Flash

05/03/2014

Flash

dr-strangelove-stanley-kubrick-2

Le borse tirano un sospiro di sollievo: quanto fondato lo vedremo.  Mosca dichiara che non farà alcun intervento armato (a parte naturalmente le truppe speciali già inviate nelle zone dell’Ucraina russofona…ed ovviamente in Crimea) ed intanto ha “sparato” un missile-test intercontinentale.  Come si dice: tanto per gradire. E per far capire che la “Russia non è uno zerbino”.  Come dice Putin.    Anzi per confermare l’immagine di forza tranquilla ma decisa Putin ha inviato il Ministro degli Esteri Lavrov in una tournée di rassicurazioni ma al tempo stesso di dure precisazioni: insomma il caso rimane aperto e l’unico impegno di Mosca è quello di evitare qualunque spargimento di sangue.  Vedremo…

Meno male che a Roma (in contemporanea con la gita tunisina di Matteo Renzi, peraltro piuttosto goffa ed anche inusualmente arrogante) ci si trastulla con le “palpitanti” vicissitudini parlamentari dell’ “Italicum”, in totale oblio della non difficile constatazione che la “riforma” della legge elettorale contiene le stesse incostituzionalità del “porcellum” (mostruoso premio di “maggioranza”, ballottaggi all’insegna di “solo uno sopravviverà..” ed infine liste bloccate e niente preferenze)…    E, anche qui – tanto per gradire – ci si scontra non tanto sul fatto che il Sottosegretario Gentile (destra alfaniana) sia stato costretto alle dimissioni quanto sull’amnistia “di fatto” per gli indagati sardi, e non solo, del PD che – anzi – ascendono ad ulteriori cariche. Ma la affermazione retorica non era “la magistratura si rispetta, punto…”?

Ed infatti il Caimano ha dovuto rinunciare al viaggetto che – imperterrito ancorchè privato del passaporto – intendeva fare a Dublino per le assise dei Popolari europei.    Semplice: chieda a Renzi un bel passaporto diplomatico e vada dove vuole…  E la magistratura… si fotta… per usare l’efficace espressione della Vice Ministro statunitense nei confronti dell’Europa preoccupata del caso Ucraina.

Più che mai la situazione è grave, ma non seria.   E come potrebbe?  Come potrebbe esserlo mentre il sito archeologico di Pompei frana di giorno in giorno e così la rocca di San Leo ed altre decine di quelle meraviglie che “tutto il mondo ci invidia”.  Ci invidia???       Difficile crederlo con il debito arrivato al 132% sul Pil, il 13% di disoccupazione (quasi il 45% per i giovani), le tasse ad un filo dal 50%, la benzina più cara d’Europa, una classe dirigente autonominata, autoreferente, incompetente e narcisista e – per gradire – media sovvenzionati, servili tanto quanto ignoranti.  Insomma non fosse per il Papa ed il Colosseo chi ci verrebbe qui?      Quanto agli Italiani, già “tonificati” da Sanremo, da un fiotto ormai quotidiano di partite di calcio, titillati dall’onnipresenza di giochi e mini-giochi d’azzardo (la “ludopatia”: degenerazione finale del “comunismo” post-berlingueriano…), possono sempre consolarsi con una canzone fiorentina ovviamente tornata di moda:  “E’ primavera, svegliatevi bambine, alle Cascine Messer Aprile fa il rubacuori…”.     Ma attenzione – poiché l’Italia è un Paese “moderno” – attenti alla doppia trappola del “sessismo” e dell’ “omofobia”.   Per il resto ci si può abbandonare al “Truman Show” assistito con il quale usciremo finalmente (dicono…) dal “grande Balzo indietro” ventennale lanciato nel 1994.

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | C’E’ DEL MARCIO IN ITALIA

01/09/2017

La celebre frase pronunciata nell’Amleto di Shakespeare (e riferita alla Danimarca di mezzo millennio fa…) si attaglia perfettamente all’Italia di questo – ultimo – scorcio estivo.   Anche qui ci sono gli spettri ma – almeno fino ad ora – questo caso di cose non solo non genera ...
Leggi tutto

Flash | L’”APARTHEID” UNIVERSALE

29/08/2017

“… i meccanismi che hanno portato all’edificazione di un “apartheid universale” non hanno potuto impedire all’umanità di esprimere una tendenza oggettiva (sia pure nella sola forma consentita alla specie, in quelle condizioni, ovvero la riproduzione) che preme per una trasformazione globale. ...
Leggi tutto

Flash | AD AMBURGO I PADRONI DEL MONDO

07/07/2017

Mentre scriviamo è in corso ad Amburgo il vertice G20 (versione allargata di quel G8 inconcludentemente tenutosi – per turno – in Italia a Taormina poco più di un mese fa.   Entrambe le assise, ma questa attuale più rispondente al peso economico e geo-strategico dell’insieme degli ...
Leggi tutto

Flash | DA FANTOZZI A GRILLO E RENZI

04/07/2017

La triste scomparsa del comico (e non solo) Paolo Villaggio ci ha colpito più di quanto non abbia fatto la prevista raffica di dati negativi sull’occupazione… Infatti ci avrebbero stupito di più dati di segno positivo… e cioè del tutto incongrui con la condizione di un Paese che – al di là ...
Leggi tutto

Flash | PERIFERIA D’EUROPA

23/06/2017

Sarà pure vero che gli indicatori macro-economici segnalano impercettibili movimenti nel quadro economico italiano, ma – oltre al fatto di essere alla coda della non brillante Europa – il Belpaese rimane inerte e senza speranza.   Anzi soffuso di sinistri presagi… confermati ad ...
Leggi tutto

Flash | EUROPA: IL MARCIO E’ SICURO, IL NUOVO UN PO’ MENO

13/06/2017

Poiché l’Italia ce l’abbiamo ora sott’occhio, è dal Belpaese che iniziamo questa breve rassegna.   Le elezioni amministrative in varie città italiane hanno – finalmente – fornito una prova del fatto che gli Italiani continuano in qualche misura a pensare e a difendersi dalla ...
Leggi tutto

Flash | ECCOCI DACCAPO

07/06/2017

E così eccoci di nuovo punto e daccapo. Un po’ più di mezzo anno è trascorso dal referendum “costituzionale” del 4 dicembre che avrebbe dovuto sancire l’eclissi popolare del nuovo (autoproclamato…) “rieccolo” nazionale Matteo Renzi.  Ed invece – con il fantasmagorico progetto di castrazione ...
Leggi tutto

Flash | BRIGITTE, MARIA ELENA, VIRGINIA E LE ALTRE

10/05/2017

Di “nonna” Brigitte Macron abbiamo già parlato.  Altro non si può dire se non che il giovanilismo mediatico della “scoperta” Macron è stato “speziato” con la saggia maturità della sua mentore.   Ben diverse – forse miserabili – le storie che ci vengono dal Belpaese.  Sempre meno ...
Leggi tutto