Spot

18/10/2012

Alla TV italiana non piace il mondo, le catastrofi si.

I dati relativi all’intero anno 2011 dell’informazione televisiva – vuoi pubblica che
commerciale – confermano, e perfino peggiorano, l’impressione di povertà e superficialità
sperimentata da ogni telespettatore avvertito o semplicemente curioso.

Il benemerito Osservatorio di Pavia ha infatti provveduto ad un esame comparato con cinque
dei maggiori Paesi europei e con le rispettive testate giornalistiche tv ed il risultato è che –
per quanto attiene la politica estera e in generale il mondo (catastrofi a parte…) – agli Italiani
viene fornita un’informazione dimezzata rispetto ai confratelli europei.

Così, mentre la notizia principe dell’anno erano state le nozze reali britanniche – la graziosa
Kate ed il giovane William – risulterebbe che da noi la sensibilità è da pettegoli, ma devoti,
sudditi di Sua Maestà piuttosto che da cittadini consapevoli del fatto che – in ogni caso – la
nostra sopravvivenza economica dipende dal resto del mondo (energia, esportazioni e così
via). Diceva il Vangelo: beati i semplici perché di essi è il Regno dei Cieli.

Diceva più crudamente uno dei padri fondatori della televisione in Italia (Ettore Bernabei): “i
telespettatori italiani sono cinque milioni (allora) di teste di c…

Il dilemma: stupidità ed autolesionismo ovvero rassegnata impotenza e conseguente ricerca
del diversivo quotidiano?
Se ne parla dall’epoca del “Discorso sui costumi degli Italiani”,
Giacomo Leopardi, 1824. Meglio spegnere la tv e rileggerlo.

Ultimi articoli

Spot

11/06/2013

L’Italia segue il calendario scolastico.  Ma non solo per la scuola e gli scolaretti: quelli col grembiulino, per intenderci. Proprio per l’insieme della vita nazionale, a partire dall’informazione. Infatti, mentre la totale vittoria dei “riformisti” nelle elezioni municipali – a partire ...
Leggi tutto

Spot

24/01/2013

L’eccezionalità ( negativa…) italiana nel contesto europeo (certo la Grecia sta peggio, ma sono più allegri comunque) si impone con evidenza con un “test case” forse minore, ma che impone a tutti – o quasi – gli Italiani severe “sofferenze” e perfino nei casi più gravi un suicidio ...
Leggi tutto

Spot

19/12/2012

Alcune settimane fa “Spot” commentava alcuni dati sulla riluttanza delle televisioni “generaliste” italiane (RAI e Mediaset) a dare agli Italiani notizie, dati, commenti sullo “stato del mondo” con due eccezioni: le catastrofi e le “storie umane”.   Ora il tabù si estende – nonostante il ...
Leggi tutto

Spot

13/11/2012

“I fantastici cinque”. Così è stata autocelebrata sul web con una vignetta astro-fiction la performance televisiva – fantasiosamente definita dibattito – tra i cinque contendenti alle primarie del centro-sinistra italiano.   In breve: come gli americani, forse meglio degli americani.      ...
Leggi tutto

L’uomo “che si farà male”

12/10/2012

Una folgorante domanda televisiva al Sindaco di Firenze e aspirante premier ha dato origine ad una querelle davvero inopinata.  Chiede Fabio Fazio al “giovane” Renzi (con il chiaro scopo di stanarlo sulla linea di fronte alla crisi, Keynesiano o neo-austerità….) e cioè  se mantiene il ...
Leggi tutto

Il Paese fortunato

03/10/2012

L’Italia è davvero un Paese fortunato, almeno per quanto riguarda alcuni primati ed in particolare il numero di paradossi. Siamo l’unico grande Paese europeo a raggiungere i più corrotti al mondo: a decrescere quanto a correttezza percepita siamo 69esimi a pari merito con Macedonia, Ghana e ...
Leggi tutto