Flash

26/11/2012

Flash

Non è ancora chiaro se domenica 25 novembre abbia segnato una grande tappa nel rinnovamento dell’assai indebolita democrazia italiana, viceversa è indubitabile che la terza rete della televisione pubblica ha realizzato un en plein che da tempo non si vedeva.

Mentre si attendevano i risultati delle elezioni primarie di centro-sinistra tra i “fantastici cinque” o, per meglio dire, tra il Segretario del PD Pierluigi Bersani ed il “giovane Blair” italiano, il Sindaco di Firenze Matteo Renzi, il conduttore principe (certamente l’unico pacato ed istruito) Fabio Fazio presentava una doppia intervista al Premier Monti e alla deputata europea Sylvie Goulard in qualità di coautori del libro “La democrazia in Europa. Guardare oltre”.

Il commento sulla performance televisiva più che dalla politica “politicienne” è immediatamente venuto – ed è del tutto condivisibile – dall’attrice comica Luciana Litizzetto: “MontBlanc” (sic) è uno – finalmente – che sa di cosa parla e che tace quando è meglio non parlare (aiutato nella circostanza di avere accanto una coautrice assai preparata che – tra l’altro – lo ha protetto da risposte diplomaticamente rischiose sul tema europeo).    Forse – e non è detto che sia cosa “buona e giusta” – lo avranno pensato molti futuri elettori. Tranne forse quando il Prof Monti con uno scivolone ha attribuito il taglio del sostegno a malati incurabili a generici evasori fiscali, quasi che fosse impossibile una seria lotta agli evasori (rischio fuga di capitali?) ovvero preclusi altri tagli di bilancio a categorie più forti degli invalidi.

L’altro pezzo della serata era la convulsa diretta sulla competizione tra l’esponente del gruppo dirigente del PD ed il giovane turco “rottamatore”.  Ha vinto – prevedibilmente – il primo con circa 8 punti di distacco, ma il secondo andrà la prossima domenica al ballottaggio.  E così ci sarà un’altra settimana che evoca più che una democrazia matura una versione “aglio e olio” delle primavere del “Terzo Mondo”.  Con circa quattro milioni di votanti (speranzosi di dire la loro e pronti a pagare il privilegio di partecipare pagando un obolo monetario destinato a chissà che, o a chissà chi, considerato che lo Stato paga profumatamente le spese elettorali).

Conclusione.  Non c’è che da augurarsi che la settimana tra i due “turni” presenti anche una qualche risposta ai punti posti dal Premier Monti.  A caldo il Segretario del PD ha avuto buone parole solo il suo infelice omologo di destra, attualmente agnello sacrificale del senescente Berlusconi.  E a proposito di quest’ultimo ormai non esistono più dubbi del perché i Capi di Governo europei amino tanto il Prof. Monti.

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | CHERCHEZ LA FEMME

15/12/2017

Quando nel 1854 – avete letto bene - Alexandre Dumas pubblicava la sua novella (“I Moicani di Parigi”) difficilmente avrebbe potuto indovinare il successo che avrebbe arriso alla sua espressione (e chiave narrativa) “cercate la donna”.  E, sia detto tra parentesi, neppure avrebbe potuto ...
Leggi tutto

Flash | ORA BASTA?

07/12/2017

E così siamo arrivati all’Immacolata Concezione, festa quanto mai problematica anche se – laicamente – presaga dell’ondata natalizia.     Che – quest’anno – si annuncia gravida più che di incognite (magari anche positive…) di sinistre aspettative.   Anzi potremmo dire ricca soltanto di ...
Leggi tutto

Flash | ANCORA IL PAPA

28/11/2017

Mentre la situazione politica (pre-elettorale?) italiana continua ad avvilupparsi tra insulsaggini, diversioni e testimonianze di irresponsabilità verso l’impasse nazionale, è ancora lui – il Papa – a prendere il “toro per le corna” e ad affrontare nodi umani e scacchieri strategici sul ...
Leggi tutto

Flash | BLACK FRIDAY

25/11/2017

La stagione terroristica natalizia è partita ieri con sangue e fragore: il sangue nel Sinai egiziano, il fragore a Londra alla stazione di metropolitana di Oxford Circus.   I due eventi evidentemente incommensurabili hanno in comune un solo elemento di fondo: l’instabilità ...
Leggi tutto

Flash | MORTI DI PALLONE?

14/11/2017

L’inglorioso zero a zero nel tempio del calcio milanese di San Siro e la conseguente esclusione dai mondiali del calcio del prossimo anno potrebbe  tradursi in un vero e proprio “de profundis” per l’auto (e non solo “auto”…) immagine nazionale.   Dagli e dagli lo “stellone” ...
Leggi tutto

Flash | OSTIA: L’ATLANTIC CITY DE NOANTRI

09/11/2017

Donald Trump che – come è noto – ricopre per volontà degli elettori statunitensi (e – a quanto pare – del KGB russo…) l’incarico di leader del “mondo libero” si trova in questi giorni a Pechino ove può constatare – rinchiuso nella successione rituale di cortili della Città proibita – ...
Leggi tutto

Flash | IL MONDO CAMBIA, L’ITALIA NO

24/10/2017

Mentre Donald Trump si accinge ad una serie di incontri nelle Filippine (ospite del feroce Dutertre…) cioè ben dentro quel Pacifico che rischia di sparire dalla panoplia delle sfere di influenza nord-americana, mentre il nuovo Mao (Xi Jinping) inaugura il “secolo” cinese e perfino mentre il ...
Leggi tutto

Flash | ARIDATECE LE FONTANELLE

19/10/2017

Riprendere queste note dopo oltre un mese non era facile e – soprattutto – non era facile giustificare un così lungo silenzio: paralizzati dalla sfida all’Ok Corral sull’orlo dell’abisso (nostro…) tra il piccolotto panciuto con gli occhi a mandorla del Nord-Corea ed il pupazzone gommato ...
Leggi tutto