Flash

19/12/2012

Flash

Un evento non direttamente politico, e forse per questa ragione con più forte ed autentico impatto politico, ma anche morale ed emozionale è stata in questi giorni la performance televisiva del Premio Oscar Roberto Benigni.      Con un tam tam che ogni politico vorrebbe far proprio l’audience è rapidamente cresciuta fino a raggiungere i 12 milioni di spettatori.  Ma di che si trattava?   Forse di un “a solo” comico, o di un’anticipazione della sagra nazional-popolare del Festival di Sanremo?  Nulla di tutto ciò: con rara audacia Benigni ha presentato un “reading” della Costituzione italiana del 1948 (tuttora in vigore…), anzi ha – come è suo costume – ha dato “corpo” ad ogni articolo, allo spirito che vi sottende, ai valori che lo hanno ispirato, agli obiettivi che intende perseguire.

Un’enfasi tutta particolare – ma per nulla retorica – Benigni l’ha conferita alle norme che presiedono allo stare insieme: fra Italiani e con gli altri.  Ovviamente il contrario della chiusura, del rifiuto del diverso, della “ideologia” della differenza del “noi” e gli “altri”: Benigni e l’Europa, Benigni e il mondo, Benigni dell’insieme è meglio.    E senza inventare nulla, ma semplicemente vivificando con la parola ciò che sottende alle norme.   Dunque un messaggio  che di fatto recupera quel “cosmopolitismo” che nei secoli (passati) aveva fatto grande l’identità italiana.

Senza dirlo, Benigni ha fatto capire come dentro la Costituzione ci sia una sintesi delle grandi correnti culturali e morali del Paese e cioè di quelle che avrebbero dovuto essere le premesse di un’evoluzione che è diventata via via involuzione e perdita della memoria.

Sempre sul rapporto tra l’Italia e il mondo sono stati citati i vari articoli sul ripudio della guerra, sulla cessione di sovranità (il “caso” Europa e non solo), sulla cooperazione sovranazionale: niente di meno corrispondente a quello che succede nella politica attuale.  Un solo esempio: l’attuale Governo, oltre ad avere tagliato selvaggiamente su istruzione e ricerca, ha dato un altro colpo a tutte le strutture pubbliche della politica internazionale dell’Italia. Si era con lo 0,3% il più povero dei Paesi, si è scesi all’O,2% e nel frattempo invece di intervenire nel grandi processi di globalizzazione, si cerca furbescamente di “mostrare la bandiera” a difesa di chi ha sbagliato (i marò e i pescatori indiani uccisi in quanto scambiati con “pirati”).

Si apre in questi giorni la Conferenza degli Ambasciatori italiani nel mondo.    Un buon annuncio sarebbe fare di Roberto Benigni il nuovo Ministro degli Esteri, quello della Costituzione della Repubblica.

  • ora puoi ricevere in tempo reale le notizie flash di cosmopolitaly.net

Ultimi articoli

Flash | C’E’ DEL MARCIO IN ITALIA

01/09/2017

La celebre frase pronunciata nell’Amleto di Shakespeare (e riferita alla Danimarca di mezzo millennio fa…) si attaglia perfettamente all’Italia di questo – ultimo – scorcio estivo.   Anche qui ci sono gli spettri ma – almeno fino ad ora – questo caso di cose non solo non genera ...
Leggi tutto

Flash | L’”APARTHEID” UNIVERSALE

29/08/2017

“… i meccanismi che hanno portato all’edificazione di un “apartheid universale” non hanno potuto impedire all’umanità di esprimere una tendenza oggettiva (sia pure nella sola forma consentita alla specie, in quelle condizioni, ovvero la riproduzione) che preme per una trasformazione globale. ...
Leggi tutto

Flash | AD AMBURGO I PADRONI DEL MONDO

07/07/2017

Mentre scriviamo è in corso ad Amburgo il vertice G20 (versione allargata di quel G8 inconcludentemente tenutosi – per turno – in Italia a Taormina poco più di un mese fa.   Entrambe le assise, ma questa attuale più rispondente al peso economico e geo-strategico dell’insieme degli ...
Leggi tutto

Flash | DA FANTOZZI A GRILLO E RENZI

04/07/2017

La triste scomparsa del comico (e non solo) Paolo Villaggio ci ha colpito più di quanto non abbia fatto la prevista raffica di dati negativi sull’occupazione… Infatti ci avrebbero stupito di più dati di segno positivo… e cioè del tutto incongrui con la condizione di un Paese che – al di là ...
Leggi tutto

Flash | PERIFERIA D’EUROPA

23/06/2017

Sarà pure vero che gli indicatori macro-economici segnalano impercettibili movimenti nel quadro economico italiano, ma – oltre al fatto di essere alla coda della non brillante Europa – il Belpaese rimane inerte e senza speranza.   Anzi soffuso di sinistri presagi… confermati ad ...
Leggi tutto

Flash | EUROPA: IL MARCIO E’ SICURO, IL NUOVO UN PO’ MENO

13/06/2017

Poiché l’Italia ce l’abbiamo ora sott’occhio, è dal Belpaese che iniziamo questa breve rassegna.   Le elezioni amministrative in varie città italiane hanno – finalmente – fornito una prova del fatto che gli Italiani continuano in qualche misura a pensare e a difendersi dalla ...
Leggi tutto

Flash | ECCOCI DACCAPO

07/06/2017

E così eccoci di nuovo punto e daccapo. Un po’ più di mezzo anno è trascorso dal referendum “costituzionale” del 4 dicembre che avrebbe dovuto sancire l’eclissi popolare del nuovo (autoproclamato…) “rieccolo” nazionale Matteo Renzi.  Ed invece – con il fantasmagorico progetto di castrazione ...
Leggi tutto

Flash | BRIGITTE, MARIA ELENA, VIRGINIA E LE ALTRE

10/05/2017

Di “nonna” Brigitte Macron abbiamo già parlato.  Altro non si può dire se non che il giovanilismo mediatico della “scoperta” Macron è stato “speziato” con la saggia maturità della sua mentore.   Ben diverse – forse miserabili – le storie che ci vengono dal Belpaese.  Sempre meno ...
Leggi tutto