Flash

02/10/2014

Flash

block-bce-8

A Hong Kong si aspetta con comprensibile trepidazione la scadenza dell’“ultimatum” fissato dai movimenti democratici per ottenere l’assai improbabile rimozione del Governatore “pechinese”, a Napoli i banchieri centrali nazionali e quello europeo Draghi si concedono l’ospitalità del Presidente della Repubblica che li intrattiene in una delle più belle residenze che già appartennero a Casa Savoia, quella Villa Rosebery che dall’alto della collina di Posillipo domina l’incanto del Golfo e la rovina della città, che già fu la più grande (in molti sensi) d’Europa.   A Oriente grattacieli e tecnologie per una volta al servizio del cambiamento, ad Occidente un’incauta esposizione della decadenza, della corruzione, dell’impotenza coniugata ad una stolida arroganza. Difficile infatti capire la ragione della scelta della capitale del Sud per una riunione tutto sommato di routine ed in ogni caso blindata contro inevitabili proteste per un abbandono ed una crisi che precedono di molto l’attuale crisi. La contestuale rimozione di un sindaco eletto – ancorché legalmente fondata – costituisce la classica ciliegina su di una torta della cui freschezza è ben lecito dubitare.

Furbescamente (come al solito) il premier “Matteosubito” vola nelle stesse ore a Londra e si intrattiene a sua volta con quello che sente come il suo gemello, il Primo Ministro conservatore David Cameron, al quale tutto lo unisce salvo forse l’educazione “etoniana”.   Da Napoli lo tiene lontano sia il rischio di figurare (per quello che è…) come un comprimario a fianco di grossi calibri come il Capo dello Stato (della cui costante “comprensione” ha disperatamente bisogno) ed il super-banchiere centrale d’Europa.       Il tutto costituisce, a prescindere dagli esiti degli avvenimenti odierni, una realistica rappresentazione di due fenomeni contrapposti: il declino incontrastato e perfino compiaciuto e – come si è detto – la crescita non sempre facile e certamente non unilineare.    Detto in altri termini il “tedium vitae” ben rappresentato da un banchiere “predestinato” passato disinvoltamente dal pubblico (Direttore generale del Tesoro insolitamente prima dei 40 anni, poi banchiere privato e al servizio del grande capitale finanziario dal seggio alla Goldman Sachs al “gotha” raccolto a bordo dello yacht reale Britannia, fino all’attuale “capolavoro” che potremmo definire “misto” della BCE).    A Napoli tutto questo si è accompagnato alla presenza non già – come d’uso – della maschera di “Anonimous” (o di Guy Fawkes) bensì di Pulcinella.   Sul serio…

E, d’altro canto, che un altro (rispetto ai nostri) campione del “riformismo europeo” – quel Francois Hollande che presiede ai destini di Francia con il 13%  del consenso dei cittadini – avesse deciso di buttare unilateralmente alle ortiche i “tetti” di bilancio comunitari rinviandone l’attuazione al 2017 (il tempo giusto per passare dal 13% al…… in vista delle prossime elezioni)  aveva già creato un clima tra euforico e farsesco nei dirigenti italiani che ora si augurano – almeno – di poter “lavorare sui resti”.   Vedremo.

Che tutto l’insieme – il solito “vasto mondo” – non vada intanto troppo bene lo confermano non solo i segnali su “Ebola” che si accavallano e moltiplicano, ma un dato ben osservabile: l’arrivo delle truppe dell’ISIS alla frontiera Turca.    E meno male che laggiù c’è un dirigente della tempra di Erdogan: non a caso amico e rispettato sodale del nostro Caimano.

A tutti noi, e prima di tutti a quelli di Hong Kong, auguri.

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | GRILLO E IL BUON DIO

16/02/2018

Ancora non basta.   La  “scoperta” che il movimento “Cinque stelle” (ancora con questo insulso nome…) truccava i propri stessi impegni “steccando” qua e là un po’ delle risorse pubbliche (indennità parlamentari) da destinare – udite udite – alle “piccole imprese” non ha incrinato (stando ai ...
Leggi tutto

Flash | RINCOGLIONITI?

12/02/2018

Che gli Italiani siano “a pezzi” è evidente constatazione.   Perfino la sagra nazional-popolare di tardo inverno (o precoce primavera?) di Sanremo è passata con una specie di innocuo auto-trionfo ma senza lasciare traccia alcuna.   Certamente le sensibilità e le capacità di ...
Leggi tutto

Flash | IL “MALIGNO” DALLE ALPI AL LILIBEO

30/01/2018

Prima di tutto due parole sul nuovo scandalo (a poco dire…) dell’industria automobilistica tedesca che, evidentemente non paga di aver taroccato dati sull’inquinamento di alcuni tipi di vetture, è passata alla “dimostrazione” che i suoi motori diesel non fanno poi troppo male…   E ...
Leggi tutto

Flash | DA DAVOS AL CAIRO PASSANDO PER ROMA

25/01/2018

La settimana che si sta chiudendo non offre granchè salvo forse una rinfrescante tregua nella più squallida campagna elettorale della storia repubblicana dell’Italia: tasso d’interesse da parte dei cittadini (esistono ormai solo figurativamente e non riescono evidentemente a svegliarsi e ...
Leggi tutto

Flash | LA MONTAGNA INCINTA DI UN TOPOLINO

18/01/2018

Sono passati i due mesi (sic) “natalizi”  e, mentre manca poco più di un mese e mezzo alle tanto auspicate (ma da chi?) elezioni politiche, la situazione rimane quella di sempre.  Grave, ma non seria.

Di più: ogni evento ...
Leggi tutto

Flash | CHERCHEZ LA FEMME

15/12/2017

Quando nel 1854 – avete letto bene - Alexandre Dumas pubblicava la sua novella (“I Moicani di Parigi”) difficilmente avrebbe potuto indovinare il successo che avrebbe arriso alla sua espressione (e chiave narrativa) “cercate la donna”.  E, sia detto tra parentesi, neppure avrebbe potuto ...
Leggi tutto

Flash | ORA BASTA?

07/12/2017

E così siamo arrivati all’Immacolata Concezione, festa quanto mai problematica anche se – laicamente – presaga dell’ondata natalizia.     Che – quest’anno – si annuncia gravida più che di incognite (magari anche positive…) di sinistre aspettative.   Anzi potremmo dire ricca soltanto di ...
Leggi tutto