE DI MANO A WASHINGTON

21/04/2017

Il calendario globale ha le sue scadenze ed i suoi imprevisti.  Tra le “scadenze” c’è evidentemente (e sia detto senza cinismo alcuno: si tratta di coincidenza prescritta…) la sparatoria nel centro di Parigi tra l’Arco di Trionfo e Piazza della Concorde.  Ovvero tra l’”alfa e l’omega” di ...
Leggi tutto

Flash | “TUTTI GIU’ PER TERRA”

19/04/2017

Le ultime notizie danno l’”Armada” statunitense già diretta verso la Corea del Nord ed il suo improbabile dittatore come in piena retromarcia rispetto all’itinerario nel Pacifico verso il Mar Cinese settentrionale.  Allo stato possiamo solo pensare che la “Navy” (a differenza delle allegre ...
Leggi tutto